Transition (Nils Gerold/Nicola Guazzaloca/Stefano Giust) – Arútam (Setola Di Maiale, 2012)

Non è la prima volta che vediamo un “ingaggio” fra Nicola Guazzaloca e Stefano Giust, ma questa volta a rendere il tutto ancora più interessante si aggiunge il flauto di Nils Gerold. Stiamo parlando di due dei migliori improvvisatori con un retroterra jazzistico che siano tutt’ora in attività in Italia (e probabilmente non solo in Italia, ma è un era in cui siamo la provincia della provincia dell’impero in certi ambiti). D’altronde la caratura di Guazzaloca e Giust è comprovata dalle varie tournée estere, da uscite per etichette leggendarie come ad esempio la Leo Records e dalle collaborazioni con musicisti come Thollem McDonas, Hannah Marshall, Gianni Mimmo, Xabier Iriondo, Gianni Gebbia e una miriade di altri. Per quel che riguarda Gerold, a dispetto di una discografia non troppo corposa, vi basti sapere che fra gli altri ha registrato in ensamble che comprendevano anche Evan Parker. Il gergo pugilistico a volte ben si adatta all’improvvisazione e alla sua pratica, non tanto per l’incontro/scontro fra i musicisti ma per un retroscena a cui spesso si dà poco valore e cioè la “relazione” fisica e psichica che si stabilisce fra i due pugili. Forse in questo caso dovremmo parlare di lotta o di un incontro a tre, l’unica cosa per la quale mi scuso è il fatto di dar adito a che si pensi che questo trio si intersechi in modo violento quando in realtà suona in modo vivo, animato ma per nulla violento. Se Guazzaloca con McDonas, di fronte all’irruenza tecnica e fisica dell’americano si trovava a reagire con mani e denti, in questo caso, con un batterista duttile e fine come Giust si muove agilmente come se i due stessero danzando ed il flauto di Gerold in un incontro così equilibrato non può che muoversi agilmente seguendo la corrente. Non mi stuferò mai di ricordare per chi non l’avesse mai sentito che il pianismo del bolognese è animoso, vivo e ricco di scorie prelevate da una passione per la musica a tutto tondo che spesso viene millantata ma che viene posseduta da pochissimi, stesso dicasi di Giust e per entrambi l’amore per il jazz e per l’idea libertaria di cui il jazz è (e NON è) stato portatore fa da tema di fondo e da feedback continuo anche dal punto di vista stilistico ma non potrebbe essere altrimenti anche perchè in un campo del “tutto già detto tutto già sentito” ma “tutto mai troppo scontato” (cosa che spesso fa comodo omettere per doversi rimettere in discussione anche solo nel modo di ascoltare la musica) dell’improvvisazione, forse, la provenienza ed il modo di essere lasciano un segno pesante, come le tracce di DNA sull’arma usata per un crimine. La musica suonata da questa gente è viva.

Tagged under: , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Elks - S/T (The Great Outdoors, 2008)

Dopo un mini tour di cinque date in terra d'Albione e uno split, i modenesi Three in One Gentleman…

06 Jan 2009 Reviews

Read more

Zu & Eugene S. Robinson - The Left Hand Path…

Questo malevolo patto non è fatto per creare simpatie o mettere di buon umore, ma piuttosto per immmergerci dentro un…

28 Nov 2014 Reviews

Read more

Strongly Imploded - Why Use A Proxy? (Ikuisus, 2009)

Per quanto non ci sia alcuna specifica all’interno del cd se non delle sigle, guardando sulla loro pagina myspace ho…

23 Jul 2009 Reviews

Read more

Green Fog Festival - 16/09/06 Festa dell'Unità (Genova)

"Genova crescerà, crescerà, crescerà". Iniziamo citando le parole di Davide dei Meganoidi alla fine della serata per testimoniare che, per…

17 Sep 2006 Live

Read more

Bobby Soul And Blind Bonobos - Dodici Lanterne (CNI, 2017)

Riecco Bobby Soul l'inesaurubile oracolo genovese o il Mario Biondi de noartri: sempre più sprofondato nelle radici della Superba e…

06 Dec 2017 Reviews

Read more

Orchestra Esteh – Abacinabradhydrakonirvm, Rebirth Of A Dead Volcano (L'Arca…

Inquieta un po’ ascoltare questa musica, con questo sottotitolo (col chilometrico titolo nemmeno mi cimento), dopo aver letto solo qualche…

13 Jan 2017 Reviews

Read more

Daedelus + Eliot Lipp - 14/07/06 Ortosonico (Giussago - PV)

Odio fare la figura del tonno. Ma con l'allegra furgonata mossasi da Genova per raggiungere le impervie interpoderali dell'oltrepò pavese…

16 Aug 2006 Live

Read more

Zero23 - Boogie Desert (Song For A Post-Apocalyptic Western) (Manyfeetunder,…

I 23RedAnts tornano temporaneamente un duo solo per unirsi prontamente in terzetto con Giuseppe Fantini/Zerogroove che porta in dote una…

31 Jul 2017 Reviews

Read more

X-Mary - X-Mary Al Circo (Coproduzione, 2007)

Tornano i nostri eroi da San Colombano Al Lambro e ci regalano un viaggio al circo, a Fatima e in…

29 Mar 2008 Reviews

Read more

Lucifer Big Band – Ugo (Autoprodotto, 2013)

Nonostante l'opera d'esordio, col titolo Atto I, desse ad intendere una volontà di proseguire, mi ero fatto l'idea della Lucifer…

30 Jul 2013 Reviews

Read more

Airportman - Letters (Lizard, 2008)

E’ da un po’ che ho questo disco per le mani, e arrivo a scriverne con un grande ritardo. Letters…

06 Feb 2009 Reviews

Read more

Acid Mothers Temple & Melting Paraiso UFO - Interstellar Guru…

Ma quant’è bello essere hippie? Insomma uno può prendere una di queste belle patatone anti-anoressiche in pieno stile Settanta, metterla…

15 Apr 2009 Reviews

Read more

Prague - The Great Dark Nothingness (Under My Bed, Eaten…

La pluridecennale carriera di Alessandro Viccaro giunge con questo album sul bagniasciuga deserto di Jesus & Mary Chain abbandonandosi ad…

15 Feb 2016 Reviews

Read more

Plunkett - 14 Days (Autoprodotto, 2006)

Lascia perdere le tue “10 ragazze per me”. Piuttosto, 14 giorni ti posson bastare? Ne mancano proprio 14 alla fine…

16 Dec 2006 Reviews

Read more

Deafheaven - Sunbather (Deathwish, 2013)

Incensati da stampa e webzine un po' ovunque, i californiani Deafheaven pur non inventando nulla sembrano e vogliono mettere d'accordo…

22 Nov 2013 Reviews

Read more

Daniele Santagiuliana – Jeremiad (Looney-Tick, 2014)

Da queste parti Daniele Santagiuliana l’abbiamo ascoltato per la prima volta sui dischi del duo Deison & Mingle: esoterico in…

22 Jul 2014 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top