dQtç – Nullachtfünfzehn (Invaders, 2011)

Si definiscono un trio di improvvisazione noise ma Antoine Läng, voce ed elettronica, Vincent Membrez, synth, e Lionel Friedli, batteria, sembrano dare forma più ad una sorta di oscuro e malatissimo funk, dove ritmiche fuori controllo e bassi sintetici fanno da controcanto a vocalizzi devastati da effetti ed elettronica.
Disco denso di idee, in Nullachtfünfzehn trovano posto anche lunghe parentesi ambient a spezzare la tensione ritmica messa in piedi dal trio. Come dei Les Fly Pan Am virati doom jazz, o viceversa come dei Monno votati al funk, e con qualche sperimentalismo vocale vagamente alla Mike Patton, i dQtç disegnano sette ambienti sonori dal peso specifico elevato quanto l’uranio, monolitici e opprimenti, ma, nondimeno, ricchi di lunghi momenti ipnotici. Unico limite, pur se questa può sembrare una critica del tutto gratuita: sicuramente originale nelle intuizioni che mette in tavola, il disco è parzialmente penalizzato dalla sua lunghezza spropositata, quasi 80 minuti di un simile macigno sono difficili da digerire per intero anche dall'ascoltatore più bendisposto. Ma tant’è: consigliato.

Tagged under: , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Rashad Becker - Traditional Music of Notional Species (Pan, 2013)

Titolo evocativo e assai appropriato quello dell’esordio del master of mastering Rashad Becker, titolare in quel di Berlino del Clunk…

20 Aug 2014 Reviews

Read more

Things we lost in the fire-starter aka memorabilia di un…

Prima dello scoccare del nuovo anno, l'impavido Gusmerini offrì un'ardita lista che pose a riflessione de lo miglior materiale che…

14 Jan 2011 Articles

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 36 (02/07/15)

Puntata numero trentasei della terza stagione di The Sodapop Fizz, Alberto Boccardi ospite di Emiliano e Massimo con un po'…

05 Jul 2015 Podcasts

Read more

Andrea Senatore & Giovanni Sollima - De/Nucleo (Minus Habens, 2012)

Dopo Psychofagist vs Napalmed, proseguiamo con le scellerate collaborazioni, questa volta nei piani alti dell'empireo andando a scomodare addirittura Giovanni…

16 May 2013 Reviews

Read more

Micah Gaugh Trio - The Blue Fairy Mermaid Princess (Africantape,…

 Jazz, free, songwriting... non vi basta? Bello, bello, bello. Potrei chiudere qui e dirvi di andare a recuperare questo disco,…

05 Apr 2013 Reviews

Read more

Beasts of Bourbon - the low road (Red Eye/Polydor, 1991)

Le Bestie del Bourbon erano abituate a vedere canguri e koala che gli attraversavano la strada mentre vagavano in mezzo…

20 Jul 2006 Reviews

Read more

Gianni Lenoci/Gianni Mimmo - Reciprocal Uncles (Amirani, 2010)

In contemporanea al duo che vede coinvolto Cristiano Calcagnile e Monica Demuru (Blastula) la Amirani spara quest'altra coppia che vede…

06 Apr 2010 Reviews

Read more

Person L - The Positives (Arctic Rodeo, 2009)

L'instancabile etichetta di Amburgo anche questa volta non manca il colpo, anzi espandendo le vedute e il carattere del…

21 Dec 2009 Reviews

Read more

Hall Of Mirrors - Reflections On Black (Silentes, 2007)

Credo che sia la prima volta che su Sodapop venga recensito un lavoro di Andrea Marutti e/o di Giuseppe Verticchio,…

30 Aug 2007 Reviews

Read more

Strongly Imploded - Why Use A Proxy? (Ikuisus, 2009)

Per quanto non ci sia alcuna specifica all’interno del cd se non delle sigle, guardando sulla loro pagina myspace ho…

23 Jul 2009 Reviews

Read more

Vitas Guerulaitis – S/T (Cheap Satanism, 2011)

Tempo fa (quando? boh!) l'avrebbero chiamato art-rock, per dare un nome a certi ritmi sghembi e a voci storte e…

16 Dec 2011 Reviews

Read more

Tying Tiffany – Peoples Temple (Trisol, 2010)

Se esistono l'heavy metal e l'hard rock, perché non possono esserci anche l'heavy o l'hard plastic? Ecco, hard plastic mi…

15 May 2010 Reviews

Read more

Omosumo - Ep (Auprodotto, 2008)

Ancora Sicilia, ancora promesse, ancora cose da dire. Potremmo quasi definirla una seconda ondata, considerando come prima quello fiorita…

17 May 2009 Reviews

Read more

Daimon – S/T (Metzger Therapie, 2016)

Daimon è il nome che prende l’incontro fra la chitarra elettrica di Paolo Monti (The Star Pillow), le macchine elettroniche…

13 Feb 2017 Reviews

Read more

3eem - Echoes (White Label, 2011)

Di nuovo i 3eem, chi l’avrebbe mai detto? Onestamente disperavamo di ascoltare un seguito a Third Segment, vista l’assenza dalle…

16 Jan 2012 Reviews

Read more

Hibagon - Polyposmic (Taxi Driver, 2019)

Matematica impossibile, cosmica e con derive metalliche neanche troppo mascherate. Album totalmente strumentale per questo duo bergamasco interamente dedito ai…

04 Feb 2020 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top