Newtone 2060 – Shot (Fratto9 Under The Sky, 2011)

Sono innamorato di questo disco fin dalla prima traccia che avevo ascoltato in rete: non sapevo neppure di chi si trattasse, poi quando ho scoperto che si trattava di un Otolab con Cristiano Calcagnile ho avuto l'ennesima riprova che la classe non è acqua. E' giusto ragionare in termini di musicisti di serie A e di serie B? Indubbiamente no, ma in tempi di qualunquismo scambiato per relativismo diciamo che sì, esistono musicisti su livelli diversi, certo, questo non ne garantisce sempre i risultati, ma quest'ultima affermazione direi che faccia parte della bellezza intrinseca della musica, dove i canoni di valore assoluti lasciano un po' il tempo che trovano. Il disco esce per la Fratto9, che negli ultimi anni ha snocciolato una serie di uscite notevoli, dagli Illachimé Quartet ai loro concittadini A Spirale e Aspect (a proposito, tenete d'occhio il circuito napoletano dell'improvvisazione, perché in questo periodo gode di una salute impressionante). In questo Shot, dove oltre a Calcagnile, Marco Albert e Salvatore Sammartino non fanno certo la parte delle comparse, vengono suonati vinili, oggetti, voce, ammenicoli vari e batteria: pur offrendo una formazione anomala non si tratta di una combinazione certo inedita, ma il risultato, beh… è sotto alle vostre orecchie. In un certo senso si può dire che i Newtone 2060 si ricolleghino ad un filone avant-kraut nel quale bene o male si erano aggirati anche A Short Apnea e i troppo presto dimenticati Dogon in cui militavano Massimo Pupillo e Dj Okapi. Non saprei dire perché, ma a tratti ascoltando questo disco ho anche avuto l'impressione di ritrovarci delle reminiscenze No Wave, i vinili vengono fatti scorrere e pasticciati mentre la batteria macina appena sotto, a volte impalpabile, a volte ingombrante ma comunque sempre molto presente a volte sembra di ascoltare certi lavori più filmici dei Naked City, in pratica quando non sono in vena al raptus da Funny Games in cui si trovano compressi fra l'incudine del jazz ed il martello dell'ultracore. La cosa sorprendente è il fatto che il disco oltre a mantenere una certa tensione abbia anche una sua ascoltabilità, se vi pare poco?!

Tagged under: , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Death By Kite - S/T (Quatermain, 2007)

Il noise rock, alla fin fine, vive di stereotipi ben indossati. Quel senso di immane urgenza, la bassista cantante, la…

18 Nov 2007 Reviews

Read more

Taub - Bedtime Stories (Nonine, 2008)

Per quanto si tratti di un'etichetta nata da poco tempo la Nonine non è davvero niente male, fino ad ora…

05 Sep 2008 Reviews

Read more

Katharina Klement - Jalousie (Chmafu Nocords, 2012)

Katharina Klement è una compositrice austriaca che nella sua lunga e corposa carriera si è dedicata sia all'improvvisazione che alla…

07 Feb 2013 Reviews

Read more

Palumbo/Tommasini - The Hunting Dog Of Bootes The Hersman (Chew-Z,…

Questo disco è quello che si suol dire una gran bella sorpresa, immagino che qualcuno di voi dirà che era…

18 Jan 2011 Reviews

Read more

H!U – S/T (Corpoc/Esercizi Di Assenza, 2014)

Quanto il crescere fra boschi e sassi in provincia di Lecco possa aver influenzato la genesi di H!U, creatura del…

13 Feb 2015 Reviews

Read more

Fabio Orsi - The New Year Is Over (Silentes, 2012)

Mastodontica uscita per Fabio Orsi, infatti questo The New Year Is Over è addirittura un triplo: genericamente sono molto scettico…

09 Jul 2012 Reviews

Read more

Ongapalooza: Father Murphy + Mamuthones – 18/02/11 Unwound (Padova)

Ongapalooza è il festival intinerante e ad assetto variabile che celebra i cinque anni di attività della Boring Machines e…

28 Mar 2011 Live

Read more

Daniel Lercher - Missa Brevis (Chmafu Nocords, 2015)

Continuano le uscite interessati dell'austriaca Chmafu, questa volta si tratta del disco di Daniel Lercher Missa Brevis, tratto da una…

05 Sep 2016 Reviews

Read more

The Star Pillow - Symphony For Intergalactic Brotherhood (Boring Machines,…

Cosa si può ancora dire della musica di The Star Pillow? Col suo progetto Paolo Monti  esplora le possibilità espressive…

11 Aug 2018 Reviews

Read more

Karin - I've Tried With Sport But It's Not My…

Un amico un pò di tempo fa sosteneva di non riuscire ad ascoltare la musica di gente che sul piano…

27 Jan 2007 Reviews

Read more

Ada-Nuki - S/T (Whosbrain, 2008)

Ada-Nuki propone una formula che potrebbe ormai dirsi classica e consolidata, il duo basso e batteria, arricchendola di voce, effetti…

17 Dec 2008 Reviews

Read more

Maurizio Bianchi/Pharmakustik - Metaplasie (Naked Lunch, 2014)

Continuano ad uscire con ritmi indiavolati dischi di Maurizio Bianchi, principalmente collaborazioni: questa con Pharmakustik/Siegmar Fricke ha il sapore della…

13 May 2015 Reviews

Read more

Illachime Quartet - I’m Normal, My Heart Still Works (Fratto9…

Credo che pochi di voi lo ricordino o l’abbiano mai sentito, ma un bel po’ di tempo fa questi ragazzi…

26 Mar 2009 Reviews

Read more

Schonwald - Amplified Nature (Panoplie, 2009)

A quanto pare la 5 Roses oltre ad ingrandirsi sta diventando un’agenzia di promozione sia per la roba estera che…

17 Mar 2009 Reviews

Read more

DD Owen - S/T (12XU, 2016)

Nella sezione "miglior rumenta del 2016" ecco che mi sento di caldeggiare Il 19enne Drew Owen, trasferitosi a New Orleans…

02 Aug 2017 Reviews

Read more

Simon Balestrazzi - Early Works (1979–1982) (Azoth, 2016)

Quello che vedete in copertina può sembrare un registratore a nastro ma non lo è: è una macchina del tempo…

06 Mar 2017 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top