Francesco Serra – S/T (Fratto9 Under The Sky, 2017)

Suono, spazio e visione sembrano essere i tre vertici entro cui si muove il lavoro di Francesco Serra – cagliaritano trapiantato a Bologna ma sempre legato alla terra d’origine – e proprio i tre citati elementi hanno contribuito a dare forma a questo nastro che viene licenziato dalla Fratto 9. Il suono è quello della chitarra elettrica, trasfigurato e affiancato in un brano dalle vibrazioni di un rullante, lo spazio è quello della costa occidentale della Sardegna, ma anche quello di un paesaggio interiore che, nel mettere in comunicazione dentro e fuori, è strettamente legato alla visione. La cassetta è bifronte come il dio Giano, figura quanto mai adatta a questo periodo dell’anno: a un primo lato dove i droni si stendono in morbide coltri dai toni meditativi e talvolta curiosamente gregoriani, corrisponde una seconda facciata agitata da un suono temporalesco, a tratti addirittura sferzante, che non permette trasporto ma comunica piuttosto tensione, se non timore, per la continuamente minacciata escalation rumorista. Sarebbe facile, vista l’informalità della musica, delegare il giudizio al semplice gusto personale, se non addirittura all’emotività del momento, optando ora per il primo, ora per il secondo lato, ma la realtà è che l’opera non è scomponibile e travalica anche la semplice idea di complementarietà; in fin dei conti le violente dinamiche del secondo lato non sono meno emotivi dei vibranti saliscendi del primo, così come non è meno purificante la meditazione di questo rispetto alla catarsi di quello opposto (e chissà, forse anche le due conchiglie in copertina solo due facce di un unico esemplare). Prendere o lasciare dunque, consapevoli che non è musica che cerca di portare più in là i confini della ricerca ma che, se approcciata con la giusta attenzione, può regalare un’esperienza d’ascolto intesa e tutt’altro che banale., guardandosi dentro e fuori contemporaneamente.

Tagged under:

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Secret Shame - Dark Synthetics (Taxi Driver, 2020)

Ottimo goth revival per questi giovani statunitensi della North Carolina. Sembra di aprire le polverose pagine di un Rockerilla del…

24 Nov 2020 Reviews

Read more

Bron Y Aur - Millenovecentosettantatre (Wallace, 2007)

Gruppo di dichiarata ispirazione seventies, i Bron Y Aur seguono ormai da anni il proprio discorso artistico infischiandosene altamente di…

04 Jun 2007 Reviews

Read more

Mingle – Static (Kvitnu, 2015)

Viaggia solo stavolta Andrea Gastaldello, in arte Mingle, dopo le ottime uscite in compagnia di Andrea Faccioli e Deison (ben…

09 Oct 2015 Reviews

Read more

Five Rooms - No Room For Doubt (Amirani, 2010)

Five Rooms non è un gruppo nuovo scoperto dalla Amirani ma una vera e propria all star band che vede…

01 Mar 2010 Reviews

Read more

Rock And The City - Sex, Drugs & (Fake) Rock…

Perché Chris Robinson è di nuovo single? Che c'entra col punk di New York? Che ruolo ha mai Kate Moss…

02 Sep 2006 Articles

Read more

Barr - Summary (5 Rue Christine, 2007)

Batteria, e solo ogni tanto il basso e la tastiera accompagnano Brendan Fowler nel suo parlare da solo: Barr infatti…

29 Jan 2007 Reviews

Read more

Rogue State - Poetry Is Not For Me (Shove/Green Records,…

Dall'algida provincia alessandrina ritornano quattro "brutte ghigne" arcinote a chi bazzica da un po' l'ambiente indie. Vi lascio immaginare infatti…

02 Mar 2016 Reviews

Read more

Dwarfs Of East Agouza / Chris Corsano & Bill Orcutt…

Dopo il recente e interessante Carte Blanche, continua la Saraswati Series della Unrock con il nuovo capitolo split Electric Smog,…

13 Jun 2019 Reviews

Read more

Anti You - Blank Stares (Agipunk, 2013)

Secondo disco sulla "lunga" distanza ed ennesima grande prova dei romani Anti You che, secondo i loro canoni, sfornano 16…

01 Apr 2014 Reviews

Read more

Low - 3/4/2019, Auditorium Parco della Musica (Roma)

I Low e la trasfigurazione come soglia necessaria Non sapevo cosa aspettarmi dal nuovo live dei Low alla luce del…

12 May 2019 Live

Read more

Bonora - Nabucco Situation (Second Family, 2009)

Con un disco così intitolato, questo terzetto elettrico-elettronico non poteva che venire dalla ridente città di Parma, ridente perché…

08 Jul 2009 Reviews

Read more

Newdress - Newdress (Kandinsky, 2010)

Quando si infila nel lettore un cd che si presenta così ben confezionato (illustrazioni di Mirko Pellizzoli, packaging e grafica…

19 Jan 2011 Reviews

Read more

Aucan - S/T (Africantape/Ruminance, 2008)

Giù la maschera: ero partito molto prevenuto nei confronti degli Aucan, temevo che sulla scia dei Three Second Kiss fossero…

16 Jun 2008 Reviews

Read more

Bug Jargal - S/T (Aut, 2014)

­ Recuperare dischi dal passato e ristamparli dopo quasi vent'anni è sempre un'operazione un po' pericolosa, perché si rischia di…

24 Jul 2014 Reviews

Read more

Caligula031/Le Cose Bianche – Final Muzik CD-Singles Club 06 (Final…

Mancava ancora, al novero dei generi presi in esame dal single club della Final Muzik, la virulenza del power electronics;…

13 Oct 2014 Reviews

Read more

Sergeant Buzfuz - Here Come The Popes (Part Three) (Blang,…

Here Come the Popes è una serie di singoli incisa dai Sergeant Buzfuz, bizzarra compagine di stanza a South London,…

11 Nov 2009 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top