Gianluca Becuzzi – Memory Makes Noise (Small Voices, 2006)

Gianluca Becuzzi, che per chi di voi ha dimestichezza con il panorama italiano era ed è Kinetix, fa parte di quella schiera di gente che come si suol dire in gergo: "ne mastica". Proprio di recente parlavo con un amico di questo disco e convenivamo sul fatto che si trattasse di un lavoro molto discreto ma allo stesso tempo efficace. Materia elettronica ma direi che gli ascolti di Becuzzi abbiano flirtato più di una volta con la musica contemporanea o con alcune delle sue mille derivazioni, se elencare nomi come Maderna, Stockhausen e compagnia bella non gioverà ad inquadrarlo basti pensare a quanto Afx o i Pan Sonic siano in debito da un lato all'acid house ed all'elettronica più "fisica" ma anche con i "padri dell'astrazione". Eppure Memory Makes Noise è ben più intriso di questa sostanza, tanto che in certi passaggi mi è sembrato di ascoltare Xenakis dilatato, o il Scelsi di Anahit modernizzato. Ambientazioni fredde costituite da tappeti di rumore bianco, soffici ma fatti entrare ad arte senza giocare troppo sul sali e scendi tipico di molte uscite ambient, quindi certi passaggi compaiono e svaniscono repentini senza ricadere nel dogma del "fade in/out". Dei drone spesso sospesi sul fondale o alternati a suoni più acuti che vengono retratti a mo' di fondali da palcoscenico, la successione è molto matematica (e rigorosamente calcolata) ma allo stesso tempo anche le spigolosità si digeriscono bene senza perdersi troppo nel cervellotico. L'alternanza fra rumore bianco e droni diventano i termini più ricorrenti di questo disco, si tratta di uno strano composito di intimismo e di silenzi, non ho dubbi sul fatto che l’effetto globale per molte orecchie sia cupo o oppure da disco crepuscolare, eppure Becuzzi mantiene la tensione senza esasperare l’attenzione di chi ascolta. Quand'anche si trattasse di una tromba con la sordina o di archi vanno spegnendosi sul fondo lasciando la sensazione che durante l’ascolto si affondi nel pantano sonoro. L'Herzog dei bei tempi l'avrebbe amato tanto come i Popol Vuh a cui commissionava qeui bei film con Kinsky che faceva sé stesso (il matto/malato)… io invece amerei ascoltare Becuzzi come sottofondo nel mio film personale con la figlia della buonanima di Klaus, ma alla luce dei fatti credo che sarei dovuto nascere almeno quarant'anni prima di lei… beata gerontofilia!

Tagged under: , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

NOFest! 2010 - 18-20/06/10 Spazio 211 (Torino)

Se c'era un festival italiano che quest'anno, anche solo sulla carta, meritava di essere visto, era sicuramente la seconda edizione…

27 May 2010 Live

Read more

The Cepi Nomads + Hic - Cepi meets Hic (Torto,…

Questo lavoro nasce dall'improvvisazione tra due nutriti ensemble di professionisti. I Cep Nomads sono francesi e nascono dalla volontà di…

13 Jul 2020 Reviews

Read more

Black Elk - Always A Six Never A Nine…

Esterefatto. Credo che lo stupore totale sia quanto di più vero riesca a manifestare di fronte ad un disco…

22 Feb 2009 Reviews

Read more

Dirty Trainload – Trashtown (Otium, 2011)

Duo di blues elettrico e grezzo, nei suoni, ma dalle soluzioni decisamente fini, questi Dirty Trainload, rimandano ai The Kills…

25 May 2011 Reviews

Read more

The Enchanted Realm - Of The Pink Widower (Northpole, 2008)

Il giro della Northpole è in un certo senso fantastico, come quello dei Rollerball seppure i due non siano legati…

12 Sep 2008 Reviews

Read more

Sorrentino/Telandro/Sigurtà - Immersus Emergo (Setola Di Maiale, 2012)

Ci troviamo di fronte ad un trio a suo modo anomalo, poichè vediamo Luca Sigurtà affiancato a due musicisti provenienti…

13 Jun 2012 Reviews

Read more

Morose/Campofame – Cinque Pezzi Facili, Volume 4 (Under My Bed,…

Il penultimo capitolo della serie Cinque Pezzi Facili ospita due graditi ritorni: quello dei Morose, che dopo La Vedova Dell'Uomo…

18 Jan 2013 Reviews

Read more

Spring Sale! - Drown Yourself In Shoes and Sweaters (Betulla,…

Il 2006 è stato l'anno delle rivelazioni o presunte tali; dalle nostre parti si sono visti i veronesi Canadians nascere…

06 Jan 2007 Reviews

Read more

St.ride - Microstorie (Torto Editions, 2021)

Sorprendente ritorno per i genovesi St.ride, arrivati a quello che potremmo definire l'album definitivo. Un disco accessibile (si fa per…

03 Jun 2021 Reviews

Read more

Acid Mothers Temple & Melting Paraiso UFO - Interstellar Guru…

Ma quant’è bello essere hippie? Insomma uno può prendere una di queste belle patatone anti-anoressiche in pieno stile Settanta, metterla…

15 Apr 2009 Reviews

Read more

Orange - Certosa (Midfinger, 2009)

L'album degli Orange arriva nelle mie mani corredato da un semplice booklet contenente i testi dei brani, e nulla più.…

03 Oct 2009 Reviews

Read more

Luciano Maggiore & Francesco Fuzz Brasini - How To Increase…

Eravamo stati fra i pochi, lo scorso anno, a non entusiasmarci per l'esordio di Luciano Maggiore e Francesco Brasini: fra…

04 Dec 2012 Reviews

Read more

Owls – Scars/Child (Verba Corrige, 2015)

Tornano a farsi vivi gli Owls di Eraldo Bernocchi, Tony Wakeford e Lorenzo Esposito Fornasari dopo il felice esordio. Avevo…

02 Jul 2015 Reviews

Read more

Ojra & Kiritchenko - A Tangle Of Makosha (Nexsound, 2010)

Ho visto che di recente qualcuno ha finalmente dato spazio ad un ottimo musicista come Kyriakides, ne sono felice, sia…

12 Apr 2010 Reviews

Read more

Animal Farm Project - S/T (Autoprodotto, 2006)

Indubbiamente originale questo gruppo bolognese che prendendo come muse ispiratrici i Radiohead e i Rage Against The Machine, sa regalarci…

03 Dec 2006 Reviews

Read more

The Moo-Rays - S/T (Autoprodotto, 2015)

Garage rock 'n' roll completamente sardo. Se cercavate il fil rouge tra i mammuthones (le maschere tradizionali, non la band)…

12 Feb 2016 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top