Hermann Kopp + Lorenzo Abattoir – Psicopompo (4iB, 2015)

Hermann Kopp e Lorenzo Abattoir non si sono mai incontrati, magari non lo faranno neppure mai. Si incontra però la loro musica, nel segno della sperimentazione (non solo sonora), di Carl Jung (attraverso la teoria della sincronicità) e del viaggio nell’oltretomba, a cui fa riferimento il titolo.
Per Jung la sincronicità è la connessione fra due eventi che avvengono contemporaneamente, non legati da una relazione causa-effetto ma da un’evidente comunanza di significati, evento che suggerisce l’esistenza di un altro ordine di realtà. Da questa idea parte l’anomalo duo, anomalo perché predisposto per suonare, nel medesimo momento ma in luoghi diversi (Kopp a Barcellona, Abattoir a Cuneo), segmenti musicali di otto minuti, per poi ricreare l’unità di spazio attraverso il mixaggio. Ne nasce un lavoro dalle tinte fosche, ascrivibile al mare magnum della classica contemporanea, fatto di duetti fra violino, percussioni, voci, elettronica e significativi silenzi e dove l’apparato teorico – illustrato esaurientemente nelle note – non appesantisce l’ascolto, che rimane un’esperienza assolutamente autonoma e significativa. Se volessimo rappresentare graficamente Psicopompo, disegneremmo due linee che viaggiano parallele o divergono, a seconda che si abbiano sintonie, davvero sorprendenti considerato il modus operandi, o più prevedibili dissonanze. Ma il discorso non si esaurisce qui, perché se alcune parti sono oggettivamente riuscite, altre, “sbagliate” secondo le comuni regole musicali, potrebbero comunque parlare alla sensibilità dell’ascoltatore, che saprà cogliere sintonie prima sfuggite e a loro volta destinate a sparire negli ascolti successivi. A ben vedere l’idea forte che anima questo lavoro, ancor più dell’apparato teorico, è quella di usare la musica come mezzo privilegiato per indagare gli aspetti più oscuri e liminali della realtà: Psicopompo non è un disco perfetto -non avrebbe potuto esserlo senza tradire l’idea di partenza- ma pone alla portata di tutti un’esperienza davvero unica e speciale.

Tagged under: , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Eugene S. Robinson & Philippe Petit – Last Of …

È piuttosto sorprendente la forma di questa collaborazione fra il prolifico Philippe Petit ed Eugene Robinson: non un album di…

12 Mar 2013 Reviews

Read more

M+A – Things.Yes (Monotreme, 2011)

Quando metto su questo esordio degli M+A non posso fare a meno di fermarmi dal fare quello che sto facendo…

18 Jan 2012 Reviews

Read more

AA.VV. - Tra(x)cce Su Eicool Sat. (Eicool Sat., 2007)

Per quanto sia rimasto relativamente perplesso nel leggere le note interne di questa compilation, tanto da pensare che Burroughs in botta…

24 Sep 2007 Reviews

Read more

Nihil Is Me - Nihilisme (8mm, 2008)

Partiamo subito dicendo che questo è un gran bel disco, ma è una sorpresa? Assolutamente no, Nihil Is Me al…

18 Feb 2008 Reviews

Read more

Bachi Da Pietra - Habemus Baco (Wallace/Tannen/La Tempesta, 2015)

Abbiamo il Baco, e sono già dieci anni, due lustri che Giovanni Succi e Bruno Dorella calpestano la terra, ben…

20 May 2015 Reviews

Read more

Franz Rosati - Theory Of Vortex Sound [Outflux I] (Ripples/Capillary…

Franz Rosati pubblica dischi fin dal 2007 e da buon programmatore multimediale costruisce de sé i propri strumenti, ovvero i…

31 Jan 2012 Reviews

Read more

The Ladybug Transistor - Can't Wait One Minute More (Mondo…

Se solo fossi un giornalista (cosa che per fortuna non sono) alzerei il culo per andare a vedere se si…

17 Dec 2007 Reviews

Read more

Massimo Olla - Life In A Sonic Free Form Research…

Percussioni, suggestioni e striscianti fruscii introducono il raffinatissmo lavoro di Massimo Olla che, a onor del vero, sembra non abbia…

04 Oct 2020 Reviews

Read more

Boslide - Nazisti Da Operetta (Death First!, 2019)

Spiace dover registrare il primo passo falso nella carriera del diabolico ed ambiguo gruppo romano: dopo due uscite in due…

24 Feb 2020 Reviews

Read more

MINIM – Construct (Kasuga Records, 2019)

Devo essere sincero, quando leggo che un disco è pubblicato in SD card metto mano alla pistola. Diciamo che, fuor…

09 Jul 2019 Reviews

Read more

Caligine - II 3” (Monstre Par Exces, 2009)

Ho tardato tanto a fare la recensione del debutto dei Caligine che hanno fatto in tempo a mandarci il secondo…

30 Apr 2009 Reviews

Read more

Richard Hell - Spurts: The Richard Hell Story (Rhino, 2005)

Riccardo Inferno. Personaggio cult o semplicemente grandissimo sfigato? Genio o re dell’aurea mediocritas del punk statunitense? Meglio non rispondere a…

19 Aug 2006 Reviews

Read more

Swedish Mobilia – It's Not Jazz, It’s Worse (Auand, 2016)

Se non apprezzassimo da tempo gli Swedish Mobilia – il trio composto da Andrea Bolzoni alla chitarra ed elettronica, Dario…

21 Mar 2017 Reviews

Read more

Maisie - Dal diario di Luigi La Rocca, cittadino (Snowdonia,…

Maisie di Syd Barrett ha più di 50 anni ed è la figlia sghemba di suo padre. Maisie di Alberto…

06 Feb 2022 Reviews

Read more

qqqØqqq – Burning Stones Of Consciousness (Casetta/DreaminGorilla e altre, 2017)

Sulla carta la proposta di qqqØqqq, il duo formato da  Tomaso Busatto e Carlo Mantione, sembra la perfetta somma dei…

26 Mar 2018 Reviews

Read more

Alice Kundalini & Luca Sigurtà - Love, Noise and Yoga

21:17 di un qualsiasi sabato sera. Ho appena chiuso un’operazione economica virtuale che in un paio di settimane porterà dal…

22 May 2022 Articles

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top