Luciano Caruso/Luigi Vitale – Tripterygion (Aut, 2011)

Seconda uscita per la Aut, dopo l'esordio Kongrosian/Sabatin con il secondo disco mi sembra evidente che l'etichetta sottolinei come si tratti di una label jazz oriented anche se non esattamente in senso classico, o quanto meno come spesso viene concepito qui da noi (leggi: roba indolore ruffiana da "reazionari" marchettari servi dei servi dei servi). Tralasciato quest'ultimo sfogo da casa-lingua frustrata (o frustata… sempre che non si tratti di una masochista consenziente), sia ben chiaro che Luciano Caruso e Luigi Vitale non hanno nulla a che fare con i falliti, anzi in un certo senso ci consegnano un disco fruibile, interessante per quanto non si tratti di roba esattamente easy.
Il sax soprano ed il vibrafono si prodigano in una serie di evoluzioni molto eleganti e decisamente ben rifinite; il fatto che la produzione sia molto rotonda, per non dire gonfia, ammorbidisce ulteriormente il suono del duo. Non si tratta sicuramente di jazz molto solare, anzi è sicuramente quel tipo di musica che risente delle influenze marcate della musica contemporanea ma non solo, dato che in diversi passaggi dei due escono dei richiami ad una tradizione da seconda metà del Novecento. L'impasto sonoro si sviluppa su passaggi in cui il gioco preferito di Caruso e Vitale è lavorare in modo parallelo senza per questo perdersi nelle geometrie come se si trattasse di un'uscita "math". Infatti per quanto i due sappiano lasciarsi degli spazi e reggersi a vicenda invertendo i ruoli da strumento solista e d'accompagnamento, si muovono in molto sincronico. Pur avendo un suono ben definito e senza stare troppo a lavorare sugli effetti alcune tracce riservano delle sorprese, come ad esempio la suspance morbida creata in Chromis Chromis, o la blueseggiante Boops boops. La bellezza di questo lavoro sta nel fatto che i Caruso e Vitale senza doversi buttare sul banco mixer o su chissà quale soluzione dimostrano come si possano ancora combinare bene due strumenti "classici" purché le tracce siano rette da una serie di buone idee che ai due non sembrano mancare.

Tagged under: ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Gianluca Becuzzi/Fabio Orsi - Dust Tears And Clouds (Silentes, 2013)

Dopo anni di silenzio torna una delle collaborazioni più azzeccate della scena elettronica ambient italiana: Silentes pubblica un disco doppio…

03 Mar 2014 Reviews

Read more

Makhno – Silo Thinking (Wallace/Neon Paralleli/Hysm?/Brigadisco, 2012)

Makhno (nome di un anarchico ucraino già usato per una collaborazione fra Nicola Guazzaloca e Francesco Guerri) è il moniker…

12 Oct 2012 Reviews

Read more

Davide Cedolin - Contemplations and other Instrumentals from the Valley…

Diciamocela tutta, basterebbe il titolo. Socchiudi gli occhi, un refolo di vento ed è tutto lì. Ma in realtà c’è molto…

09 May 2022 Reviews

Read more

Encode – Core (Ghost, 2011)

Incollati a piedi saldi negli anni '90 ma con voglia di rimettersi in pista, dopo un esordio  di ben 8…

20 Apr 2011 Reviews

Read more

Matteo Uggeri/Luca Mauri/Francesco Giannico – Pagetos (Boring Machines/Grey Sparkle, 2012)

A concludere la quadrilogia iniziata nel 2007 da Maurizio Bianchi e Matteo Uggeri e dedicata ad alcuni aspetti della natura…

20 Jul 2012 Reviews

Read more

Thunder Bomber – S/T (6x6, 2009)

Sorti dalle ceneri ancora tiepide dell'iper-hyped band Machete dopo un risolutivo cambio alla sezione ritmica e già assurti a piccolo…

22 Dec 2009 Reviews

Read more

Birthmark - Antibodies (Polyvinyl, 2012)

Nate Kinsella, il cugino dei due più noti fratelli, si è aggiunto negli ultimi anni ai Joan Of Arc, creatura…

12 Jun 2012 Reviews

Read more

Tindersticks - Ypres (Lucky Dog/City Slang, 2014)

Non sorprende affatto vedere i Tindersticks, rinomata band inglese di "pop orchestrale da cameretta", alle prese con un lavoro musicale…

05 Dec 2014 Reviews

Read more

Talibam! + Mangia Margot - 19/05/09 Arci Kroen (Villaranca -…

Era certo uno dei nomi di punta del cartellone di questa fine stagione quello dei newyorkesi Talibam!, ridottisi a duo…

30 May 2009 Live

Read more

Sigurtà, Fhievel, Hue - Live At Lab 12, Part 1…

Un preambolo più che dovuto per dire che se Uggeri non è capace di star fermo sembra che anche i…

06 Jun 2007 Reviews

Read more

Cobra Experience – 04/11/10 Locanda Di Campagna (Lonato - BS)

Ultimo concerto dell'anno alla Locanda (si riprenderà a primavera) con il nome da me più atteso, quei Cobra Experience che…

21 Sep 2010 Live

Read more

Giant Drag - Hearts And Unicorns (Kickball, 2005)

I Giant Drag, sono californiani e sono solo in due. Ma suonano con la maestria di cinque. Come cinque…

08 Aug 2006 Reviews

Read more

AA.VV. - Quit Having Fun (Boring Machines, 2009)

Prima compilation per Boring Machines, e anche se non sono assolutamente un fan della raccolte in genere (per non parlare…

06 Nov 2009 Reviews

Read more

New Monuments - New Earth (Pleasure Of The Text, 2018)

Dopo una lunga militanza con un considerevole numero di uscite sull’Amercan Tapes di John Olson, e dopo essere passati con…

11 Dec 2018 Reviews

Read more

Tsigoti – Private Poverty Speaks To The People Of The…

Perchè parlare oggi di un disco uscito nel 2009? Semplicemente per due motivi: da Sodapop non era ancora passato e…

10 Jul 2012 Reviews

Read more

?Alos - Yomi, L'Oscura Terra Dei Morti (Bar La Muerte,…

Per questo 10", che fa da ponte tra Ricamatrici e un nuovo disco già in preparazione, Stefania Pedretti sceglie di…

14 Feb 2011 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top