Maurizio Bianchi & TH26 – Arkaeo Planum (SmallVoices, 2006)

Ragazzi miei, mentre Maurizio Bianchi ce la sta mettendo tutta per raggiungere Merzbow per quantità (e qualità) di uscite, ecco qui un disco uscito giusto qualche tempo fa. Il "quality trademark" di Bianchi un po' si sente in quasi tutte le sue collaborazioni però non si può dire che sia altresì duttile e malleabile ed Arkaeo Planum ne è la riprova.
Se il sostrato "ambiental-contemporaneo-kraut" tutto sommato lega l'impasto, lo stampino per la torta questa volta lo fornisce TH26 ed è decisamente elettronico. Se l'apertura non è poi troppo distante dalle tracce più tranquille dei Pansonic (anche per ciò che concerne il beat), nella seconda invece si sfocia irrimediabilmente in un'ambient non troppo distante da episodi simili della vecchia scuderia Warp. In Audio Planum un piano (per il quale sarei pronto a giurare che si tratta di Bianchi) viene frastagliato di frequenze acute che rimangono comunque sul fondo, poi si va pian piano verso la sovrapposizione di strati, in dissonanza ma con un effetto più da cacofonia contemporanea e per nulla fastidioso. Il ritorno alla ritmica "neo-techno" riarriva con Terra Planum e se non si può parlare di Pansonic o di Coil si può dire sicuramente che questa come del resto altre tracce in altri tempi avrebbe potuto far parte della scuderia Sentrax o Possible records (manco fosse poco). La traccia con cui viene chiuso il disco potrebbe essere il perfetto convergere fra quella che la precede e quella d’apertura, quindi nuovamente ritmo e frequenze acute. Per concludere si potrebbe abbozzare che questo disco si trova da qualche parte fra elettronica/micro-techno evoluta, ambient e musica contemporanea, i dosaggi variano ma la sostanza bene o male resta quella in tutto il disco. Una veste tutto sommato inedita per Bianchi che evidentemente si sa scegliere bene i collaboratori.

Tagged under: , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

The Points - S/T (Mud Memory, 2008)

Roba da far sembrare gli Zeke progressive con l'ukulele e i Ramones troppo concettuali per essere punk-rock, The Points, trio/duo(?)…

23 Dec 2008 Reviews

Read more

15 anni di ODRZ – 12/12/2015 Spazio Ligera (Milano)

Anche se dalla data è passato un po’ di tempo e gli infiniti impegni della vita non ci hanno permesso…

08 Jan 2016 Live

Read more

Presi Per Caso - S/T (Autoprodotto, 2006)

La loro storia è molto rock. Un gruppo formato da detenuti che hanno unito le loro passioni musicali e, anche…

07 Nov 2006 Reviews

Read more

R-11 - Waschmaschine (Lizard/HysM?/Moving, 2014)

Sfuggente ed eclettica creatura questa lavatrice che come molti power trio consumati da anni di jam crea una fluida  macchina…

29 Jan 2015 Reviews

Read more

Endless Boogie - Full House Head (No Quarter, 2010)

Ecco il vero Quaalude musicale dove dovrebbe abbeverarsi il compianto (nel senso di passato a miglior webzine, non a…

01 Sep 2010 Reviews

Read more

Things we lost in the fire-starter aka memorabilia di un…

Prima dello scoccare del nuovo anno, l'impavido Gusmerini offrì un'ardita lista che pose a riflessione de lo miglior materiale che…

14 Jan 2011 Articles

Read more

The Paper Chase + Nicker Hill Orchestra + Entrofobesse -…

Questa sera, davanti all'ingresso del Kroen, sosta uno strano figuro, postura ingobbita, andamento ciondolante, parlata non locale. Non ci sono…

17 Nov 2009 Live

Read more

Murmur Mori: fiabe e leggende di cui abbiamo bisogno

Difficile rendere con una recensione o il report di un concerto cosa sia Murmur Mori. È difficile capirlo anche se…

20 Nov 2017 Interviews

Read more

Oracle – Going Up The River (Cynic Lab, 2009)

La carta dell'ironizzare sull'assetto strumentale basso-tastiere-batteria che fa tanto pèncfènc l'ho giocata nella recensione del party di compleanno del Megawolf, sono…

03 Mar 2010 Reviews

Read more

Mount Eerie – Clear Moon (P.W. Elverum & Sun, 2012)

Immaginare il chiaro di luna nel cielo scuro e impenetrabile. Phil Elvrum ritorna sempre in un modo apparentemente confidenziale, con…

19 Jul 2012 Reviews

Read more

Ivan Iusco - Water (Minus Habens, 2012)

Il percorso creativo di Ivan Iusco, patron della Minus Habens da oltre venticinque anni, continua a stupirci. Se ci aveva…

31 Oct 2012 Reviews

Read more

Ongapalooza: Father Murphy + Mamuthones – 18/02/11 Unwound (Padova)

Ongapalooza è il festival intinerante e ad assetto variabile che celebra i cinque anni di attività della Boring Machines e…

28 Mar 2011 Live

Read more

The Hutchinson - Clan (Wallace, 2009)

Seconda prova altamente infiammabile per la macchina da guerra trentina degli Hutchinson. Groove mostruosi che fagocitano in un unico…

16 Apr 2010 Reviews

Read more

Deerhoof – Deerhoof Vs Evil (Polyvinyl, 2011)

Tornano i mattacchioni più vezzeggiati e riveriti della scena indie-pop statunitense. Ancora a metà strada tra Bis, Gorge Trio e…

25 Feb 2011 Reviews

Read more

Putiferio: no fun no core no mosh no trend!

In un mondo ideale non dovrebbe essere necessario spiegare chi sono i Putiferio. In un mondo ideale chi scrive, inoltre,…

05 Jul 2010 Interviews

Read more

Slumberwood - Yawling Night Song (A Silent Place, 2009)

I gruppi che ti mandano un cd senza scritto un cazzo, anche un semplice: "oh, minchia... tipo, io ti mando…

03 May 2009 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top