Far – At Night We Live (Arctic Rodeo, 2010)

Ritornano i Far, per qualcuno degli illustri conosciuti ma resta che si tratta di un gruppo con parecchi dischi all'attivo su major (Epic), oltre che vedere in line up Jonah Matranga che è un ex-Onlinedrawing, ex-New End Original. Trattandosi della Arctic Rodeo e di un gruppo conosciuto per il suo rock melodico dal profilo roccioso la somma delle parti è uguale al risultato globale, com'è giusto che sia. Si tratta di un lavoro dal profilo molto mainstream fatto e finito per poter competere con il materiale medio di Mtv; in fin dei conti suono, voce e riff ci sono tutti e il tiro del gruppo è messo pienamente a frutto, ma in tal proposito credo che sia anche giusto ricordare che Shaun Lopez che ha mixato tutto il lavoro è uno dei membri del gruppo (già in studio con i Deftones).
Nell'ascoltare dischi del genere mi rendo conto della portata di molti gruppi indie negli anni novanta nel traghettare questo suono su major, infatti al di là della voce morbida e vagamente post-emo-core, il suono super laccato, muscolare ma pur sempre melodico è quello che in altri tempi avreste potuto ascoltare su Revelation o Deep Elm. Pur apprezzando molto le cose più dinamiche e grintose credo che alcune delle tracce che staccano di più come ad esempio l'atmosferica When I Could See o alcuni episodi più elaborati e post-Seattle come Dear Enemy mettano meglio in luce la capacità di scrittura di una band che non si improvvisa a suonare questa roba. Il taglio del gruppo, marcatamente made in Usa a tratti se la gioca anche con gruppi come Jet e Hives nel recupero di un certo rockandroll anglofono di altri tempi, l'unica sostanziale differenza è che mentre gli altri due paralleli a tratti si buttano in una fotocopia cartacarbone degli originali (vogliamo parlare di quanto Are You Gonna Be My Girl sia un plagio di Lust For Life di Iggy Pop), i Far, alle aperture che in fin dei conti le caratterizzano, non ci rinunciano. Non così distante da alcuni dei gruppi citati o da cose come Fall Out Boy o My Chemical Romance con un piglio leggermente meno commerciale. Anche se non si tratta proprio di roba per la quale impazzisco è un ottimo prodotto (e mai parola fu più esplicativa).

Tagged under: , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

VV.AA. – III° Tagofest (Coproduzione, 2009)

Fa un po' tristezza pensare che questa, che doveva essere la celebrazione di uno dei festival indipendenti più rinomati della…

22 Nov 2009 Reviews

Read more

Metzengerstein - Albero Specchio (Sonic Meditations, 2013)

Avere la prima uscita della carriera per l'etichetta di Justin Wright (alias Expo '70) è certamente un buon biglietto da…

23 Apr 2013 Reviews

Read more

AA. VV. - Brigadisco 4 - Capropoli (Brigadisco, 2012)

Le compilation della Brigadisco si preoccupano, di anno in anno, di fornire una panoramica sui gruppi che transitano dalle parti…

13 Sep 2012 Reviews

Read more

Camion - A Serenade For Yokels (Autoprodotto, 2011)

Appena mi è capitato fra le mani il disco di questo terzetto romano non ho potuto non pensare che avessero…

27 May 2011 Reviews

Read more

Marvin – Hangover The Top (Africantape, 2010)

Continua da parte dell'Africantape l'esplorazione del suono post in tutte le sue sfaccettature. Quello che propongono i Marvin, terzetto francese…

01 May 2010 Reviews

Read more

Maggot/Heifetz – Plays The Music Of Slobodan Kajkut (God, 2013)

Uno split LP in cui due formazioni chitarra-batteria interpretano composizioni di Slobodan Kajkut, dal tono evidentemente minimalista: il suono, nei…

20 May 2013 Reviews

Read more

Casa Del Mirto – 1979 (Mashhh!, 2011)

I pomeriggi da piccolo, quando giocavi con gli amici senza stancarti mai, dove pure le giornate non finivano più. Il…

12 Mar 2011 Reviews

Read more

Low Low Low La La La Love Love Love -…

Continua la carriera discografica di questa band inglese che risponde al nome bizzarro di Low Low Low La La La…

01 Dec 2009 Reviews

Read more

The Caretaker – Patience (After Sebald) (History Always Favours…

Album ambizioso a nome The Caretaker, ovvero Leyland James Kirby. In un attimo Patience ti conduce ti trasporta in…

27 Aug 2012 Reviews

Read more

Reflue - A collective Dream (Shyrec, 2006)

Superpop anglofono di quello in stile Homesleep di poco tempo fa tanto per intenderci, ora la Homesleep ha fatto scuola?…

16 Oct 2006 Reviews

Read more

Minnie's - Il Pane E Le Rose (No Reason/Antstreet, 2006)

Un altro ritardo cronico nelle recensioni? Sì e no stavolta: è da parecchio che aspetto il nuovo disco dei Minnie's…

11 Nov 2007 Reviews

Read more

Adam Wolf - Songs I/II (Autoprodotto, 2018)

Adam Wolf ha due band di musica energica e chitarrosa (Wolfhand e Sleeping In), non particolarmente originali: le foto dei…

01 Mar 2018 Reviews

Read more

Marta De Pascalis – Quitratue (Autoprodotto, 2014)

Marta De Pascalis l’abbiamo conosciuta grazie alla compilation Burnt Circuits Kept Under My Bed, dove si segnalava con uno dei…

20 Feb 2015 Reviews

Read more

Ground Unicorn Horn - S/T (Three.One.G, 2007)

Piccoli oggettini e deformazioni fisiche. Ossa inesistenti e problemi di dieta. Temporanei divertissement di annoiati e insofferenti capipopolo. Tutto…

14 Feb 2008 Reviews

Read more

Alberorovesciato/Donato Epiro - S/T (Sturm Und Drugs, 2010)

Nuovo lavoro per l'etichetta pugliese e nuovo episodio per Donato Epiro, questa volta in combutta con Alberorovesciato per uno split…

04 Oct 2010 Reviews

Read more

Gerstein – Live Radio Blackout 1999 (Luce Sia, 2016)

È uno dei nomi storici della musica di ricerca nostrana quello di Gerstein, sigla dietro cui si nasconde il torinese…

22 May 2017 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top