Harold Nono – To The River Lounge (Bearsuite, 2007)

A quanto pare questo disco è uscito qualche tempo fa, ma l'etichetta al tempo dell'uscita era sprovvista di soldi e quindi non ha fatto girare molto il lavoro di questo musicista scozzese. Non so se in Scozia abbiano del buon vino e per di più essendo io astemio mi sarebbe comunque indifferente, resta che Harold Nono nel prendere polvere sugli scaffali della Bearsuit records è invecchiato bene.
Viene passato come un compositore ma, tranquilli, non ha nulla a che spartire con il nostro buon Luigi Nono e tanto meno con la musica classica contemporanea (quindi amico uligano non puoi ascoltare solo questo), infatti questo "highlander" ha molto più in comune con l'eredità di certo trip-hop deviato sia che si trattasse di Flying Saucer Attack, di alcune cose su Domino come ad esempio dei Ganger senza bassi e batteria, oppure della Sinead O'Connor di quel capolavoro di Rivers Of Babylon, quindi fate voi. Spero di avervi aiutato ad inquadrare l'essenza quasi elettronica, melodica e spiccatamente notturna di questo disco, tanto per non arrivare troppo velocemente alle conclusioni; aggiungerei che spesso Harold Nono fa girare dei loop molto semplici in un modo che ricorda molta la musica ambientale che attinge a piene mani dai compositori minimalisti più melodici (Reich in primis). Si tratta di uno scozzese, quindi un certa melanconia è garantita ma, ripeto, per ciò che concerne le melodie e le nenie anche se minimali Nono sa il fatto suo, tant'è che a volte senza stare troppo ad arrangiare le tracce si gioca tutto il pezzo attorno ad un loop. Gran belle atmosfere e gusto, sia quando si trova da solo che quando si avvale di una quartetto di archi, come nella nona traccia (Kite). Dopo svariati ascolti ho quasi avuto l'impressione di ascoltare alcuni dei loop dei primi Hood, quando sono meno tagliati con l'accetta e privi di basso batteria e chitarra. Un disco strano, ma molto carino tanto che per quel che mi riguarda si è trattato di una sorpresa, per di più non neppure troppo semplice da incasellare.

Tagged under: , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Konstrukt & Keiji Haino - A Philosophy Warping, Little By…

L’ensemble free-impro turco Konstrukt, dopo aver condiviso dischi e performance con artisti importanti della scena improv internazionale, invita a collaborare…

01 Sep 2018 Reviews

Read more

Fvrtvr - Demon Cycle 1-9 (Niente, 2010)

L'etichetta dietro alla quale si muovono gli St.ride si allarga e con questa nuova uscita oltre ad aprire ai musicisti…

04 May 2010 Reviews

Read more

Simon Balestrazzi - Early Works (1979–1982) (Azoth, 2016)

Quello che vedete in copertina può sembrare un registratore a nastro ma non lo è: è una macchina del tempo…

06 Mar 2017 Reviews

Read more

Savage Republic – 27/01/10 Kroen (Villafranca – VR)

Non era vero niente, avevamo scherzato: il Kroen c'è ancora, gode di ottima salute e continua a proporre ottima musica.…

01 Feb 2010 Live

Read more

This Will Destroy You - Tunnel Blanket (Monotreme, 2011)

"Post-rock will never die...but you will" giusto per menzionare il titolo dell'ultimo Mogwai ed anche per iniziare a mettere le…

31 Mar 2011 Reviews

Read more

AA.VV. - Sampler (Velak, 2010)

Questa compilation della Velak records mette assieme una serie di tracce elettroacustiche di musicisti che non avevo mai sentito prima,…

01 Aug 2011 Reviews

Read more

Cobra Experience – 04/11/10 Locanda Di Campagna (Lonato - BS)

Ultimo concerto dell'anno alla Locanda (si riprenderà a primavera) con il nome da me più atteso, quei Cobra Experience che…

21 Sep 2010 Live

Read more

Bobby Soul E Les Gastones - 73% Phunk (Inmusica/Altoparlante, 2008)

Educato, ma fieramente maschilista, Bobby Soul ritorna, riformulando, ammorbidendo, impastando il precedente Draghi Rossi Buchi Neri; questa volta doppiando…

15 Jul 2008 Reviews

Read more

Kick – Light Figures (Anomic/Dischi Sotterranei/Sour Grapes, 2022)

Eleganza, buon gusto, stile, voce femminile, occhiali neri. Il secondo disco dei Kick, duo con batterista aggiunto (così si evince dalle…

19 Apr 2022 Reviews

Read more

Sleepmakeswaves - Love Of Cartography (Bird's Robe Records, 2014)

Un imperdonabile ritardo è quello che caratterizza principalmente queste recensione. Mi spiace. Ho fatto cose, visto gente, non ho ascoltato…

13 Mar 2015 Reviews

Read more

Gräfenberg - The Grind Album (Solitude Beast, 2010)

Dopo i Crampi Punk, i Void, i Kermit e la cronaca nera condita a botte di amianto ecco qualcosa di…

05 Jan 2011 Reviews

Read more

Musica Per Bambini - Capolavoro (Trovarobato, 2014)

Il twist che si racchiude nella testa di Manuel Bongiorni è davvero difficile da codificare. Il one-man-band piacentino, qui all'ennesima…

21 Oct 2014 Reviews

Read more

Merzbow – MONOAkuma (Room40, 2018)

Se un amico neofita mi chiedesse 10 dischi fondamentali per comprendere il genere noise, tra quei dieci ce ne sarebbero…

13 Dec 2018 Reviews

Read more

Agatha – Goatness (Wallace/Basement City, 2011)

Evolutesi a power-duo dopo l'abbandono della chitarrista ormai a tempo pieno nei Verme, le Agatha si sono reinventate, allenandosi…

23 Feb 2011 Reviews

Read more

Mulo Muto/Beta – Tape Crash #11: The Examination (Old Bicycle,…

Nell’undicesimo scontro della serie su cassetta ideata dalla Old Bicycle estraiamo dalle lamiere gli svizzeri Mulo Muto e i padani…

14 Sep 2015 Reviews

Read more

Billy Torello – Ultime Notize Dalla Tartaruga, Chitarra Vol. 2…

Il fingerpicking non è una cosa nuova, tutt'altro, ma dalle nostre parti, contrariamente a quanto accade altrove, è un genere…

11 Dec 2012 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top