Hilde Marie Holsen – Lazuli (Hubro, 2018)

L’ispirazione del nuovo disco di Hilde Marie Holsen proviene dai minerali chimici utilizzati per creare i pigmenti usati nella pittura, ambito e abito di applicazione approfondito grazie alla collaborazione con l’artista e pittrice Tyra Fure Brandsæter. Le due infatti hanno condiviso del tempo assieme praticando le rispettive arti con l’intento di ispirasi reciprocamente.
E Il concetto di fondo di Lazuli è proprio quello di stendere tele sonore su cui disegnare dettagli fino a completare delle immagini acustiche, ed è molto interessante ascoltare l’equilibrio venuto fuori dall’incrocio di tonalità analogiche di tromba e contestualizzazione elettronica attraverso il processamento in tempo reale. Componenti che si autoalimentano a vicenda, raggiungendo un livello d’osmosi considerevolmente stimolante all’ascolto.
Un lavoro che parte dalla libera improvvisazione in cui prevale una tonalità notturna e sospesa, disegnando droni avvolgenti quando l’elettronica morbida si mescola alle lunghe note malinconiche di tromba e che sa diventare ruvida quando il rumore tratteggia linee nervose. Un sapore ombroso che prevale anche quando le onde sintetiche emanano direttamente dalle melodie, espandendosi come colore nell’acqua, e che raggiunge l’apice nei discorsi più estesi, dove la fusione e il continuo scambio di mezzi diventa un conflitto tra graffi lancinanti e melodie riverberate che trasfigurano in inquietudine e palpabile concretismo.
Colori stratificati con grazia, che suggestionano con richiami lontani a riflettersi sullo sfondo, ma allo stesso tempo inquietano nel saper disegnare flutti interiori e paesaggi tormentati. Una poetica che riesce a lambire sentimenti anche profondi, senza esasperarne l’impatto, ma trovando invece un equilibrio non facile per esprimerne sia la dolcezza dei bagliori che la malinconia dei colori scuri, fino alla consistenza del turbamento. Piuttosto piacevole.

Tagged under: , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

The Use - What's the use (Alrealon Musique, 2014)

Eh sì, è passato un po' di tempo dall'uscita del disco, così come è trascorso molto tempo senza sentir parlare…

07 Aug 2016 Reviews

Read more

Downset - Universal (Hawino, 2004)

A me sono sempre stati simpatici, soprattutto fisicamente. Un po’ come Poison Idea del resto che, seppur musicalmente distanti dai…

16 Aug 2006 Reviews

Read more

Spread - Anche I Cinghiali Hanno La Testa (Il Verso…

Intitolare ai cinghiali il proprio CD mi appare come il segnale di un atteggiamento genuino, un approccio spontaneo e senza…

14 Oct 2009 Reviews

Read more

FLTY BRGR GRL - Love You Forever (autoprodotto/Diger Distro, 2021)

Abbiamo una certa età, sappiamo riconoscere i sintomi di un’infatuazione, di un colpo di fulmine, di un innamoramento. Eccoci, in…

01 Feb 2022 Reviews

Read more

Adorno - Year Two (Shove, 2012)

Per quanto creda che gli Adorno non aggiungano nulla di particolarmente nuovo alla storia dell'hardcore, ed in questo senso potremmo…

22 Jun 2012 Reviews

Read more

Jennifer Gentle - Concentric (A Silent Place, 2010)

Ritorna uno dei gruppi italiani che è riuscito ad imporsi all'attenzione dell'etichetta che divenne famosa per il grunge, la Sub…

11 May 2010 Reviews

Read more

ElectroAcousticSilence - Flatime (Amirani/Grim, 2010)

Ieri sera mentre facevo zapping, mi trovo di fronte a questa formazione che ad Umbria Jazz esegue Imagine come pezzo…

30 Jun 2010 Reviews

Read more

Adamennon – MMXII (Autoprodotto, 2012)

C'erano ancora margini di sviluppo nel discorso musicale di Adamennon dopo l'album Nero, che pur avevamo identificato come punto di…

19 Dec 2012 Reviews

Read more

Bertoni/Boccardi/Mongardi – Litio (Boring Machines, 2016)

È interessante leggere il percorso di Alberto Boccardi dagli esordi in solitaria fino ai più collaborativi progetti odierni, soprattutto perché…

04 Nov 2016 Reviews

Read more

Alessio Bondì - Sfardo (Malintenti/800A. 2015)

Sfardo è un disco fresco e scoppiettante. Un disco pop, leggero, ventoso, condito di quella intensa spensieratezza che anima il…

23 Dec 2015 Reviews

Read more

Damo Suzuki’s Network – 23/01/11 Vinile 45 (Brescia)

Torna a Brescia il vecchio kamikaze Damo Suzuki dopo l'estemporanea esibizione col duo locale dei Don Turbolento della scorsa primavera,…

23 Jan 2011 Live

Read more

Nancy Elizabeth - Dancing (Leaf, 2013)

Già il genere folk attuale è sfuggente come l'acqua tra le dita ed in più i cantautori che vanno per…

27 Jun 2013 Reviews

Read more

I Camillas - Le Politiche Del Prato (DischidiPlastica/MarinaioGaio/Wallace/Tafuzzy, 2009)

I Camillas portano bene! Ma dico sul serio. Qual' è la linea di confine tra un pugno di canzoni demenziali…

09 Dec 2009 Reviews

Read more

Laika Nello Spazio - Dalla Provincia (Overdub, 2019)

Rabbioso trio proveniente dall'hinterland milanese e attivo fin dal 2016. Salta subito all'orecchio la presenza di due bassi che inevitabilmente…

11 Oct 2019 Reviews

Read more

Hilde Marie Holsen - Lazuli (Hubro, 2018)

L’ispirazione del nuovo disco di Hilde Marie Holsen proviene dai minerali chimici utilizzati per creare i pigmenti usati nella pittura,…

20 Jun 2018 Reviews

Read more

Om + Lichens – 30/01/10 Interzona (Verona)

E venne il giorno degli Om. La notte anzi, umida e fredda, ma almeno non nevosa, cosa rara di questi…

02 Feb 2010 Live

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top