Nestor Makhno – S/T (Stella Nera, 2011)

Il nome del gruppo dedicato ad un personaggio come Nestor Makhno già da solo regalerebbe la mia stima al duo di Nicola Guazzaloca e Francesco Guerri, se a ciò aggiungete che si tratta di una serie di live in Russia e che il disco esce per Stella Nera (la divisione discografica di Rivista Anarchica) potrei già parlare di un disco da stimare, anzi direi che sia un peccato che molto spesso lo splendido catalogo dell’etichetta venga ricordato quasi esclusivamente per i Franti invece che per materiali come i lavori di Roberto Dani, Detriti, Erik Friedlander e simili. Due live a San Pietroburgo, e due a Mosca oltre ad una serie di take ambientali nella metropolitana della capitale. Al di là delle tre field recordings, questo documento raccoglie tre frammenti in duo per pianoforte e violoncello.
Se Guerri non è un nome nuovo è perché si tratta di uno dei musicisti che ruota intorno al jazz “off” bolognese oppure perché si tratta di uno dei due violoncellisti italiani che hanno collaborato con Carla Bozulich (l’altro è Andrea Serrapiglio), Nicola Guazzaloca ormai è un nome parecchio conosciuto di quel jazz da zona di confine, un po’ per aver suonato in diversi ambiti e con molti musicisti, un po’ per una folta discografia che si spesso è transitata nei cataloghi di Amirani, Setola Di Maiale, Radio Tre e scusate se è poco pure Leo records (per altro lui e Trevor Briscoe sono al secondo album proprio in questi giorni). Lo stile di Guazzaloca è reso particolare dal pianismo funambolico miscelato in modo brillante con alcune influenze, ovvero: musica popolare, classica, jazz, colonne sonore vecchio stampo (molti vecchi cartoni animati era sonorizzati da jazzisti e/o orchestre) e musica da orchestra. Guerri lavora molto sul suono tradizionale dello strumento, quindi nessun tipo di effetto (per altro neppure per il piano), tutti i rumorismi più o meno soft che avrete modo di sentire sono il frutto di olio di gomito, crine, legni e corde. In moltissimi passaggi i due si concedono alla melodia, ma sono spiragli di luce in un dialogo comunque travagliato: certo, c’è da dire che su certe arie di violoncello e su certi fraseggi di piano qualsiasi aggettivo perde di senso, sono quasi commoventi. Un lavoro molto particolare e profondo.

Tagged under: , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Temple Of Deimos - Work To Be Done (Go Down,…

Praticamente una cover band dei migliori Queen Of The Stone Age. E potrei anche fermarmi qui. La band genovese dei…

05 Mar 2015 Reviews

Read more

JesterN/Paolo Pascolo - H Bar (Dobialabel, 2012)

Il fisico Alberto Novello (JesterN) concepisce questo disco dal titolo pari alla costante di Planck: il tema del paradosso è…

02 May 2013 Reviews

Read more

oRSo - Ask Your Neighbor (Contraphonic, 2008)

"Molta della musica che ascolto oggi mi delude in maniera sorprendente perché è così dannatamente noiosa. Manca completamente di... bè,…

17 Sep 2008 Reviews

Read more

Rock And The City - Sex, Drugs & (Fake) Rock…

Perché Chris Robinson è di nuovo single? Che c'entra col punk di New York? Che ruolo ha mai Kate Moss…

02 Sep 2006 Articles

Read more

Spock’s Beard - Octane (SPV/InsideOut, 2005)

Per carità, non vi inganni la pompa di benzina! Non siamo dinnanzi agli ennesimi imitatori dei Kyuss né tanto meno…

15 Sep 2006 Reviews

Read more

A Windy Season - Tidal (Amirani, 2012)

Se credessi nel senso e nell'utilità di fare una playlist di fine anno Tidal sarebbe senza dubbio nella top ten…

27 Dec 2012 Reviews

Read more

Submental Orchestra- Castello Di Sangue (Casetta, 2019)

Servono un po’ di ascolti e una certa attenzione per venire a capo di Castello Di Sangue, seconda opera in…

20 Aug 2019 Reviews

Read more

Mongoholi Nasi - Contusioni (Niente, 2011)

Non poteva mancare un nuovo episodio della saga sonora di Mongoholi Nasi sulla genovese Niente, infatti nel passato il signor…

15 Dec 2011 Reviews

Read more

The Land Of The Snow - Paths Of Chaos (Taxi…

Proseguendo nel filone one-man-project, la genovese Taxi Driver, dopo Petrolio, propone questa invernale scalata in vetta carica di riverberi doom…

07 Jul 2017 Reviews

Read more

Squadra Omega – S/T (Holidays/Boring Machines, 2010)

La Squadra Omega va certamente annoverata fra quei gruppi le cui produzioni discografiche, seppur buone, pagano inevitabilmente dazio alle ottime…

20 Jan 2011 Reviews

Read more

Squarcicatrici - s/t (Wallace-Burp-etc, 2009)

Ecco il ritorno di Jacopo Andreini, non che se ne fosse mai andato in verità, infatti ha sempre continuato a…

03 Nov 2009 Reviews

Read more

Rollerball - 4 Corners (Wallace, 2014)

Caso strano i Rollerball: seppure in giro da molti anni, con una discografia importante a cui è difficile stare…

12 Mar 2014 Reviews

Read more

Helios - Eingya (Type, 2006)

Paesaggi dipinti da un piano, pizzicati dolcemente da una chitarra e che descrivono i cicli delle stagioni e degli stati…

21 Nov 2006 Reviews

Read more

Hobocombo – Plays Video Days (Trovarobato, 2011)

Una piccola cosa questo EP in download gratuito degli Hobocombo, ma che merita una segnalazione, sia per la scelta delle…

01 Feb 2012 Reviews

Read more

AA.VV. - Guitars, An Anthology Of Experimental Solo Guitar Music…

Qualcuno dei più attempati la fuori ricorda quella mitica compilation intitolata Guitarrorists? Beh... si trattava di un doppio lp e…

25 Jan 2011 Reviews

Read more

Dream Weapon Ritual - Like A Tree Growing Out Of…

Per quel che mi concerne associavo Simon Balestrazzi alla produzione dell'ultimo Bron Y Aur e del disco d'esordio dei Plasma…

26 Mar 2009 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top