L’Altra – Telepathic (Acuarela Discos, 2011)

Il progetto L'Altra, con base a Chicago, torna dopo ben sei anni di silenzio, tanto che credevo che la band fosse ormai archiviata come un interessante percorso che legava l’intimismo chamber pop (con la stanza zeppa di stucchi veneziani) e una certa vena che flirtava molto da vicino con la musica classica. Un gruppo se volete anche di nicchia, in un periodo dove non si trovava proprio tutto in rete, ma con un discreto seguito su forum vari, penso al primo periodo Aesthethics e all'album In The Afternoon (forse il loro più rappresentativo) di quasi dieci anni fa, che faceva il paio con gli Early Day Miners quali uscite degne di interesse sul genere. Incredibile ma vero, dieci anni. Spesso scopri certe band per affinità, e ricordo come i L'Altra mi furono consigliati da un negoziante che mi disse, prima di Last Fm: "se ti piacciono Mojave 3, Walkabouts e Low prova ad ascoltare questi". In tutta sincerità non fui folgorato all'istante e rimandai, anche per una questione economica, l'acquisto. Salvo poi cercarmeli qualche anno dopo pensando che solo per ascolti affini e per lo splendido nome, non potevano rimanere indifferenti. Molto piacevole quindi è stato vederli rispuntare, al lavoro con nuovo materiale,e con il loro quarto album Telephatic, accasato sotto la label madrilena Acuarela dell'amico Jesus Llorente, dopo una breve pausa sotto Hefty rec. Spunta subito la vera forza del gruppo, nell'affiatamento emotivo delle voci della coppia travagliata Lindsay Anderson e Joseph D. Costa,( forse, il silenzio per più di un lustro avrà messo fine a un periodo anche sentimentale) di amanti prima e amici poi (il singolo Nothing Can Tear It Apart, When The Ship Sinks Make It Sing) e subito ecco che compaiono i Mojave 3 se non fosse per quelle partiture classiche, quasi stucchevoli degli archi che ogni tanto fanno capolino (Big Air Kiss, Either Was The Other's Mine). E abbiamo elencato le cose migliori, più o meno. La band quindi si rimette in gioco collaborando e variando la line up: questa volta si agggiungono per un certo lasso di tempo Josh Abrams (Bonnie Prince Billy) e Marc Hellner (Pulseprogramming) tra gli altri. E fanno quello che meglio gli riesce, anche se forse non trovano, nè troveranno mai la giusta dimensione: troppo pop per alcuni, troppo intellettuali e dispersivi per altri (si prenda ad esempio la strumentale e dilata Telepathic), con qualche punta decisamente un pò melensa e indigesta in alcune partiture (Winter Loves Sumemr Sun, Boys, Black Wind) . Spiace dirlo perchè si ha come la sensazione di buttare via il bambino con l'acqua sporca, visti tre-quattro brani di valore assoluto che, solo per il fatto di rimandare alla memoria Escuses For Travellers e i citati Mojave 3, meritano l'ascolto.

Tagged under: , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Elks - S/T (The Great Outdoors, 2008)

Dopo un mini tour di cinque date in terra d'Albione e uno split, i modenesi Three in One Gentleman…

06 Jan 2009 Reviews

Read more

Zu & Eugene S. Robinson - The Left Hand Path…

Questo malevolo patto non è fatto per creare simpatie o mettere di buon umore, ma piuttosto per immmergerci dentro un…

28 Nov 2014 Reviews

Read more

Strongly Imploded - Why Use A Proxy? (Ikuisus, 2009)

Per quanto non ci sia alcuna specifica all’interno del cd se non delle sigle, guardando sulla loro pagina myspace ho…

23 Jul 2009 Reviews

Read more

Green Fog Festival - 16/09/06 Festa dell'Unità (Genova)

"Genova crescerà, crescerà, crescerà". Iniziamo citando le parole di Davide dei Meganoidi alla fine della serata per testimoniare che, per…

17 Sep 2006 Live

Read more

Bobby Soul And Blind Bonobos - Dodici Lanterne (CNI, 2017)

Riecco Bobby Soul l'inesaurubile oracolo genovese o il Mario Biondi de noartri: sempre più sprofondato nelle radici della Superba e…

06 Dec 2017 Reviews

Read more

Orchestra Esteh – Abacinabradhydrakonirvm, Rebirth Of A Dead Volcano (L'Arca…

Inquieta un po’ ascoltare questa musica, con questo sottotitolo (col chilometrico titolo nemmeno mi cimento), dopo aver letto solo qualche…

13 Jan 2017 Reviews

Read more

Daedelus + Eliot Lipp - 14/07/06 Ortosonico (Giussago - PV)

Odio fare la figura del tonno. Ma con l'allegra furgonata mossasi da Genova per raggiungere le impervie interpoderali dell'oltrepò pavese…

16 Aug 2006 Live

Read more

Zero23 - Boogie Desert (Song For A Post-Apocalyptic Western) (Manyfeetunder,…

I 23RedAnts tornano temporaneamente un duo solo per unirsi prontamente in terzetto con Giuseppe Fantini/Zerogroove che porta in dote una…

31 Jul 2017 Reviews

Read more

X-Mary - X-Mary Al Circo (Coproduzione, 2007)

Tornano i nostri eroi da San Colombano Al Lambro e ci regalano un viaggio al circo, a Fatima e in…

29 Mar 2008 Reviews

Read more

Lucifer Big Band – Ugo (Autoprodotto, 2013)

Nonostante l'opera d'esordio, col titolo Atto I, desse ad intendere una volontà di proseguire, mi ero fatto l'idea della Lucifer…

30 Jul 2013 Reviews

Read more

Airportman - Letters (Lizard, 2008)

E’ da un po’ che ho questo disco per le mani, e arrivo a scriverne con un grande ritardo. Letters…

06 Feb 2009 Reviews

Read more

Acid Mothers Temple & Melting Paraiso UFO - Interstellar Guru…

Ma quant’è bello essere hippie? Insomma uno può prendere una di queste belle patatone anti-anoressiche in pieno stile Settanta, metterla…

15 Apr 2009 Reviews

Read more

Prague - The Great Dark Nothingness (Under My Bed, Eaten…

La pluridecennale carriera di Alessandro Viccaro giunge con questo album sul bagniasciuga deserto di Jesus & Mary Chain abbandonandosi ad…

15 Feb 2016 Reviews

Read more

Plunkett - 14 Days (Autoprodotto, 2006)

Lascia perdere le tue “10 ragazze per me”. Piuttosto, 14 giorni ti posson bastare? Ne mancano proprio 14 alla fine…

16 Dec 2006 Reviews

Read more

Deafheaven - Sunbather (Deathwish, 2013)

Incensati da stampa e webzine un po' ovunque, i californiani Deafheaven pur non inventando nulla sembrano e vogliono mettere d'accordo…

22 Nov 2013 Reviews

Read more

Daniele Santagiuliana – Jeremiad (Looney-Tick, 2014)

Da queste parti Daniele Santagiuliana l’abbiamo ascoltato per la prima volta sui dischi del duo Deison & Mingle: esoterico in…

22 Jul 2014 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top