Parlor Walls – EXO (Northern Spy, 2018)

Con Opposite i Parlor Walls ci avevano raccontato di una band con qualcosa da dire all’interno di un contesto che spesso soffre di già sentito e di novità pre-imballate in rassegne stampa hype per la classifica di fine anno. Un’attitudine difficile da paragonare ad altro se non ad approcci di fondo, e in effetti i pezzi erano di non facile inquadratura contestuale pur trattandosi di canzoni. Nessuna rivoluzione in senso stretto, ma un’espressività di ampie vedute dedita a perseguire quell’indie-rock contemporaneo tenendo alta la bandiera dell’attitudine sonic youthiana con convinzione, spargendo nel concetto la decisiva farina del proprio sacco. Un’intelligenza eclettica non comune che sa utilizzare asprezza e inquietudine, senza rinunciare a intensi sbocchi melodici, e un apertura mentale avant che conosce l’obliquità per lavorare sulla forma canzone, rifinendo un interessante concetto di post punk progressista. Merito dei tre di saper stratificare molteplici ingredienti che, muovendosi sotto la forma, producono sostanzialità. Questo succede ancora più compiutamente nelle quattro tracce dell’ep EXO, rilasciato in cassetta dalla benemerita Northern Spy: Chris Mulligan fa pulsare synth futuristi e serra ritmi sempre efficaci dietro le pelli, Lisa Lamb affascina con il suo modo di rinchiudersi e schiudersi, tra mantra nervosi ad aperture trascinanti, e il nuovo entrato Jason Shelton, clarinettista, programmatore e multi strumentista, completa con la profondità dei fiati, loop e impasti drone di sottofondo.
Inizio con la gibsoniana Neuromancer, chitarre trasversali a graffiare melodie tese e droneggianti, una sorta di 8-Eyed Spy che accettano di essere armonici e meno scostanti; Love Complex, flusso dreamy attorno al quale scorticare corde e far fremere synth, tra aperture spaziali e stridori sinistri; Isolator, un canto nel sintetico deserto del contemporaneo, un substrato angosciante in cui disperdere litanie acide; infine Low Vulture, dove l’intensità vocale della Lamb è un grido d’aiuto che sa alternare crescita apprensiva e falsi rilasciamenti sugli incisi, pezzo fuori dai denti che chiude improvvisamente un gioco breve ma intenso, senza concedere nulla di più di quello che si è dato. E non è poco.

Tagged under: , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

AA.VV. - L'Antologia Funk, Dagli Anni 70 Ad Oggi (Cramps,…

Ernesto de Pascale ed il prode Bobby Soul assemblano questa doppia raccolta su Cramps con trentatre tracce per altrettanti artisti:…

14 Jun 2010 Reviews

Read more

Russell And The Wolf Choir - The Ivy Leaf Agreement…

Cinque brani per Russell And The Wolf Choir, direttamente da Romford, ormai periferia nordest di Londra: la musica sembra però…

18 Dec 2014 Reviews

Read more

Sparkle In Grey & Tex La Homa – Whale Heart,…

Questo disco è uno split tra Sparkle In Grey e Tex La Homa, italiani i primi, inglesi i secondi, due…

07 Mar 2011 Reviews

Read more

Setting Sun - Be Here When You Get There (Young…

Setting Sun è un progetto che nasce dalla mente di Gary Levitt, con una lineup che ruota a seconda…

29 Apr 2014 Reviews

Read more

Absoluten Calfeutrail & Blarke Bayer - Conflict Resolution Seminar (Sabbatical,…

Altro dischetto Sabbatical interessante, altro piatto per stomaci foderati di lamiera. In questo caso più che un eufemismo si tratta…

13 Mar 2009 Reviews

Read more

Owun - Le Fantôme De Gustav (Autoprodotto, 2012)

La band francese degli Owun si forma nei novanta e dopo tre dischi si scioglie nel 2002, per tornare ora…

19 Apr 2012 Reviews

Read more

Scarnella/Fluorescent Pigs - Phonometak Series #8 (Phonometak/Wallace, 2010)

Nuovo vinile per la label di Iriondo coadiuvata dalla Wallace di Mirko Spino e ancora una volta si tratta di…

01 Oct 2010 Reviews

Read more

Dead Elephant, da Pasolini al grande mietitore

Nuova uscita, ancor nel 2011, per gli italianissimi Dead Elephant che con questo Thanatology confermano appieno di aver raggiunto la…

28 Jan 2012 Interviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 12 (08/01/15)

Dodicesima puntata della terza stagione di The Sodapop Fizz: Emiliano in solitudine presenta una selezione di brani da dischi comperati…

12 Jan 2015 Podcasts

Read more

Sebadoh - Secret EP (Autoprodotto, 2012)

Anche se sono stati tra le mie band favorite in assoluto, consideravo i Sebadoh dopo 13 anni di ibernazione un…

04 Sep 2012 Reviews

Read more

Eagle Twin - The Thundering Heard (Songs Of Hoof And…

È un vero peccato (mi verrebbe da dire un crimine) che gli Eagle Twin, che della linea evolutiva che parte…

03 Apr 2018 Reviews

Read more

Hype Williams - Rainbow Edition (Big Dada, 2017)

Nonostante pare che Dean Blunt e Inga Copeland non siano più coinvolti in Hype Williams, mi giocherei qualcosa che lo…

11 Sep 2017 Reviews

Read more

Kill Me Tomorrow / Dance Disaster Movement - Split CD…

Non credo di aver ben capito quello che sta succedendo. Il ballo spastico è diventato di moda? La presentazione mi…

16 Aug 2006 Reviews

Read more

Death Mantra For Lazarus - Mu (Grammofono Alla Nitro, 2010)

Ancora tu? Ma non dovevamo vederci più? Non parliamo ovviamente di Lucio Battisti, il cui ritorno ci inquieterebbe assai, essendo…

16 Jun 2010 Reviews

Read more

Dialvogue (Andrea Bolzoni/Daniele Frati) – Outfit (Bunch, 2014)

Il collaudato sodalizio fra Andrea Bolzoni e Daniele Frati a nome Dialvogue, passato da Setola Di Maiale a Bunch Records,…

30 Jan 2015 Reviews

Read more

Catlong - Out Of Control (Autoprodotto, 2007)

E’ bello, davvero bello, edulcorarsi tanto per il passo coi tempi che cavalcano oggi i gruppi nostrani, per poi essere…

02 Jun 2007 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top