Davide Cedolin – Contemplations and other Instrumentals from the Valley (CD Ramble, 2022)

Diciamocela tutta, basterebbe il titolo.

Socchiudi gli occhi, un refolo di vento ed è tutto lì. Ma in realtà c’è molto di più anche in questa raccolta di Davide Cedolin, nel mio immaginario ormai diventato un hobo dei colli liguri, chitarra e speroni su terra aspra. Qui non si smentisce, riuscendo a catalizzare l’attenzione in una raccolta spuria e frammentaria, quasi come il terriccio dal quale estrarre quale misera pagliuzza d’oro. Davide parte con quelle che chiama contemplazioni chitarristiche improvvisate, che poi rifinisce aggiungendo una povera strumentazione, composta da un’acustica, armonica, organo e bowed banjo (che sembrerebbe essere un banjo ad arco). Oltre alle sue due mani può disporre di un’elettrica, fornita da Paolo Tortora (già suo sodale nei Japanese Gum) su tre brani.

Ma non pensiamo a tutto questo, limitiamo a socchiudere gli occhi ed a librarci in volo, planando su brevi viaggi oppure soffermandoci su microcosmi, talvolta crogiolandoci su suoli rivoltati. La musica di Davide riesce ad allinearsi con gli elementi, essendo saldamente villana. Brace, specchi lacustri, spighe, insetti. Nulla è levigato, l’alcool è verosimilmente casalingo e le norme produttive e di sicurezza sono quelle che sono. Con Embracing the Unknown parlavo espressamente di west, qui siamo però oltre, drammaticamente. La vallata sembra sia stata rasa al suolo. Saranno state le locuste, gli Indiani, i Rangers…non sta a noi capirlo, quel che è certo è che Davide è riuscito in qualche modo a racimolare il minimo della sua attrezzatura, fare qualche metro in altezza ed appoggiarsi vicino ad una fonte, ritornando prepotentemente alla natura. Ci sono gli insetti, le ruote di un piccolo mulino, la consapevolezza che tutto questo non avrà vita lunga. Ma forse è proprio questa consapevolezza a spingere il bisogno di fissare su nastro tutto ciò: tracce che servano sia da monito che da lenitivo, rendendo attenti i prossimi compagni di ventura a quel che potrebbe accadere, saggi rispetto a poche semplici regole. Rispettare il vento, succhiare il midollo dalle ossa, non scherzare col fuoco, non toccare la mia chitarra.

Sto scherzando, c’è tempo anche per un brano dichiaratamente sorridente, come Sunshine Loner Smile prima di avviarci verso un tramonto che più classico non si può. Gli accordi si dilatano, scalpiccii e tramestii, sabbie e petali.

The need of story telling is sometimes wordless.

È già mattino. Chitarra in circolo, note piccole e semplici, bastone a riattizzare le braci, il proprio soffio a scaldare le mani. È dicembre, non è Cormac Mc Carthy, è solo un altro giorno.

Tagged under:

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Mulo Muto & Black/Lava – Worlds Corroding Under Xenomorphs’ Ejaculations…

Dal confine italo-svizzero - ideale punto d’incontro fra le due entità che collaborano in questo progetto – allo spazio profondo…

31 Mar 2022 Reviews

Read more

Impact - Realtà Mutabili (Linea BN, 2011)

Se si dovesse definire questo libro con sole due parole, sarebbero certamente "non mediato". Non mediato è il linguaggio usato,…

02 May 2011 Reviews

Read more

Hazardous Waste - Pussyhead (Autoprodotto, 2013)

L'indefessa poetica dei rifiuti continua la propria sciancata strada attraverso i pezzi dei ritrovati Hazardous Waste che da un certo…

17 Jan 2014 Reviews

Read more

Luca Sigurtà - Bliss (Fratto9 Under The Sky, 2012)

Luca Sigurtà pubblica per la Fratto9 di Gianmaria Aprile il disco solista Bliss, che va ad aggiungersi ad una folta…

24 May 2012 Reviews

Read more

Giulio Aldinucci - Tarsia (Nomadic Kids Republic, 2012)

Il nuovo lavoro di Giulio Aldinucci esce per una etichetta giapponese e questo mi conferma l'idea che mi ero fatto…

13 Nov 2012 Reviews

Read more

Philippe Petit – Multicoloured Shadows (Aagoo, 2015)

Philippe Petit è sempre lui, multiforme - per quanto la cosa possa sembrare un ossimoro – e prolifico: per quanto…

18 Jan 2016 Reviews

Read more

Musiche per il tempo del bosco

“Il compito della guida spirituale è condurvi il discepolo per liberarlo dalla paura. Il bosco lo fa morire e rinascere simbolicamente.…

13 Nov 2017 Articles

Read more

Ripples Recordings

So che myspace per molti di voi è out e che su facebook è più facile cercare donne e uomini,…

13 May 2010 Articles

Read more

Luciano Maggiore & Francesco Fuzz Brasini - How To Increase…

Eravamo stati fra i pochi, lo scorso anno, a non entusiasmarci per l'esordio di Luciano Maggiore e Francesco Brasini: fra…

04 Dec 2012 Reviews

Read more

Ben Frost’s Music For Six Guitars – 15/09/12 Stazione Centrale…

Il festival MiTo regala sempre qualche ragione per spingersi verso Milano, cosa che altrimenti faccio malvolentieri. Stavolta l’occasione è rappresentata…

21 Sep 2012 Live

Read more

WOW - Falene (Maple Death, 2021)

Gli WOW, dacché li conosco e li ascolto, sono stati sempre portatori di due principi, stile ed eleganza. Progetto che…

16 Jan 2022 Reviews

Read more

Barnacles - Air Skin Digger (ADN, 2018)

Torna Matteo Uggeri con la sua creatura Barnacles, che al secondo disco sulla lunga distanza cresce e mette a fuoco…

24 May 2018 Reviews

Read more

Aetnea – S/T (Autoprodotto, 2012)

Gli Aetnea arrivano dal comune di Trecastagni, provincia di Catania, ma non immaginate le "solite" cose in stile Uzeda o…

06 Jul 2012 Reviews

Read more

My Speaking Shoes - Holy Stuff (Autoprodotto, 2012)

Ohhhhh. Bene. Con un paio di mesi di ritardo rispetto all'uscita, mi accingo a parlare del primo disco di una…

22 May 2012 Reviews

Read more

Andrea Senatore & Giovanni Sollima - De/Nucleo (Minus Habens, 2012)

Dopo Psychofagist vs Napalmed, proseguiamo con le scellerate collaborazioni, questa volta nei piani alti dell'empireo andando a scomodare addirittura Giovanni…

16 May 2013 Reviews

Read more

Au – Both Lights (Leaf, 2012)

Un magma musicale assurdo permea il lavoro di questi ay-yoo, progetto di Luke Wyland e Dana Valakta da Portland. …

01 Jun 2012 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top