Marnero – Naufragio Universale (Donna Bavosa/Sangue Dischi/InLimine, 2010)

Ritroviamo con un LP di cui sono unici titolari i Marnero, che avevamo conosciuto nell’impari split coi Si Non Sedes Is. La loro metà di quel disco non mi aveva per nulla entusiasmato, trovandola più prossima a una falsa partenza che a un buon inizio; Naufragio Universale non si scosta troppo da quelle coordinate musicali, ma tutto il lavoro appare qui maggiormente a fuoco. Cinque canzoni, per una lunghezza media di oltre sei minuti, con suoni post-Neurosis e rockeggianti (qua e là anche qualche eco dei Concrete italofoni), strutture multiformi che accorpano in un unico pezzo più momenti, tornando raramente sugli stessi giri e melodie, testi alternativamente urlati o declamati. Da notare come nelle liriche si vada perdendo l’eredità dei Laghetto, riducendo al minimo i giochi di parole stucchevoli, anche se qualcosa da limare c’è ancora, mentre si è molto affinata la vena melodica, sia vocale che strumentale. Insomma, non è cambiato molto rispetto a prima, ma ci si avvicina maggiormente alla quadratura del cerchio: la cura dei particolari è maggiore, la scrittura più curata, con la musica che asseconda meglio le parole, le ospitate funzionali, con Lili Refrain che presta i suoi vocalizzi in due canzoni e Nat degli Infarto, Scheisse! Che canta in Tanto Ride Tanto Piagne, dando ai pezzi ora maggior profondità, ora una certa varietà. Alla lunga non tutto l’album risulta memorabile, spiccano però Zoster, col suo coro sghembo e l’ambiziosa ma riuscita L’Isola Dei Serpenti: inizio narrativo, recitato incalzante (qui le facili rime baciate sono assolutamente funzionali), finale in crescendo, veemente. Avanti su questa rotta.

Tagged under: , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Kitchen Door - Sodapop Edition n.7

Apriamo l'anno con un rapido sguardo a quello appena trascorso: un pugno di canzoni che ci sono sembrate significative…

09 Jan 2011 Podcasts

Read more

Drink To Me - Don’t Panic, Go Organic (Midfinger, 2008)

Esordio ufficiale per i canavesani Drink To Me, dopo una serie di cd-r per la personale etichetta Stuprobrucio. Meno naif…

27 Apr 2008 Reviews

Read more

The Eagle Twin Ascend the Iceburn: intervista a Gentry Densley

Dopo aver ripercorso la carriera di Gentry Densley dagli esordi (Iceburn) ai nostri giorni (Ascend e Eagle Twin) nell'articolo monografico,…

07 Mar 2012 Interviews

Read more

Quasiviri – Super Human (Wallace/Bloody Sound Fuctory/Fallo/HYSM?/Morte/Megaplomb/To Loose La Track,…

Il ritorno in pista, con una serie di nuove uscite, di un’etichetta storica (ma fortunatamente non ancora da storicizzare) come…

02 Apr 2014 Reviews

Read more

Lite - Illuminate (Transduction, 2010)

Il perché la Transduction sia così ossessionata dai gruppi post/math-rock giapponesi mi è oscuro, resta che il livello tecnico e…

13 Oct 2010 Reviews

Read more

La Furnasetta - La Prima Stella (AsbestosDigit, 2018)

La strada creativa aperta dai Boredoms di Soul Discharge ha provocato dei veri e propri cortocircuiti nel modo di intendere…

13 Nov 2018 Reviews

Read more

Valgrind - Blackest Horizon (Everlasting Spew, 2018)

Pur restando in ambito decisamente estremo, le coordinate dei Valgrind sono molto diverse da quelle dei compagni (di etichetta) Convocation.…

09 Jun 2018 Reviews

Read more

Compoundead – Cutting Your Certainty (Sincope, 2012)

Texture di grigi su nero sgranate, attraversate da linee e graffi, sporcate da macchie circolari. Cutting Your Certainty potremmo recensirlo…

22 Feb 2013 Reviews

Read more

The Mainliners - S/T (Crusher, 2007)

Ne abbiamo già parlato, di questi garage rocker nordici, in occasione dell'uscita di un loro singolo per la ottima…

02 May 2007 Reviews

Read more

Punk 'n' Rai (seconda parte)

Chi tra i lettori di Sodapop passa i quarant'anni potrebbe ricordare un servizio andato in onda nel novembre del…

20 Apr 2013 Articles

Read more

Keiji Haino, Merzbow, Balazs Pandi - Become The Discovered, Not…

Dopo An Untroeblesome Defencelessness, tornano a fare danno i maestri del rumore Keiji Haino e Merzbow assieme al sodale Balasz…

18 Oct 2019 Reviews

Read more

Dalila Kayros – Transmutations part [I] - The Yin Side…

Mancava da tempo il nome di Dalila Kayros sulla copertina di un disco, dal 2013 per la precisione, anno di…

21 Mar 2018 Reviews

Read more

Robert Turman – Three Parts (Cejero, 2014)

Farsi le ossa in compagnia di Boyd Rice e collaborare al primo 7” dei NON Mode Of Infection/Knife Ladder è…

25 Aug 2014 Reviews

Read more

Mombu – Zombi (Subsound, 2012)

Non si tratta del nuovo lavoro dei Mombu, bensì dell'edizione vinilica (con accluso CD) dell'album dello scorso anno, opportunamente rivisto…

15 Nov 2012 Reviews

Read more

Edgar Café - Alcuni Fattori Marginali (Arci Sana, 2008)

Sebbene al disco d'esordio, il cammino dei genovesi Edgar Cafè è lungo e denso di caratteri propri ed eterogenei. Difficile…

25 Oct 2009 Reviews

Read more

Gian Luigi Diana – Cristalli Sonori (Setola Di Maiale, 2011)

Se per alcune uscite del catalogo della Setola possiamo indubbiamente parlare di jazz, per dischi come quello di Gian Luigi…

10 Oct 2011 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top