My Dear Killer – The Electric Dragon Of Venus (Boring Machines, 2013)

Sorprende vedere come un’etichetta nota per la musica di ricerca come la Boring Machines stia, col tempo, accogliendo sotto la propria ala protettrice una serie di musicisti dediti a suoni più tradizionali e che per comodità potremmo definire folk, ma che in realtà battono tutte le strade lungo cui tale genere si snoda: dopo la trilogia di Rella The Woodcutter e in attesa del nuovo Bemydelay, che si annuncia assai diverso da To The Other Side, torna da queste parti My Dear Killer.
Sono trascorsi sette anni dal precedente Clinical Shyness e si deve dunque parlare di evento, per celebrare il quale, il nostro si circonda di una serie di collaboratori di livello. Su tutti, non ce ne vogliano gli altri, il redivivo ONQ (solista, già nei Morose, e attivo anche come Antenna 59, Nave e mille altri progetti) che ha collaborato alle registrazioni, mentre in singole canzoni compaiono compagni di scuderia provenienti da Morose (Piergiorgio Storti), Satan Is My Brother (Stella Riva), Sparkle In Grey (Matteo Uggeri) e HMWWAWCIAWCCW (Gherardo Della Croce). Gli ospiti, veri valori aggiunti che in alcune occasioni aggiungono delle voci, un violoncello, una chitarra sporca, non snaturano lo stile del musicista varesotto, che ruota intorno alla voce gentile che, accompagnata dall’acustica, intona melodie folk scarne e malinconiche. La possibilità di ascoltare finalmente un buon numero di brani, aiuta a precisare l’idea che avevamo di lui e fare emergere un fantasma che aleggiava durante gli ascolti dei lavori precedenti, ma a cui non riuscivo a dare un nome. Ricordate di Howth Castle, il duo messo su da Stefano Giaccone e Lalli dopo la fine dei Franti? The Electric Dragon Of Venus me li ha ricordati in più punti e l’evocarli porta con sé le loro fonti d’ispirazione, che inevitabilmente riecheggiano anche qui: Nick Drake, Tim Buckley e il suono meno spensierato della West Coast di quegli anni. Non si pensi comunque a un album passatista: My Dear Killer è qui ora, risciacqua il lo-fi nella corrente del folk classico e ci consegna un lavoro che, lontanissimo da ogni posa naif, mette in mostra senza paura timidezza e precarietà, trasformandole in elementi caratterizzanti della propria poetica. Per quanto in apparenza paradossale, si può parlare di piena maturità.

Tagged under: , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

KK Null – Cryptozoon Stereo Condensed Mix (Aagoo, 2014)

Il prolifico samurai KK Null, già con gli Zeni Geva ma ultimamente sempre più frequentemente in solitaria, ha trovato nell’Aagoo…

12 Oct 2015 Reviews

Read more

Cagna Schiumante - S/T (Tannen, 2014)

Scorticare fino a raggiungere l'essenza stessa. Le tracce di questo lavoro sono canti di muezzin ubriachi e storti declamati sbavando…

26 Sep 2014 Reviews

Read more

Pajo - 1968 (Drag City /Wide, 2006)

Ci sono nomi che spesso compaiono qua e là, quasi per caso e in sordina, poi, facendo un rapido bilancio…

15 Sep 2006 Reviews

Read more

Dust Dive - Claws Of Light (Own, 2007)

"Everyday is an indie day" dove era Reagan per Biafra o Sid Migx, ad ogni modo quella è la materia…

13 Dec 2007 Reviews

Read more

Il Disagio – Il Prezzo Dell’Anima (Hanged Man, 2010)

Cosa si può ancora chiedere a un genere come l'hardcore, quello nudo e crudo, con al massimo qualche traccia di…

10 Oct 2010 Reviews

Read more

Paal Nilssen-Love - New Brazilian Funk / New Japanese Noise…

Spesso è difficile seguire con attenzione scene tanto produttive come quella improvvisativa, fatta di infinite occasioni di confronto e innumerevoli…

14 May 2019 Reviews

Read more

Kelvin/Speedy Peones - Split 10" (MacinaDischi, 2010)

Metallo dal Nordest, almeno per quel che riguarda la confezione delle prime 300 copie di questo 10" (45 rpm e…

07 Jul 2010 Reviews

Read more

The Star Pillow – 12/11/2016 Olandese Volante (Gazzuolo – MN)

È davvero un caso più unico che raro che qualcosa di veramente interessante passi dalla provincia mantovana, specie per la…

18 Nov 2016 Live

Read more

Patton – Hellénique Chevaleresque Récital (Matamore/Prohibited, 2009)

Mi ricordavo dei belgi Patton dai tempi di JR For Jaune Rouge, del 2000, spigoloso disco noise decisamente interessante, per…

23 Oct 2009 Reviews

Read more

March Of RaDOOM - Volume 002/666

La lunga marcia della paura prosegue, percorrendo le terre delle religioni e dell’occulto, affrontando superstizioni e blasfemie, sorpassando guerre e…

29 Apr 2010 Podcasts

Read more

King Suffy Generator – 60 Minutes Circle (Escape From Today,…

Se l’ascolto delle prime battute di 60 Minutes Circle potrebbe frettolosamente far pensare ad un classico gruppo post rock (e…

09 May 2010 Reviews

Read more

Gianluca Becuzzi - Nothing Is What It Seems (Silentes, 2011)

Ultima fatica del 2011 per Gianluca Becuzzi questo Nothing Is What It Seems, che viene pubblicato a fine anno da…

19 Mar 2012 Reviews

Read more

Boris Hegenbart And 19 Artists - Instrumentarium (God/Staubgold/Monotype, 2012)

Boris Hegenbart ha all'attivo un bel numero di dischi e collaborazioni, infatti è attivo sin dal 1996 e da sempre…

16 Jan 2013 Reviews

Read more

Deprivation/Autocancrena - Split Tape (Diazepam/Angst/Scorze, 2014)

Cassetta condivisa tra Deprivation e Autocancrena, all'insegna del malessere sonoro tra power electronics e dark ambient: sul lato A c'è…

05 May 2015 Reviews

Read more

Child Abuse - S/T (Lovepump United, 2007)

Una copertina da togliere il sonno al vostro nipotino, nonostante il blasonato autore, e un disco da ascoltare a testa…

30 May 2007 Reviews

Read more

Alcalde De La Noche - Fantasía Ibiza (Marsiglia, 2020)

La musica truzza ha un nuovo re, anzi un nuovo sindaco: Alcalde De La Noche, il progetto italo disco dei…

11 Aug 2020 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top