Empty Chalice – Emerging Is Submerging-The Evil (Industrial Ölocaust, 2017)

Empty Chalice, metà del duo italo-russo Gopota (la metà nostrana, per essere precisi), così si presenta sulla propria pagina Facebook: “Creatore di sonorità death industrial e death ambient”. Sembrerebbe una dichiarazione che non ammette repliche e guida l’ascoltatore su binari ben definiti ma la citazione di David Lynch nelle note di copertina della cassetta ci ricorda – non tanto per quel che dice quanto per chi lo dice – che non tutto è ciò che appare. Così se il suono e le strutture che troviamo in Emerging Is Submerging-The Evil sono tipiche dei classici lavori usciti negli anni per Cold Meat Industry o Cold Spring, il feeling è decisamente diverso, a tatti malinconico a tratti suadente, senza che la cosa renda comunque l’ascolto più rassicurante. Look Into My Eyes, coi suoi droni profondi su cui aleggia una chitarra che richiama l’Oren Ambarchi di Triste è un incipit inatteso che invita all’ascolto partecipe ed è confermato dalle atmosfere oscure ma sinistramente attraenti di Muffled Scream dove lontane melodie, come voci di sirene, ci attirano in un paesaggio livido che deve qualcosa ai Raison D’Etre di Peter Anderson. Pur rimanendo entro i limiti dei suddetti generi la musica di Empty Chalice sembra voler manifestare sofferenza più che infliggerla. Lo scenario cambia girando il lato ma non potevamo non aspettarcelo. Sideral è una sinfonia decadente dove precipitare vuol dire aleggiare in un cosmo di droni ruvidi solcati da sciabolate metalliche mentre voci distorte salmodiano in modo poco comprensibile, poi, passando per le classiche strutture death industrial di Emerging Is Submerging, si giunge all’inferno scoperchiato di Stolen Breaths And Destroyed Hopes, punto d’arrivo e non ritorno che, a partire dal titolo e attraverso il suono opprimente di mille voci che si sovrappongono nel noise che ribolle, chiarisce come non ci possa essere redenzione alcuna. È da qua, guardandosi indietro, che tutto il percorso si fa manifesto: lontano dal solito nichilismo, Emerging Is Submerging–The Evil mette in luce senza compiacimento quel sottile fascino che è proprio del male e che contribuisce a renderlo così terribile. Una cupa riflessione, senza sconti, faccia a faccia con il lato oscuro dell’essere.

Tagged under: , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Messa In Piaga - S/T (Autoprodotto, 2013)

Ennesima sbrodolatura scatologica per Hugo Bandannas ed Alessandro Scotti arrivati qui finalmente dopo mille sforzi ai minimi storici. Del…

14 Jan 2014 Reviews

Read more

Merzbow – MONOAkuma (Room40, 2018)

Se un amico neofita mi chiedesse 10 dischi fondamentali per comprendere il genere noise, tra quei dieci ce ne sarebbero…

13 Dec 2018 Reviews

Read more

Ur - Trieb (Topheth Prophet, 2008)

Trieb in tedesco vuol dire impulso, ma la parola ricorda anche l'inglese tribe, ed entrambi i termini sono utili per…

19 Apr 2009 Reviews

Read more

The Star Pillow/Larkian – Split Tape (Dead Vox, 2016)

Due uomini armati di chitarra si dividono i lati di questo nastro della svizzera Dead Vox e danno un saggio…

27 Feb 2017 Reviews

Read more

Terrapin - Killing HF Harlow (Fratto9 Under The Sky, 2012)

Devo ammettere che all'inizio avevo sottovalutato questo disco, infatti si tratta di un lavoro molto calibrato e subito mi ero perso…

21 Nov 2012 Reviews

Read more

Il Buio - L'Oceano Quieto (Autunno Dischi/To Lose La Track,…

Dopo un esordio fulminante con il 12" del 2012 e il notevole 7" dell'anno scorso a conferma ulteriore dei numeri…

27 Mar 2013 Reviews

Read more

(r) - Titan Arum ( Cheap Satanism/Delete Recordings, 2021)

Non è semplice calarsi dentro Titan Arum. I primi due minuti e trenta di Botox sono infatti in qualche modo…

28 Dec 2021 Reviews

Read more

Claudio Parodi - The Mother Of All Feedback (Extreme, 2009)

Terzo giro di boa per il ligure Claudio Parodi e terzo disco che mette in luce quanto si tratti del…

29 Sep 2009 Reviews

Read more

Molestia Auricularum – Dissolvi (Dokuro, 2017)

Avevo un ricordo lontano di Molestia Auricularum (nome dietro cui si nasconde Federico Trimeri, bassista degli Storm{o}) risalente a un…

28 Dec 2017 Reviews

Read more

Roncea & The Money Tree - S/T ep (Electric Cave/Canalese…

Nicholas Roncea ha pubblicato un paio di anni fa Eight Part One, un album molto bello che, in teoria doveva…

14 Sep 2016 Reviews

Read more

Di Domenico/Henriksen/Yamamoto - Clinamen (Off/Rat, 2011)

Ecco un gran bel disco alla faccia del jazz che non si muove, di quello che resta statico e legato…

08 Jun 2011 Reviews

Read more

Daniele Santagiuliana – La Cupa (Looney-Tick, 2021)

Fra le tante identità che l’espressività di Daniele Santagiuliana assume o ha assunto (The Anguish, Anatomy, Kotha, Testing Vault, giusto…

20 Dec 2021 Reviews

Read more

Ninni Morgia & Marcello Magliocchi – Season Two (Solar Ipse,…

La parola scritta si fa suono e così Solar Ipse, ottima fanzine cartacea, si trasforma in etichetta discografica per dare…

19 Jun 2012 Reviews

Read more

The Necks – Body (Fish of Milk/ReR Megacorp, 2018)

Nuovo disco dei Necks uscito in estate ma che di certo si farà apprezzare per più di una stagione. Ogni…

14 Sep 2018 Reviews

Read more

April Fools Day - 9th (Junk, 2008)

Chi dice che la Spagna non ha nulla da offire in ambito indipendente? Etichette come la Elefant Records e festival…

28 Nov 2008 Reviews

Read more

AA.VV. – The Show Must Go Home, Season 2 (GRCC/Ozky/Spettro/Gatto…

Arriva anche quest'anno la compilation rappresentativa della rassegna di concerti gastro-musicali organizzati in quel di Roma da D.B.P.I.T. e Xeena.…

18 Jul 2012 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top