Kongrosian Meets Oreste Sabadin – Bootstrap Paradox (Aut, 2010)

Oltre ad Oreste Sabadin al clarino, dietro al nome Kongrosian compaiono Alberto Callodei al clarino basso, Alessio Faraon alla tromba, Davide Lorenzon ai sassofoni e Ivan Pillat ai sax, tromba e voce. Non credo vada specificato che si tratta di un disco totalmente dominato dai fiati e che alla lontana (molto alla lontana) potrebbe ricordare il suono di ensemble famosi come il Rova, ma sarebbe come a dire che i Beatles e gli Slayer suonano simili perchè hanno entrambi batteria e tre strumenti a corde.
Sebbene Bootstrap Paradox contenga esclusivamente materiale proveniente da un'improvvisazione collettiva data 2008, il suono del disco è ben lungi dal ricordare quel free radicale spesso informe e costellato di note strozzate e di dissonanze che, se da una parte fanno tanto "radical chic ribelle dello spartito e della melodia", dall'altra iniziano un po' a frantumare la minchia (mi spiace dirlo, ma è il difetto di moltissimi materiali su Creative Sources). I Kongrosian e Sabadin sfoggiano una cultura più o meno classica, da jazz evoluto ma allo stesso tempo antico, che va dai richiami dell'Art Ensemble a passaggi del dopo Ellington, ma soprattutto jazz ricco di scorie neo-classiche. Le melodie, al di là dei movimenti più storti, sono sempre al limite degli interni in "radica di noce", eleganza di note o interi stralci di canzone abbozzati senza vergogna e per Dio, è il bello del disco! Il fatto è proprio che pur suonando volutamente vintage, questo insieme di musicisti sfodera un linguaggio che conosce bene e che organizza in discorsi dotati di una profonda dignità d'essere, che suonano tanto bene all'orecchio, quanto privi di ogni prevedibilità. Un disco che ho ascoltato in mutande e con la finestra aperta, mentre sorseggiavo acqua fredda, il tutto cercando pace dalla calura notturna mentre le luci delle colline tremavano distanti, perse nell'afa.

Tagged under: , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Paolo Spaccamonti Ramon Moro - I Cormorani O.S.T. …

Interessantissima colonna sonora per un film che, indubbiamente per storia e location, non sarà facile scovare nei cinema, ma che…

27 Jan 2017 Reviews

Read more

Dona Ferentes & Rag Mother - S/T (Nighthawks Tapes, 2008)

Primo split per la Nighthawks Tapes in cui apre le danze (si fa per dire) Dona Ferentes & Rag Mother che…

14 Jan 2009 Reviews

Read more

Skrima - Tapes (Disasters By Chioce, 2018)

Debutto che viene da lontano per Skrima, progetto di Salvo Pinzone in cui come dichiarato dal titolo sono proprio i…

25 Jun 2018 Reviews

Read more

Io, Monade Stanca – The Impossible Story Of Bubu (Africantape,…

Il primo scoglio da superare è il nome, più adatto a un romanzo di Susanna Tamaro che non a un…

29 Oct 2009 Reviews

Read more

Alessandro Stefana - Poste E Telegrafi (Important, 2007)

Emiliano recentemente mi ha passato questo cd da recensire e finalmente ho potuto buttare un orecchio su questo ragazzo che…

27 Jun 2007 Reviews

Read more

An Moku - Rundum Zürich...

An Moku è l’alias dietro il quale agisce Dominik Grenzler. An Moku, in giapponese, significa “tacito, non detto, implicito”. Capiamo…

09 Jun 2022 Articles

Read more

Sutt - Elementer (Sincope, 2014)

Uscita perfettamente nelle corde dell'etichetta Sincope: i Sutt infatti sono un duo fuori dalla norma che tra improvvisazione radicale furente,…

17 Apr 2015 Reviews

Read more

Wolf Eyes + Ghédalia Tazartès/Nico Vascellari – 23/05/12 Triennale (Milano)

Per la serata dedicata all'etichetta VON all'interno della rassegna Open, questa sera alla triennale ci sono i Wolf Eyes, reduci…

15 Jun 2012 Live

Read more

Aucan - S/T (Africantape/Ruminance, 2008)

Giù la maschera: ero partito molto prevenuto nei confronti degli Aucan, temevo che sulla scia dei Three Second Kiss fossero…

16 Jun 2008 Reviews

Read more

Neptune + Panther - 20/03/09 Arci Kroen (Villafranca - VR)

Si incrociano nella campagna veronese il tour italiano dei Neptune, terzetto che sta portando in giro l'incensatissimo…

25 Mar 2009 Live

Read more

Levis Hostel - Star Bell Jar (Persian Surgery, 2009)

"Lo spirito del Natale ci ammorberà fino alla prossima estate", questo sottotitolo accompagna l'esordio dei pescaresi Levis Hostel dopo il…

20 Dec 2009 Reviews

Read more

Get The People - S/T (Ruminance, 2006)

C’è gente che vive un drammi indicibili quando in fase post-adolescenziale vede crollare miserabilmente il proprio eroe e purtroppo è…

26 Feb 2007 Reviews

Read more

Ur/Iron Molar – Split CD (Fucking Clinica/Alampo/Locust Swarm, 2009)

Si incrociano, in questo CD, due delle più prolifiche realtà del sottobosco industrial/ambient nostrano, accomunate tra l'altro da radici che…

25 Jan 2010 Reviews

Read more

Savage Republic – 27/01/10 Kroen (Villafranca – VR)

Non era vero niente, avevamo scherzato: il Kroen c'è ancora, gode di ottima salute e continua a proporre ottima musica.…

01 Feb 2010 Live

Read more

Debeli Precjednik - Through The Eyes Of The Innocent (Moonlee,…

Torna l'iperproduttiva Monnlee con questo emotivo manipolo che sembra cresciuto sulle rampe di Fullerton anziché su quelle della Croazia,…

07 Jan 2008 Reviews

Read more

Helios - Eingya (Type, 2006)

Paesaggi dipinti da un piano, pizzicati dolcemente da una chitarra e che descrivono i cicli delle stagioni e degli stati…

21 Nov 2006 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top