Don’t Mess With Texas – Los Dias De Junio (Moonlee, 2007)

Don’t Mess With Texas, letteralmente "non fare il furbo con il Texas" (pare fosse scritto sui cartelli stradali del simpatico stato statunitense), sono un quartetto di post rock strumentale proveniente da Zagabria, Croazia. Essenzialmente cinematici, malinconici e predisposti al fraseggio in minore, quando non finemente epici ed emotivi, riescono ad evitare le soluzioni più ovvie (quiete, crescendo ed esplosione) in favore di atmosfere più dimesse e intriganti.

Se il telaio principale si fonda sulle strutture portanti di chitarra basso e batteria, a disegnare la maggior parte delle melodie ci pensano un piano e, talvolta, un synth programmato con i suoni degli archi (vorrete mica farmi credere che sono archi veri? Se si vorrei parlare con il vostro tecnico del suono). Nonostante l'apparente omogeneità del disco, ogni brano riesce ad avere una sua personalità, tanto che, per suggestione, durante l'ascolto, cercando qualche nome da appiccicare alla recensione, ho divagato dai Milemarker, per il suono del synth e il giro di chitarra nei primi due minuti di Los Dias De Junio, il brano che apre il disco, ai Dilute, per l'arpeggio di He Builds Houses Like Tree, ai Rachel’s, per l'incedere classicheggiante del piano, senza riuscire mai a mettere bene a fuoco, confuso anche un po' da quella Kad Ja Podoh, rifacimento di una canzone tradizionale croata che sbuca a metà disco, che potrebbe essere il lato B di qualche Nick Cave d'annata se solo fosse cantata. E tutto ciò è sicuramente il pregio principale del disco. Se ci devo trovare un difetto, invece, punterei il dito sul piano/synth che trovo a tratti decisamente invadente e barocco, una maggior asciuttezza formale da parte sua non sarebbe stata forse disprezzabile, ma in fin dei conti è appunto un volere mettere a tutti i costi i puntini sulle "i" e nei fatti Los Dias De Junio si rivela un buon disco, probabilmente superiore a molti altri nel genere.

Tagged under: , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Nekrasov/Humiliation – Split CD (New Scream Industry, 2009)

Con un po' di ritardo, ma anche questo CD viene dagli antipodi portato a mano dal nostro boss, mi appresto…

18 Jan 2011 Reviews

Read more

Brian Peterson - Burning Fight (Revelation, 2009)

E' un periodo in cui mi rendo sempre più conto di quanto il tempo scorra veloce, il peggio è che…

25 Feb 2010 Reviews

Read more

Amp - All Of Yesterday Tomorrow (RROOPP, 2007)

Alla domanda su cosa cosa c'è stato a Bristol negli anni '90 la risposta standard è il trip-hop, ma dando…

26 Jun 2007 Reviews

Read more

Babau – Papalagi (Arte Tetra/Narvalo, 2015)

Arte Tetra, piccola etichetta marchigiana devota al nastro magnetico (ha in catalogo non solo cassette ma anche un VHS) si…

16 Sep 2015 Reviews

Read more

R-11 - Waschmaschine (Lizard/HysM?/Moving, 2014)

Sfuggente ed eclettica creatura questa lavatrice che come molti power trio consumati da anni di jam crea una fluida  macchina…

29 Jan 2015 Reviews

Read more

ElectroAcousticSilence - Flatime (Amirani/Grim, 2010)

Ieri sera mentre facevo zapping, mi trovo di fronte a questa formazione che ad Umbria Jazz esegue Imagine come pezzo…

30 Jun 2010 Reviews

Read more

Soft Black Star & Zeno Gabaglio/Mike Cooper – The Good…

Incidenti a catena sulla strada della Old Bicycle: con questa cassetta siamo giunti alla settima uscita della serie Tape Crash,…

17 Feb 2014 Reviews

Read more

AfarOne - Lucen (Karlrecords, 2012)

Un disco da dopo calura estiva? Forse sì, AfarOne è un ragazzo italiano trasferitosi in Spagna, l'etichetta è quella Karlrecords…

27 Sep 2012 Reviews

Read more

Anders Vestergaard & Finn Loxbo - I’m Fine With The…

La collaborazione tra il chitarrista avant svedese Finn Loxbo, attivo in formazioni di spessore come la Fire Orchestra e l’ottimo…

26 Sep 2018 Reviews

Read more

Live Footage - Doyers (Autoprodotto, 2013)

Topu Lyo e Mike Thies da più di cinque anni servono la scena di New York City con la loro…

18 Jul 2013 Reviews

Read more

Harembee – Different Strokes EP (Autoprodotto, 2010)

Il progetto, attivo da diversi anni, è giunto al suo secondo EP. Una ben stringata presentazione danno di loro i…

24 Apr 2011 Reviews

Read more

DsorDNE - Grafio Ricerca 010 (Asbestos Digit, 2018)

Torna un monicker storico della scena industriale italiana, DisorDNE, dietro al quale prendono forma le visioni sperimentali di Marco Milanesio.…

24 Jul 2018 Reviews

Read more

Lee Ranaldo – 22/06/13 Castello Scaligero (Valeggio Sul Mincio –…

Dopo una stagione che, nella storica sede di Villa Zamboni, ha messo in fila diversi bei nomi, l'associazione Humus si…

05 Jul 2013 Live

Read more

Maurizio Bianchi + Ics - Vir-Uz (Farmacia901, 2012)

Nella discografia di Maurizio Bianchi del secondo periodo, quello del ritorno sulle scene dopo la conversione, il tema religioso è…

10 Apr 2012 Reviews

Read more

Father Murphy - 19/12/08 Morya (Cellatica - BS)

Mancando pochi giorni al Natale sta a Father Murphy fare gli auguri di buone feste al pubblico intervenuto al Morya…

29 Dec 2008 Live

Read more

The Dutch Courage – An Antology Of Collected Wreckages (Under…

Echi di naufragi lontani. Registrato in un lasso di tempo che va dall’inverno del 1998 all’estate del 2003, An Antology…

10 Oct 2014 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top