Gerstein – Live Radio Blackout 1999 (Luce Sia, 2016)

È uno dei nomi storici della musica di ricerca nostrana quello di Gerstein, sigla dietro cui si nasconde il torinese Maurizio Pustianaz, anche fanzinaro, giornalista musicale e DJ a radio Blackout dove conduceva una trasmissione col nostro vecchio collaboratore Fabio Battistetti. Vecchia è anche queste registrazione, risalente al 1999, che fotografa un momento fondamentale per il progetto torinese. Se avete una minima dimestichezza con la sua discografica conoscerete l’inquietudine che lo ha sempre caratterizzato e che dai cut-up esoterici degli esordi (Phlegmaticus) porta – passando dal noir pianistico sporcato di rumore di Sucker – al rock difforme ed occulto di St. Anthony Fire, marchiato dall’uso di synth, chitarre elettriche e campionatori. Il percorso che ho brevemente illustrato è ben leggibile nella recente raccolta 32 Years Of Rain, ma per comprendere appieno la svolta del nuovo millennio è indispensabile l’ascolto di questa cassetta che si pone come documento fondamentale. Ce lo spiega chiaramente Pustianaz nelle note di copertina: “stavo vivendo una crisi creativa, così pensai che la soluzione fosse cambiare tutto. Ma come? Decisi di avere un diverso approccio al suono manipolando campioni e frequenze create col PC”. Contando che fino ad allora nessuno degli elementi utilizzati nei vari periodi era mai scomparso completamente dall’orizzonte del progetto questa scelta risulta ancora più significativa e radicale. Via dunque il piano, via l’improvvisazione come punto di partenza delle composizioni e largo a sonorità e metodi nuovi – pur in un’evidente continuità di spirito – che porteranno alla nascita del (cito sempre l’artista) “materiale più violento che abbia mai registrato”. In effetti, fatte salve le prime tre tracce che accostano rumore e melodia e insistono su ritmi sintetici che molto devono al suono del tempo, dalla traccia 4 – che odora di inquietudine e di industrial vecchia scuola – si svolta verso atmosfere cupe e sonorità più ruvide, con la voce che si distorce (o viene campionata) e il suono che tocca spesso e volentieri territori harsh. Lo fa tuttavia col piglio curioso di un artista che, seduta stante, sperimenta nuove strade, per cui, pur entro una cornice stilistica data, nessun brano assomiglia all’altro e anzi si trovano intriganti commistioni (ad esempio la traccia 6, dove alle frequenze distorte si sovrappongono ritmiche che ricordano i Godlfesh più sintetici e dub). Live Radio Blackout 1999 è un ascolto interessante per chiunque sia appassionato di certi suoni ma il suo essere testimonianza di un snodo cruciale nell’esistenza di Gerstein è sicuramente un valore aggiunto. L’ascoltatore che quasi vent’anni fa sentì annunciare in coda all’ultimo brano “grazie a tutti, ho finito” avrà pensato di assistere alla conclusione di qualcosa; noi ora sappiamo che era un inizio.

Tagged under: , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Raccoo-oo-oon - Behold Secret Kingdom (Release The Bats, 2007)

Qualche nota per cominciare, i Raccoo-oo-oon provengono da Iowa City, Iowa, USA. Raccoon invece è il procione, l’orsetto lavatore americano,…

16 Aug 2007 Reviews

Read more

Amute - Infernal Heights For A Drama (Still, 2009)

Suoni francesissimi per gli Amute (...in realtà sono belgi), che con questo album escono per la belga Still records. Elettro-pop…

17 Mar 2009 Reviews

Read more

Mulo Muto/Beta – Tape Crash #11: The Examination (Old Bicycle,…

Nell’undicesimo scontro della serie su cassetta ideata dalla Old Bicycle estraiamo dalle lamiere gli svizzeri Mulo Muto e i padani…

14 Sep 2015 Reviews

Read more

Chapter 24 & Philippe Petit - The Red Giant Meets…

Continua, evidentemente con reciproca soddisfazione, il sodalizio fra il musicista francese e l'etichetta italiana, dopo il disco che Philippe Petit…

17 Mar 2011 Reviews

Read more

John Russell/Andrea ICS Ferraris - After​-​Dinner (Fratto9 Under The Sky,…

Questa registrazione del 2008 vede finalmente la luce ad opera della Fratto9 di Gianmaria Aprile e mostra come il lato…

04 Jan 2016 Reviews

Read more

Il Disagio – Il Prezzo Dell’Anima (Hanged Man, 2010)

Cosa si può ancora chiedere a un genere come l'hardcore, quello nudo e crudo, con al massimo qualche traccia di…

10 Oct 2010 Reviews

Read more

Massimo Volume/Bachi Da Pietra – Split EP (La Tempesta, 2011)

Uno split fra due dei gruppi della penisola che più curano la parola, integrandola in contesti poco definibili ma certo…

19 May 2011 Reviews

Read more

Kevin Sampson - Rock Trip (Anagramma/Newton Compton, 2006)

Ammettiamolo: un appassionato di musica non ha bisogno di vedere Beautiful e simili per assistere a intrighi, divorzi, liti furiose,…

04 Oct 2006 Reviews

Read more

Luca Sigurtà + Gino Delia – 13/05/12 Il Revisionario (Brescia)

È in qualche modo confortante vedere che esiste una sorta di ricambio anche nella vita culturale di una città. Per…

25 May 2012 Live

Read more

Bachi Da Pietra - Festivalbug (Corpoc, 2013)

Non sono passate dodici lune dall’uscita di Quintale che già il baco torna a farsi sentire: il suo lavoro è…

20 Dec 2013 Reviews

Read more

Kaeba - Lanurek 5.0 x 100 (Farmacia 901/Bugdate/Kaeba, 2010)

Proprio l'altro giorno pensavo a quanto questo Paese di "vecchi" (sia chiaro: per forma mentis e non per età!) e…

27 Oct 2010 Reviews

Read more

Luigi Porto - Scimmie (Snowdonia, 2014)

Gradevole colonna sonora tratta da un film di Romano Scavolini (L' Apocalisse Delle Scimmie) che speriamo un giorno di avere…

14 Jan 2015 Reviews

Read more

Yuppie Flu - Fragile Forest (Homesleep, 2008)

Toh. Pensavo di essermi scampato la gag del 2007, il downloadabile disco dei Radiohead, ed ecco che, in un tripudio…

03 Apr 2008 Reviews

Read more

Rock And The City - Death Is Not The End?

Quando queste righe saranno consegnate alla Rete delle reti, Pasqua sarà andata e venuta in un battibaleno, col suo significato…

23 Apr 2007 Articles

Read more

Corrado Altieri – Less (Azoth, 2019)

Con Less Corrado Altieri dismette i panni brutali del terrorista sonoro celato sotto il nome di Uncodified per esplorare territori…

01 Oct 2019 Reviews

Read more

Stop The Wheel - Morning (Madcap, 2006)

Amo passare il mio tempo, qualcuno direbbe sprecare, il mio tempo nei negozi dell'usato. E non parlo di dischi. I…

14 Jul 2006 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top