Konstrukt + Ken Vandermark – Kozmik Bazaar (Karlrecords, 2019)

I Konstrukt continuano nella loro marcia forzata delle collaborazioni, e dopo aver incrociato gli strumenti con artisti come Thurston Moore, Peter Brotzmann, Merzbow, Joe McPhee e Evan Parker, tra gli altri, trovano ancora un’occasione per registrare con un altro nome di spessore dell’avant jazz internazionale, il sassofonista chicagoano Ken Vandermark.
La visione dell’ensemble turco è sempre molto funzionale, un modo intelligente di gestire l’improvvisazione avantgarde con un approccio tipico della jam session rock, cosa che non solo si rivela profondamente efficace per affondare colpi interessanti e lavorare la materia con sempre rinnovata freschezza, ma anche per riuscire a costruire con estrema naturalezza una vera dialettica tra le personalità in gioco. Circostanza molto evidente nell’ascoltare il quartetto composto da Korhan Futaci (sassofono alto, loops istantanei e voce), Umut Çağlar (chitarra, synth, gralla, guimbri), Apostolos Sideris (contrabbasso) e Berkan Tilavel (batteria e percusioni electroniche) alle prese con il sax tenore e il clarinetto di Vandermark.
Più compatto ma non meno affascinante del precedente A Philosophy Warping, Little By Little That Way Lies A Quagmire registrato assieme a Keiji Haino, Kosmik Bazaar si concentra sul senso forte del freejazz a partire da omaggi all’armolodia colemaniana, per poi colpire con vere riflessioni contemporanee sul genere. In questo senso va inquadrato l’urlo di Ex-Cess, con un Vandermark esplosivo e i Konstrukt furiosamente sul pezzo. Ma nel complesso il suono vive di una geometria interna che si spande in differenti tensioni di traccia in traccia, fino ad arrivare a riflessioni squisitamente coltraniane: sapendo tingersi caleidoscopicamente di sapori etnico-futuristi (East Of West, West Of East), disperdendosi in diramazioni spirituali (Semazen), trovando pertinenti divagazioni cosmiche (Bammm!), e coinvolgendo con oblique distensioni ambientali (Cocoon). Tutti momenti con una loro specificità, ma che trovano ulteriore equilibrio nel loro insieme. Un lavoro calibrato che soddisfa a pieno le aspettative. Ancora un bel centro.

Tagged under: , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Kaouenn - Mirages (Beautiful Losers/Bloody Sounds Fucktory, 2021)

Secondo lavoro per il connazionale Kaouenn ormai trapiantato oltralpe da qualche anno. Mirages è un autentico meltin' pot musicale che…

23 Mar 2021 Reviews

Read more

Newtone 2060 - Shot (Fratto9 Under The Sky, 2011)

Sono innamorato di questo disco fin dalla prima traccia che avevo ascoltato in rete: non sapevo neppure di chi si…

16 Aug 2011 Reviews

Read more

Slumberwood - Yawling Night Song (A Silent Place, 2009)

I gruppi che ti mandano un cd senza scritto un cazzo, anche un semplice: "oh, minchia... tipo, io ti mando…

03 May 2009 Reviews

Read more

Deison & Mingle – Innersurface (ST.AN.DA., 2017)

La nuova collaborazione fra Andrea Mingle Gastaldello e Cristiano Deison (se non si conta il miniCD d’esordio per il single…

27 Mar 2017 Reviews

Read more

Blistrap - Remotion (Setola Di Maiale, 2009)

Nuove uscite su Setola Di Maiale ed alcune vedono coinvolto il patron stesso dell’etichetta che come immagino sappiate è il…

20 Sep 2009 Reviews

Read more

Antonello Cresti - Solchi Sperimentali (Crac, 2014)

È uscito da un po’ il nuovo lavoro di Antonello Cresti, ma vale la pena parlarne comunque, sia a causa…

29 Jul 2015 Reviews

Read more

Murmur Mori – 13/08/2017 Centro Visita Val Grande (Buttogno -…

Se qualcosa manca all’ambito della ricerca folklorica italiana – non inferiore per quantità e qualità di studi rispetto alle altre…

04 Sep 2017 Live

Read more

Big Sir - Und Die Scheiße Ändert Sich Immer (GSL,…

Che poi io non mi ero mai imbattuto nella sindrome della pagina bianca come questa volta. Mai un disco aveva…

01 Apr 2007 Reviews

Read more

Spasmi da una primavera incombente

I tempi si avviano a diventare disperati ancora più che difficili. Repressione e risentimento la fanno da padroni. Non è…

18 Feb 2011 Articles

Read more

Gianluca Becuzzi - Eternally Now (Lisca, 2011)

Esce su Lisca questo nuovo episodio della discografia di Gianluca Becuzzi, davvero molto prolifico di questi tempi: Eternally Now fa…

24 Jan 2012 Reviews

Read more

Steinebach - Derotation (Sincope, 2013)

Per quello che si capisce da una veloce ricerca in rete Martin Steinebach nella vita di tutti i giorni è…

27 Feb 2014 Reviews

Read more

The Death Of Anna Karina - New Liberalistic Pleasures (Unhip,…

I The Death Of Anna Karina  sono dei provocatori. Basta vederli sul palco, basta ascoltare le dediche a M. Placanica.…

17 Jul 2006 Reviews

Read more

Plasma Expander - S/T (Wallace/Here I Stay, 2007)

L'ennesimo frutto del sottobosco che esordisce su Wallace? Degli esordienti?...direi che sì per la prima, visto tratta di un esordio,…

31 Jan 2007 Reviews

Read more

Alberorovesciato/Donato Epiro - S/T (Sturm Und Drugs, 2010)

Nuovo lavoro per l'etichetta pugliese e nuovo episodio per Donato Epiro, questa volta in combutta con Alberorovesciato per uno split…

04 Oct 2010 Reviews

Read more

Silent Carnival - Drowning At Low Tide (Viceversa/Seltz, 2016)

Che ci fossero le basi per essere un disco eccezionalmente alto in qualità, visti i protagonisti coinvolti, era fuori ombra…

14 Nov 2016 Reviews

Read more

Bachi Da Pietra - Quarzo (Santeria/Wallace, 2010)

Quarto album in studio per i Bachi Da Pietra, a pochi mesi di distanza dal live che suggellava il vecchio corso…

05 Nov 2010 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top