since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Gianni Gebbia / Miss Massive Snowflake – Phonometak Series #6 (Phonometak Series, 2009)

Spero che molti di quelli che stanno leggendo conoscano Gianni Gebbia, si tratta di uno dei jazzisti (off?) di più alto livello che abbiamo in questa repubblica delle banane e oltretutto parliamo di uno di quelli come Mirko Sabatini, Nicola Guazzaloca, Francesco Cusa e altri, di cui purtroppo non si parla abbastanza e sicuramente non nella misura in cui lo meriterebbero. Se di Gebbia devo ricordare almeno due dischi, lo farei menzionando quel capolavoro dimenticato di Williamsburg Sonatas (sempre su Wallace) in trio con Lukas Ligeti (figlio di cotanto padre) e Massimo Pupillo (mister Zu) e il disco in duo con Stefano Giust (boss di Setola di Maiale).
Innanzitutto parliamo di “jazz” di confine, tanto che forse come termine è un po’ poco appropriato per un disco come questo, e per di più di un musicista dotato di una fortissima versatilità, infatti il nostro ci regala una serie di suoni perfetti per un’uscita su Creative Sources o comunque materiale che solitamente si è abituati a sentire su dischi di elettroacustica; alcuni splendidi passaggi, ma non tutto il materiale delle sei tracce di Gebbia tiene fede alle aspettative che è lecito avere nei confronti di un musicista così bravo. La vera sorpresa del disco sono i Miss Massive Snowflake capitanati da Shane De Leon dei sottovalutatissimi (e bravissimi) Rollerball, il loro disco d’esordio era un superpolpettone pop-rock-folk-360° che non brillava particolarmente pur lasciando alcune piccole perle. In questo caso i nostri vanno sul pop-rock e jazz psichedelico ibridato con parecchie cose (parliamo di un Rollerball, mi pare ovvio), ma sono più che mai devoti alla forma canzone e… che testi! Non vi dico il ridere che mi sono fatto sentendo quello che De Leon cantava in di Shock And Awe: “i could play noise…etc..”. Accostamento di gruppi/suoni parecchio azzardato, ma tutto sommato piacevole, chissà se nel prossimo futuro gli Snowflake riusciranno a tirare fuori qualcosa di altrettanto efficace.

Tagged under: , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Back to top