Maso Nero – News From Home (Taxi Driver, 2021)

Le persone per bene chiamano, al limite scrivono.
Maso Nero non è una persona per bene.
Per darci qualche nuova da casa incide dei brani su nastro, di un incidere macilento e sulfureo, che in effetti a parlare su questi toni dar di testa è un secondo, meglio ricevere questi messaggi e sorbirseli da soli. Jesu Crì inizia dando la tara al lavoro, frenando qualsiasi squillo o lampo, menando fendenti reuterati di corde su una batteria statica e stanca. Come ricoprirsi di sabbia e cemento, acquisendo peso. Poi iniziano a girare le immagini, con un omaggio ad un regista e musicista che di paesaggi e di statisticità ne sa parlare. È un po’ che ho abbandonato the man from Ohio ma directed by Jim Jarmusch pennella acquarelli grigi sotto un portico gonfio di salsedine. 
La semplicità è la chiave: capacità di veicolare immagini e messaggi senza costruirci sopra caterve di parafrasi e metafore.
Cemento, acqua, sale, legno. Veicoli. In autostrada come Autobahn, secca e dritta, cadenzata e sporca, senza mai esagerare. Accostato il veicolo si scava una fossa, ci si butta il cadavere di una Bad Moon Rising (Creedence Clearwater Revival) colma di grasso da motore fino a sfrangersi e si aspetta il crepuscolo, armati solo di una chitarra e di un rombo, che vanno ad unirsi nella title track di quello che sembra sempre più essere un viaggio secco ma ricco come un deserto. Due spazzole ed una goccia d’acqua ed eccoci al cospetto di una In the soup che oscilla come un serpente. I suoni si aprono a diverse incidenze in quella che potrebbe essere un ipotesi post-rockal suono del deserto, come se i Friends of Dean Martinez avessero rubato le droghe ai June of ’44.
D’onda si avanza, rarefatti, in trip pieno vuoto da deserto ed assolazione. L’acqua rappresenta fino al 60% del corpo di un uomo. Undisputed era è null’altro che la perdita di questo liquido a piedi sotto al solleone. Sabbia che prende vita e fiorisce, piccoli movimenti armonici che puntellano di colori e di aromi il sale, ritornano echi da Louisville che ampliano la palette di un lavoro che si apre, mantenendo una tensione di fondo che stuzzica i nervi.
Chiude una ripresa di Nino Rota del tema di Gelsomina, da La Strada di Fellini, ed è il ghigno sardonico di un Maso che la strada l’ha deliberatamente persa, senza riuscire a schiantarsi ma soltanto aprire gas e trombe e cavi aperti e scintille.
Non conosco Massimo Perasso personalmente, conosco però il suo operato, la sua visione e, forse, l’essere abbastanza distante dai suoi riferimenti culturali (Fellini mi annoia, Jarmusch l’ho abbandonato da anni, il suono desertico mi sembra stitico ed il doom boh, non mi è pervenuto) mi rende più tranchant nel definire queste News from Home delle dannate buone notizie, di cui forse non sentivo la necessità ma porca madonna, averne del genere. Schiette, sincere, in grado di rendere punti di forza idee ed immagini piccole e personali che crescono, si nutrono di noi e si stagliano come ombre, lati oscuri fascinosi ed irresistibili che ci blandiscono con le solite vecchie promesse.

Tagged under: , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Whitemary - Radio Whitemary (42, 2022)

La materia che offusca l’aria è in gran parte quella che la caratterizza, colorandola. Whitemary mi appare così, un po’…

14 Jul 2022 Reviews

Read more

Agatha - Getting Dressed For A Death Metal Party (Wallace/Smartz/Basura/Full…

Il nome avrebbe potuto appartenere ad una formazione emo core di metà di anni Novanta, in "illo tempore" un gruppo…

26 Dec 2007 Reviews

Read more

Lo Dev Alm - It Is Later Than You Think…

Era da un po' che non sentivo parlare di Pagliero e  poi in poco tempo mi capitato di vederlo impegnato…

26 Jun 2007 Reviews

Read more

Caligine - II 3” (Monstre Par Exces, 2009)

Ho tardato tanto a fare la recensione del debutto dei Caligine che hanno fatto in tempo a mandarci il secondo…

30 Apr 2009 Reviews

Read more

Ranter's Groove - Musica Per Camaleonti (Kaczynski, 2018)

Nel recensire la compilation-manifesto della Kaczynski Records avevamo segnalato Ranter's Groove come l'episodio migliore della raccolta, è quindi un piacere…

24 Jun 2018 Reviews

Read more

The Child Of A Creek – Find A Shelter Along…

Forse da qualche cima delle nostre montagne, si può scorgere la campagna inglese immerse nelle nebbie. È lì, fra Canerbury…

05 May 2010 Reviews

Read more

Ryoji Ikeda – 21/03/2015 Interzona (Verona)

Pochi eventi ma buoni, aveva annunciato l’Interzona per questa nuova stagione. Sul pochi avrei da ridire – semplicemente per il…

27 Mar 2015 Live

Read more

Philippe Lamy & MonoLogue - Blu Deux (Phinery, 2016)

Quello fra il veterano francese Philippe Lamy e l’italiana Marie Rose Sarri, in arte MonoLogue (ma anche Moon RA), è…

22 Feb 2017 Reviews

Read more

Prehistoric Pigs - Wormhole Generator (Moonlight, 2012)

Ferroso e macilento sludge nostrano che a passo incartato e moribondo procede per tutta la durata di questo esordio. Ogni…

25 Feb 2013 Reviews

Read more

Farmacia 901

Purtroppo per motivi di tempo spazio e per causa degli Dei che ci sono avversi non possiamo soffermarci su tutto…

13 Sep 2009 Articles

Read more

Ibisco - Nowhere Emilia (V4V Records, 2022)

Recensione ucronica. Lucio Dalla debutta nel 1966 con 1999, esplode in un successo clamoroso. Adotta un bimbo, lo chiamerà Filippo. Dopo…

24 Feb 2022 Reviews

Read more

The Orange Man Theory - Satan Told Me I’m Right…

Trovo estremamente irritante che su Metal Archives (la Treccani metal on line) non ci sia traccia della band capitolina…

24 Jun 2010 Reviews

Read more

The Use - What's the use (Alrealon Musique, 2014)

Eh sì, è passato un po' di tempo dall'uscita del disco, così come è trascorso molto tempo senza sentir parlare…

07 Aug 2016 Reviews

Read more

K11 - Waiting For The Darkness (Afe, 2010)

Già in precedenza mi era capitato di leggere o veder comparire qua e là il nome di un musicista e…

09 Jul 2010 Reviews

Read more

VØID – S/T (Weirdo/Hanged Man/Moshpit Culture, 2010)

Faceva notare il buon (?) Giorcelli, in una recensione di qualche settimana fa, come, sotto il cielo della musica estrema,…

14 Jan 2010 Reviews

Read more

Putiferio: no fun no core no mosh no trend!

In un mondo ideale non dovrebbe essere necessario spiegare chi sono i Putiferio. In un mondo ideale chi scrive, inoltre,…

05 Jul 2010 Interviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top