Grey Machine – Disconnected (Hydrahead, 2009)

Torna a dedicarsi al rumore Justin Broadrick, dopo le alterne vicende del progetto Jesu. Lo fa raccogliendo attorno a sé il fido Diarmuid Dalton (già collaboratore dei Godflesh e ora nei Jesu) alla batteria, Dave Cochrane (ex God e Head Of David, ora nei Transitional) al basso e Aaron Turner (Isis e vari altri) alla chitarra. Una serie di nomi importanti, ma è palesemente Broadrick, con l’umore dei tempi peggiori (il che è un bene), a condurre le operazioni, un salutare allenamento in vista della riformazione dei Godflesh prevista per l’Hellfest di quest’anno. Il fangoso campo di battaglia in copertina prepara solo in minima parte alla sporcizia contenuta in Disconnected. Su un’armatura di batteria lenta e ripetitiva e basso-mammut vengono riversate varie colate di chitarre noise, le più sporche che si siano mai sentite e una voce filtrata e incomprensibile, usata alla stregua di un qualsiasi strumento; le sei corde più melodiche (fatte le debite proporzioni), che compaiono in alcuni episodi, sono solo un miraggio in un deserto isolazionista. È il ritorno del rock industriale nella sua forma più cupa e intransigente, dei Godflesh con K.K. Null alla chitarra, un monolite che però, alla lunga, più che impressionare annoia. Grey Machine è una squadra che gioca con un unico schema; capita l’antifona e prese le misure, dopo i primi tre o quattro pezzi, non resta molto da aggiungere. Certo, la ripetitività a oltranza può essere vista come una qualità in un contesto così nichilista, ma a questo punto si entra nel campo dell’autolesionismo più che dell’estremismo musicale. Fatte salve la movimentata Wasted e la dubeggiante Sweatshop, il disco avrebbe potuto benissimo essere ridotto di un terzo (in totale dura oltre 70 minuti) senza perdere di efficacia e guadagnando in concisione. Tutto sommato, comunque, è un piacere risentire Broadrick in un ambito dove sa ancora dire la sua con autorevolezza, senza procedere a tentoni come negli ultimi episodi dei Jesu.

Tagged under: , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Nestor Makhno - S/T (Stella Nera, 2011)

Il nome del gruppo dedicato ad un personaggio come Nestor Makhno già da solo regalerebbe la mia stima al duo…

03 Jun 2011 Reviews

Read more

Nicola Ratti/Mark Templeton/Olson - Resophonic (Silentes/13, 2014)

L'etichetta Silentes ha racchiuso più progetti sotto la collana 13, uno di questi si chiama Issues ed il terzo episodio…

28 May 2014 Reviews

Read more

Shiver - They Will Feed On Us (Diazepam, 2011)

La seconda uscita a nome Shiver per Mauro Sciaccaluga (Ur, Wailing Of The Winds, Deprivation) sulla sua Diazepam si nota…

15 May 2012 Reviews

Read more

Aedi - Ha Ta Ka Pa (Gusstaff, 2013)

Secondo lavoro fresco di stampa per i connazionali Aedi (forse plurale di Aedo? sapete...i cantanti-compositori greci...). Maceratesi di origine, con…

13 Mar 2013 Reviews

Read more

Karin - I've Tried With Sport But It's Not My…

Un amico un pò di tempo fa sosteneva di non riuscire ad ascoltare la musica di gente che sul piano…

27 Jan 2007 Reviews

Read more

Le Cose Bianche - Tutto Il Corpo È Genitale (Hellbones,…

Nuovo lavoro per il prolifico Giovanni Mori qui con il proprio progetto principe: storie di sesso, power electronic e sofferenza.…

28 Jun 2019 Reviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 19 (26/02/15)

Per la puntata numero diciannove della terza stagione di The Sodapop Fizz in occasione della festa della radio Emiliano e…

02 Mar 2015 Podcasts

Read more

Pazma - Piedi Di Pongo (Tubogas, 2013)

Torna Marco Bucci (Progetto M.B.) da Ostia con la seconda uscita per la sua Tubogas, questa volta assieme a Paola…

25 Mar 2014 Reviews

Read more

Fight Club – Feedback (Sidi/Tornado Ride/Fucking Clinica/Tropo, 2010)

Infrangiamo la prima regola e parliamo del Fight Club: un terzetto bergamasco dedito a un hardcore sparato senza "se" e…

10 May 2010 Reviews

Read more

Ludmilla Spleen - Gennariello (Artista Anch'Io/Villa Inferno/Neon Paralleli, 2020)

Mi rendo conto siamo ad inizio anno e di cose ne potremo  ascoltare molte, ma ad oggi, senza indugio alcuno…

18 Feb 2020 Reviews

Read more

Body Bag Redemption/Anti-Bodies - Split (O'style, 2011)

Ritorna il malefico reverendo Andrea Valentini, vecchia conoscenza di noi sodapoppari come di chiunque si fregi di conoscere i…

17 Nov 2011 Reviews

Read more

Nedry - Condors (Monotreme, 2010)

Devo ammettere di aver cercato altrove il piacere solipsistico dell'ascolto negli ultimi mesi, lontano dal clamore suscitato dalla scena dubstep…

15 Apr 2010 Reviews

Read more

Alberto Boccardi - S/T (Fratto9 Under The Sky, 2012)

Alberto Boccardi esordisce in solista con questo disco omonimo sulla Fratto9 di Gianmaria Aprile, anche se dal punto di vista…

04 Jun 2012 Reviews

Read more

Owen Tromans - Hope Is A Magnet (Sacred Geometry, 2007)

La bella copertina bianco celeste raffigura un flipper con un magnete, il titolo è all'insegna dell'ottimismo, così come i…

13 Jun 2008 Reviews

Read more

Yuppie Flu - Fragile Forest (Homesleep, 2008)

Toh. Pensavo di essermi scampato la gag del 2007, il downloadabile disco dei Radiohead, ed ecco che, in un tripudio…

03 Apr 2008 Reviews

Read more

Nancy Elizabeth - Dancing (Leaf, 2013)

Già il genere folk attuale è sfuggente come l'acqua tra le dita ed in più i cantautori che vanno per…

27 Jun 2013 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top