since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Matt And Kim – Grand (Fader Label, 2009)

Uno due uno due… con Matt e Kim, duo punk/dance- synth pop da Brooklyn, a molti verrebbe voglia di uscire con una musicassetta o un pad al posto della fibbia della cintura. Purtroppo quest'anno ho una quarantina di capelli bianchi in più e direi che non sarebbe il caso. Undici pezzi in poco meno di mezz'ora che pescano un pò dappertuttto raschiando il fondo del barile di ciò che è già stato saccheggiato da Mates Of State (anche Matt e Kim tra l'altro fanno coppia, magari non di stato), Hot Chip, Hot Hot Heat o Weezer (Good Ol' Fashion Nightmare è un mezzo plagio di Buddy Holly). Quindi tutti i fans di queste band-handclapping semplici, giocose e tastierate sono avvertiti e Grand, il loro secondo disco, mantiene le promesse: Matt Johnson (voce e tastiere) e Kim Schifino (voce e batteria) coniuga un probabile passaggio (già avvenuto col debutto) a MTV2 oltre che un' incredibile presenza nei social network con, a loro detta, un'attitudine DIY e un convinto sostegno alla libertà di scaricare musica da internet. Proprio mentre scrivo trovo in alcuni punti il cantato di Matt molto simile  a Why? o, guardando all'Italia, a quello dei My Awesome Mixtape (Daylight). Insomma l'ennesimo gruppo di simpatici nerds che fa finta di non saper suonare e che registra in cameretta come nella più consolidata tradizione lo fi. Una sorsata d'acqua, neanche tanto fresca, che anche da noi sta mostrando al corda da un pò. Paragonarli ai Mae Shi sarebbe ingiusto, ma mette tutto nella giusta misura quando i vari giocattoli e vibratori alla fragola verranno riposti nel box Ikea sotto al letto.

Tagged under: , , , , , , ,

Leave a Reply

Back to top