Death Mantra For Lazarus – Mu (Grammofono Alla Nitro, 2010)

Ancora tu? Ma non dovevamo vederci più? Non parliamo ovviamente di Lucio Battisti, il cui ritorno ci inquieterebbe assai, essendo da tempo trapassato, ma del postrock, quello classico, coi suoi strumentali dilatati, i giri circolari, i crescendo e le melodie liquide. Quello che si rifiuta di estinguersi. Quello che fanno e lo fanno bene, i Death Mantra For Lazarus.
Sono in quattro, provenienti da Pescara e tutti prestanti servizio in altri gruppi di area post-hardcore (Zippo, Keep Out e Negative Trip), dato significativo che accomuna il loro percorso a quello degli iniziatori del genere, sebbene compiuto a quasi quindici anni di distanza. Per i DMFL si tratta quindi un processo naturale e non imitativo, che permette di superare d'un balzo tutti i bolsi cloni dei Mogwai che mai si sono spinti ad indagare le radici dei maestri. Fa testo il pesante basso posthardcore che affiora in diversi momenti, le partiture noise che seguono il pezzo parlato (a opera di Umberto Palazzo) in Maria Callas, o l'intera, equilibratissima Carousel: inizio con delicati intrecci acustici, intermezzo in puro stile pinkfloydpompeiano e finale violento che richiama alla mente Like Herod. Purtroppo è però un album confinato in un genere che da tempo ha già detto tutto, il cui difetto è quello di non dare elementi che facciano presagire la possibilità di svilupparsi verso direzioni originali. Un gran bel lavoro, certamente uno dei migliori del genere concepiti nel nostro paese, ma fuori tempo massimo. Ma se si volesse, uno di questi giorni, celebrale finalmente il funerale del postrock, questo sarebbe un mantra di morte quanto mai adatto.

Tagged under: , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

White Hex - Heat (Avant!, 2012)

I White Hex sono un duo australiano composto da Tara Green e Jimi Kritzler, per un po' di tempo di…

11 Jan 2013 Reviews

Read more

Giulio Aldinucci - Archipelago EP (Other Electricities, 2013)

Secondo episodio della discografia di Giulio Aldinucci dopo l'abbandono del monicker Obsil e prima uscita su cassetta, questa volta per…

17 May 2013 Reviews

Read more

Giovanni Rossi – Industrial [R]Evolution (Tsunami, 2011)

Va sempre più arricchendosi la bibliografia riguardo alla musica industriale in lingua italiana. Quest'opera di Giovanni Rossi, giornalista di Ritual…

28 Sep 2011 Reviews

Read more

Deison - Magnetic Debris vol.1 & 2 (Dissipatio, 2022)

Il passato che ritorno non è, in genere, una buona cosa: fantasmi, storie che credevamo dimenticate o, quando va bene,…

24 Mar 2022 Reviews

Read more

Romina Daniele - Aisthanomai. Il Dramma Della Coscienza (Polygram, 2008)

Partirò subito dicendo la cosa più scomoda, ovvero che si tratta di un disco in cui lo…

23 Apr 2008 Reviews

Read more

Mongoholi Nasi - Contusioni (Niente, 2011)

Non poteva mancare un nuovo episodio della saga sonora di Mongoholi Nasi sulla genovese Niente, infatti nel passato il signor…

15 Dec 2011 Reviews

Read more

Picore - Assyrian Vertigo (Jarring Effects, 2012)

Concettuale e ostico, il sestetto francese Picore si immerge con l'album Assyrian Vertigo in una sorta di delirio in…

03 May 2012 Reviews

Read more

Johnny Grieco - Affanno D’Artista (Snaps, 2009)

Il leader e indiscusso frontman dei Dirty Action torna con un lavoro che fin dalla cover è una dichiarazione…

15 Mar 2010 Reviews

Read more

The Bowerbirds - Hymns For A Dark Horse (Dead Oceans,…

Che, da qualche parte, la quadratura del cerchio dovesse arrivare, era ovvio. Pacifico era che, per qualche folkster impazzito che…

19 Oct 2008 Reviews

Read more

Tanake - 3ree (Fratto9 Under The Sky/Ebria/Nipa, 2007)

Mi sono avvicinato al disco dei Tanake in modo molto curioso ma allo stesso tempo circospetto, la ragione stava nel…

28 Dec 2007 Reviews

Read more

Philippe Petit – Multicoloured Shadows (Aagoo, 2015)

Philippe Petit è sempre lui, multiforme - per quanto la cosa possa sembrare un ossimoro – e prolifico: per quanto…

18 Jan 2016 Reviews

Read more

Fenster - The Pink Caves (Morr Music, 2014)

Beh, se questo non è un disco giusto per un'estate solo di nome... I Fenster - quartetto con base a Berlino…

09 Sep 2014 Reviews

Read more

The Connie Capri Organ Chamber Orchestra - S/T (Wallace, 2008)

Che Mirco Spino nonostante un malcelato passato hardcore (e non per i film con Rocco e John Holmes) sia diventato…

07 May 2008 Reviews

Read more

Jemh Circs - (Untitled) Kingdom (Cellule, 2018)

Marc Richter torna con il progetto Jemh Circs e subito ripiombiamo nella sua visione musicale di plagiarismo: pop music presa…

20 Apr 2018 Reviews

Read more

Chaos Physique – The Science Of Chaotic Solutions (Jestrai, 2009)

Il nuovo progetto di Amaury Cambuzat, a suo tempo negli Ulan Bator, condiviso con Diego Vinciarelli e Pier Mecca, si…

21 Oct 2009 Reviews

Read more

MSMiroslaw - Organes De La Voix, Chants Funėbres Pour AHYHW…

Il legame di Mirko Santoru/MSMiroslaw  con la Sardegna, la sua terra, va ben oltre la semplice esistenza fisica del musicista:…

22 Jul 2018 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top