My Disco – 22/10/10 Polyester Records (Melbourne)

Difficile penetrare nei meandri della musica indipendente locale, ma per fortuna chiaccherando veniamo a sapere dal bassista dei My Disco che la sua band suonerà di lì a poco uno showcase nella city a Polyester records, negozio di punta per la musica indierock in città; nonostante ci siano date pochissime speranze per trovare posti disponibili riusciamo a farcela: compriamo quindi il "pacchetto", compreso di due ingressi e una copia nuova di pacca del nuovo Little Joy, che uscirà proprio lo stesso giorno dello showcase.
Puntuali davanti al negozio alle sette entriamo quasi per ultimi e così riusciamo a piazzarci nelle prime file, cosa ottima perché i musicisti suonano all'ingresso dando le spalle alle vetrine e non essendoci di palco da dietro praticamente non si vede nulla di nulla; alla prima nota ci muniamo di tappi per le orecchie perché anche se in pieno centro qui non ci si fanno problemi, gli uffici ormai hanno già chiuso e quindi i volumi sono belli alti: per fortuna stando davanti evitiamo il rimbombo da saletta!mydiscolivepolyester2 I tre cominciano a suonare i brani nuovi e la loro rodata formazione è davvero uno spettacolo da vedere dal vivo: batteria perfetta, pulita, secca e potente, basso pulsante che traina tutti pezzi portando con sé le linee melodiche e chitarrona abrasiva, asciutta e tagliente; il cantanto che sfiora la monotonia in odore di "new wave" non stona con i brani che rispetto al passato diluiscono di molto le influenze Touch And Go degli inizi (la band non fa mistero della devozione a Steve Albini da cui si fa registrare regolarmente ogni uscita da anni), acquisendo un tono più "australiano": i brani sono come sempre molto ritmati (e non potrebbe essere altrimenti con una sezione ritmica così) ma c'è un andamento ipnotico su cui aleggia quell'indefinibile senso di malessere tanto caro a molta musica prodotta da queste parti. Molto divertente è notare l'interesse per la musica da parte dell'umanità varia che sosta oltre i vetri del negozio: c'è chi corre via dopo poco, chi non si ferma neppure e chi resta interessato assieme al manipolo che non è riuscito a finire tra i 50 nella lista della prevendita; la selezione di brani dal nuovo disco finisce dopo una mezz'ora di concerto, ma alla fine basta per farci davvero emozionare e per spiegarci perché ogni volta che cerchiamo di vedere questa band è sempre sold out con così tanto anticipo.

Tagged under: , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

The Way Of Purity - Crosscore (Aural Music, 2010)

A dispetto della puerile presentazione da cospiratori e sovvertitori dell'ordine mondiale, alla fin fine, questi The Way Of Purity…

11 Jul 2010 Reviews

Read more

Costantino Della Gherardesca, da GG Allin al conte Ugolino, quattro…

Perchè intervistare Costantino Della Gherardesca? Per mille ragioni, ma fondamentalmente per due. La prima è che è un intelligente uomo…

05 Sep 2011 Interviews

Read more

qqqØqqq / Kaosmos - Sins and Destiny Revelations Under…

Nasce grazie all’inedito triangolo Francia-Italia-Turchia questo Sins And Destiny Revelations Under A Buried Sun, dove i qqqØqqq da Treviso incontrano…

15 Jul 2020 Reviews

Read more

Talibam!/Jealousy Party - Phonometak Series #5 (Phonometak/Wallace, 2008)

Continua inesorabile la serie di vinili marcati Soundmetak/Wallace; la collana solitamente mette insieme nomi conosciuti esteri e nostrani, vecchie glorie…

18 Nov 2008 Reviews

Read more

Aucan - S/T (Africantape/Ruminance, 2008)

Giù la maschera: ero partito molto prevenuto nei confronti degli Aucan, temevo che sulla scia dei Three Second Kiss fossero…

16 Jun 2008 Reviews

Read more

Sdang! - La Malinconia Delle Fate (La Fornace/DreaminGorilla/Taxi Driver, 2016)

No, questa volta ogogliosamente possiamo urlarlo ai quattro venti: "non è meglio il demo! E' meglio il disco!" Per chi…

07 Aug 2016 Reviews

Read more

Braconidae – Gaslighting (Luce Sia, 2018)

Viene da lontano la storia di Gaslighting, vinile dove Emiliana Voltarel, in arte Braconidae,  concretizza anni di vita e di…

12 Sep 2018 Reviews

Read more

Spread - Anche I Cinghiali Hanno La Testa (Il Verso…

Intitolare ai cinghiali il proprio CD mi appare come il segnale di un atteggiamento genuino, un approccio spontaneo e senza…

14 Oct 2009 Reviews

Read more

Gianluca Becuzzi - [In]visible Fields (Silentes, 2011)

Il gioco di parole che caratterizza il titolo di questo doppio CD avrebbe dovuto farci intuire che le cose non…

29 Aug 2011 Reviews

Read more

Sodapop Fizz – Anno 3 Puntata 3 (23/10/14)

Terza puntata della terza stagione di The Sodapop Fizz: Emiliano in diretta con l'ospite speciale Onga e la sua etichetta…

27 Oct 2014 Podcasts

Read more

At The Gates - At War With Reality (Century Media,…

Non faccia storcere il naso il ritorno degli svedesi At The Gates, perché trai solchi del nuovissimo At War With…

19 Nov 2014 Reviews

Read more

Andrew Tuttle - S/T (Someone Good/Room40, 2018)

Andrew Tuttle arriva al terzo disco mescolando chitarra acustica e banjo con synth e laptop: il suo essenziale armamentario gli…

05 Jun 2018 Reviews

Read more

Nufenen - Lamo La Stiabe (Eisfabrik, 2009)

Strani davvero questi svizzeri. Benchè strutturalmente semplici, il loro rifuggire esplicitamente da etichette formali prestabilite li rende intriganti e…

16 Dec 2009 Reviews

Read more

Om – God Is Good (Drag City, 2009)

Con un titolo che li proietta di prepotenza nel pantheon del rock cristiano a fianco di nomi come Stryper e…

18 Dec 2009 Reviews

Read more

Plakkaggio - Verso La Vetta (Time To Kill/Hellnation, 2022)

L'eterno ritorno. Chris Nunnos e Gabbath si riaffacciano con band rimaneggiata, ma sempre fedele al metallo più puro e classico.…

22 Mar 2022 Reviews

Read more

Crisis - Holocaust Hymns (Apop, 2006)

Finalmente dopo quasi trent’anni qualcuno si è deciso di a farlo. Stiamo parlando di una raccolta riassuntiva della miglior produzione…

15 Nov 2006 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top