Davide Tidoni – I Noitasi Inoi (Trovarobato, 2008)

Conoscevo la Trovarobato come un'etichetta che si dedicava in prevalenza a musica ascoltabile se non quasi pop, ed invece a quanto pare in tempi caotici, in tempi in cui "gli omini no so' più omini e le donne no so ppiù donne" bisogna esser pronti ad aspettarsi di tutto. Qualcuno dell'etichetta mi aveva contattato dicendomi che si trattava di un disco non troppo distante da gente come Punck o i Logoplasm ed è vero! Diciamo che a quanto percepisco si tratta di live rercording neppure troppo lavorate (al più ripulite nel suono, ma non ne sarei comunque sicuro), studiate in modo da sfruttare il silenzio ed il panpottaggio. A quel che leggo si tratta di tutto fuorché di un cretino che si è improvvisato a fare questa roba, anzi, visto che il concetto che sta dietro al disco ed al suo ascolto è piuttosto complicato, vi invito ad andarlo a leggere nel booklet del disco o sul suo sito (http://www.davidetidoni.name).
Tre tracce sono attorno ai dieci minuti, mentre le altre cinque variano dai sei ai nove: uso massiccio di suoni molto definiti, ma mai senza cadere nel pacchiano, anzi, sorprendendo le mie aspettative questo cd è molto più tosto di quanto immaginassi e Davide Tidoni non sembra molto preoccupato di accettare qualche compromesso per renderlo più ascoltabile (il che per altro risulta anche una scelta molto intelligente visto il risultato). Fra rumori concreti, sibili e cigolii sapientemente ambientati (mi ricorda delle cose vecchie di John Muller), a livello di massa sonora il disco traccia un percorso narrativo ben sviluppato e credo che l'intento sia proprio quello di fare un lavoro completamente impostato sulla narrazione (o sulla lettura a leggere quello che scrive). Al confine fra la musica concreta e la sonorizzazione, più che lasciare il suono intatto nel nome della sound-veritè come esigono molti puristi del giro field stile Alluvial. In certi passaggi mi ha ricordato lavori della Emprinte Digitales che mediamente oltre a produrre compositori, conta buona parte dei cd ammantati di una patina digitale mica da ridere. Quanto la definizione sonora non è maniacale e gli oggetti risuonano in modo più naturale non si allontana neanche troppo da alcuni lavori della Creative Sources pur non abbandonandosi all'elettroacustica. Nelle varie tracce il silenzio prende uno spazio per nulla secondario tanto che a parte la divisione scelta (in modo per nulla casuale) a volte è difficile non percepirle come un continuum frammentato da pause. Se a livello di ascolto ogni tanto qualche punto d'ombra resta ancora, per ciò che concerne il suono e l'idea globale il disco si difende molto bene pur rimanendo "roba da palati fini" e quindi non facilmente accessibile. Se Metamkine, music concrete e molte delle cose che da essa si sono sviluppate per voi hanno un senso, ecco un nome nuovo da inserire nella mappatura degli italiani che ivi si cimentano.

Tagged under: , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

KK Null – Cryptozoon Stereo Condensed Mix (Aagoo, 2014)

Il prolifico samurai KK Null, già con gli Zeni Geva ma ultimamente sempre più frequentemente in solitaria, ha trovato nell’Aagoo…

12 Oct 2015 Reviews

Read more

We Need You - S/T (Eh?, 2008)

Da free a free di recente ho ascoltato Talibam!/Jelousy Party che quando vanno liberamente lo fanno portandosi dietro un bel…

04 Dec 2008 Reviews

Read more

Sleepmakeswaves - Love Of Cartography (Bird's Robe Records, 2014)

Un imperdonabile ritardo è quello che caratterizza principalmente queste recensione. Mi spiace. Ho fatto cose, visto gente, non ho ascoltato…

13 Mar 2015 Reviews

Read more

Herba Mate - The Jellyfish Is Dead And The Hurricane…

La grafica e le note biografiche mi facevano ben sperare per questi Herba Mate. Le radici emiliane accompagnate da un…

28 Oct 2010 Reviews

Read more

Eagle Twin/Pombagira - Split LP (Mordgrimm, 2010)

Pubblicato in occasione del tour che ha visto i due gruppi attraversare l'Europa, toccando anche l'Italia (se ve la siete…

30 Oct 2010 Reviews

Read more

Cupio Dissolvi – Tanatomimesi ( Looney-Tick, 2017)

Si sentiva la mancanza di una pubblicazione che facesse tornare in scena il nome dell’oscuro progetto Cupio Dissolvi le cui…

04 Dec 2017 Reviews

Read more

Shinkei - Binaural Beats (Koyuki, 2007)

Anno nuovo, vita nuova e nuove etichette, diciamo pure che questa copre un campo stranamente poco calcato nel Bel Paese.…

03 Jan 2008 Reviews

Read more

Victor Bockris - Keith Richards (Omnibus Press, 2006)

Provvidenziale, questo ristampone in paperback piuttosto economico che la Omnibus sforna a 14 anni dalla prima uscita del volume originale.…

10 Dec 2006 Reviews

Read more

Uzi & Ari - It Is Freezing Out (Own, 2006)

Il "non-plus-ultra" (pronunciato alla Colle Der Fomento) del pop eccolo qui racchiuso in questo Uzi & Ari, mi sembrava strano…

27 Dec 2006 Reviews

Read more

Anne-James Chaton + Andy Moor – Heretics: Tout Ce Que…

Di Andy Moor, storico chitarrista degli Ex, mi è sempre piaciuto il suo saper essere tremendamente efficace nelle collaborazioni, la…

23 Jun 2018 Reviews

Read more

The Star Pillow - The Beautiful Questions (Setola Di Maiale/Taverna,…

Torna il duo degli The Star Pillow e si accasa per l'occasione su Setola Di Maiale, che come sempre ha…

16 Apr 2014 Reviews

Read more

Corrado Altieri – Less (Azoth, 2019)

Con Less Corrado Altieri dismette i panni brutali del terrorista sonoro celato sotto il nome di Uncodified per esplorare territori…

01 Oct 2019 Reviews

Read more

Roncea & The Money Tree - S/T ep (Electric Cave/Canalese…

Nicholas Roncea ha pubblicato un paio di anni fa Eight Part One, un album molto bello che, in teoria doveva…

14 Sep 2016 Reviews

Read more

Cronaca Nera - Non Consensual Violence (Luce Sia/Old Europa Cafe',…

Oscuro lavoro di power elettronica senza mezzi termini che in questa incarnazione vede tre illustrissimi dell'area grigia italica: il prolifico…

16 Apr 2019 Reviews

Read more

Xp_Devices - Starrust & Ballast (DeVega, 2008)

E se come fermamente penso, Bobby Soul è il "Re Mida della Superba", nessuno meglio dei due giovani Xp_…

26 Jan 2008 Reviews

Read more

Carla Dal Forno - 25/04/2018 Monk (Roma)

Finalmente recuperate le date di presentazione dell’ep The Garden dopo la cancellazione del tour italiano dello scorso anno. La proposta…

02 May 2018 Live

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top