Globoscuro – Research (Farfromshowbiz, 2007)

Nonostante il nostro personal cumenda, nonchè gran capo, nonchè "gran figl di putt", nonchè "el duce" supremo di Sodapop mi avesse presentato bene questo gruppo, ero partito parecchio prevenuto per via del nome e dalla copertina che mi ricorda alcune cose electro-metal di una ventina di anni fa. Invece mi sbagliavo e devo dire che, nonostante tutte le migliorie apportabili ai pezzi o al suono, questi ragazzi hanno il loro perché.
I Globoscuro viaggiano fra la musica dark-ambient ed il rumore che si chiama post-industriale e che annaspa nel kraut fino al collo, perché i freak crucchi quando c'era da spegnere la luce non erano secondi a nessuno (chiedetelo ai Popol Vuh). Tappeti di synth, poi direi chitarre, magmi di suoni spostati di pitch, campionamenti di voce a suon di delay, magmi macilenti da cui ogni tanto emerge qualcosa per poi ripiombare nel pastone, quindi a maggior ragione parlerei di musica più in debito con la legione kraut che con quella dark ambientale. Quindi ricapitolando più Faust che Lustmord, più Europa che America e più tastiere (o virtual synth, resta che il suono sembra quello) che strumenti a corde. Nonostante tutto delle tracce più ambientali ci sono eccome come Human Consciousness Digital Convert and Debugger o Nanomachine Messiah. La parte più cupa e allo stesso tempo più rarefatta del lavoro è quella centrale e dato che di dark-ambient parliamo, sia ben chiaro che i tappeti sono saturi di suoni sintetici non troppo manipolati quindi senza ansia di celare la fonte sonora, allo stesso tempo il disco non è per nulla imparentato con quella roba stile "grazie a Burzum ho scoperto che le intro dei miei dischi della Osmose possono fare radical chic fra gli estremisti da salotto filo-evoliano". Direi che si tratti più di musica per freak andati a male che di roba per emuli di Albin Julius, roba ancora un po' grezza ma che ricorda molto alcune cose alla Nurse With Wound a cui per l'appunto la musica kraut non è mai piaciuta mica tanto, no no, già già già.

Tagged under: , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

AfarOne - Lucen (Karlrecords, 2012)

Un disco da dopo calura estiva? Forse sì, AfarOne è un ragazzo italiano trasferitosi in Spagna, l'etichetta è quella Karlrecords…

27 Sep 2012 Reviews

Read more

Equus - Eutheria (Get A Life, 2008)

Entusiasmante debutto per l'elvetico terzetto che, believe it or not, raggiunge a pieno titolo la palma di band Cinematica…

30 Apr 2008 Reviews

Read more

Luca Olivieri - La Quarta Dimensione (Autoprodotto, 2008)

Buffo, prima nulla e poi due dischi con il taglio di una colonna sonora in pochissimo tempo, quindi dopo l’ottimo…

02 May 2008 Reviews

Read more

The Ex + Ililta Band - 21/03/09 Interzona (Verona)

Trent'anni (beh, qualcuno quasi cinquanta, mi sa...) e non sentirli. Gli olandesi The Ex, in occasione del trentennale, battono…

28 Mar 2009 Live

Read more

Sir Richard Bishop & W. David Oliphant / Karkhana with…

Carte Blanche è il nuovo split pubblicato dalla Unrock nella Saraswati Series, un interessante tassello di musiche altre che vanno…

04 Apr 2019 Reviews

Read more

Cursive + Green Like July - 19/05/12 Twiggy Club…

'I sogni son desideri di felicitààà...' e con un maggio che pare - oggettivamente dal punto di vista meteo e…

08 Jun 2012 Live

Read more

Salomè Lego Playset - So Much Was Lost In The…

La Spettro Rec. di Bologna è una giovane e attivissima net-label che nel giro di un anno ha già messo…

03 Feb 2012 Reviews

Read more

Roberto Dani - Lontano (Stella Nera, 2010)

Di recente un amico ha commentato che Stella Nera in un certo senso è un'etichetta musicale anarchica di estrazione ma…

01 Sep 2011 Reviews

Read more

Naked On The Vague - Sad Sun (Sabbatical, 2007)

Non è ancora stato tutto ispezionato il bottino che il nostro webmaster ha riportato dalla vacanza australiana di fine 2008…

30 Jun 2009 Reviews

Read more

Benoit Martiny Band – S/T (Quinto Quarto, 2008)

Quintetto che ruota attorno alla figura del batterista lussemburghese Benoit Martiny, se vogliamo concettualmente paragonabile al nostro Francesco Cusa, quindi…

11 Oct 2010 Reviews

Read more

Sister Iodine – Venom (Nashazphone, 2018)

Ho verificato tramite foto e video live reperibili in rete (se vi interessa qui trovate il più recente): i Sister…

05 Apr 2018 Reviews

Read more

Uochi Toki/Eterea Postbong Band - La Chiave Del 20 (Wallace,…

Sarebbe semplice dire che i Uochi Toki c'è chi li ama o chi li odia ma sarebbe un po' una…

31 May 2007 Reviews

Read more

The Great Saunites – The Ivy (Neon Paralleli/HYSM?/Verso Del Cinghiale/Villa…

Torna a farsi sentire, con un vinile in tiratura limitata, il duo lodigiano, di cui avemmo modo di parlare un…

08 Apr 2013 Reviews

Read more

Downset - Universal (Hawino, 2004)

A me sono sempre stati simpatici, soprattutto fisicamente. Un po’ come Poison Idea del resto che, seppur musicalmente distanti dai…

16 Aug 2006 Reviews

Read more

Masoko - Bubu'7te (Snowdonia, 2006)

Se non avessi dei chiari preconcetti sui rigidi preconcetti dei signori padroni di Snowdonia, svilirei l'annessione dei Masoko nei propri…

16 Jul 2006 Reviews

Read more

Ivan Iusco - Transients (Minus Habens, 2015)

Per l'ennesima volta collidiamo con i mille mondi del magmatico maitre della Minus Habens che, nuovamente, ci investe di visioni…

09 Dec 2015 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top