Daniele Santagiuliana – Doppelganger (Looney-Tick, 2015)

Sono diverse le cose che Daniele Santagiuliana produce sotto mentite spoglie e tutte meritevoli: The Anguish, Anatomy (con Cristiano Deison), Testing Vault (di recente uscito con un monumentale e bellissimo cofanetto) e altre ancora; dietro le quinte di Sodapop invece gli impegni sono troppi e il tempo da dedicare alla musica troppo poco, così non sempre è possibile rendere conto di tutto ciò che si vorrebbe. Ogni volta che però arriva un lavoro a suo nome, il tempo lo si deve trovare e, chissà come, lo si trova.
Ho una possibile spiegazione: questi album rappresentano un po’ il fulcro dell’opera di Santagiuliana, il momento dove l’artista si mette a nudo e dal quale parte per rivestirsi con gli abiti degli altri progetti, una conditio si ne qua non che ci porta ad essere partecipi della sua stessa essenza; così – senza nulla voler togliere al valore degli act sopracitati – sono qua a parlarvi di questo nuovo Doppelganger. Se non lo conoscessi dalle foto che compaiono sui dischi, darei all’artista un’età abbondantemente sopra gli anta, per quella voce che sembra carica di anni e di esperienze, capace di attingere a qualcosa che va oltre l’anagrafe e il nostro piano di realtà. Ad accompagnarla, in Doppelganger, troviamo l’abituale acustica e un’elettronica minimale ma significativa, che dona varietà e sfumature senza snaturare lo stile né rendere disomogeneo l’insieme; a tratti viene alla mente Blues Funeral di Lanegan. La protagonista resta comunque sempre la voce, profonda ed evocativa, vicina in spirito ai drammi esistenziali di Michael Gira e agli spettri ancestrali di Steve Von Till, ma capace anche di visioni un po’ meno scure, come nel quasi indie di Room #262, prossimo al Pedro The Lion più tormentato. È lei che dà forma a nove canzoni alle quali ogni definizione stilistica, dal folk all’american gothic, va stretta, perché raccogliendo per strada storie, suoni, rumori, umori, mettono in evidenza la forza che viene dal continuare nel tempo, lasciandosi alle spalle ogni sospetto di passatismo. Fra queste nove storie, che ci raccontano del loro autore, ma anche di tanto altro, ognuno troverà le sue. Per quel che può valere, le mie sono la bipolare Saints Of The Alleys e The Animal Hour, solo battiti, sintetizzatori ventosi, voce e un testo da lacrime; ma davvero, non c’è nulla da scartare in questo disco. Doppelganger è orgogliosamente pubblicato dall’etichetta di casa Looney-Tick Productions: forse è una scelta, forse una necessità, ma sarebbe bello che qualcuno si accorgesse di quanto questa musica meriti di uscire dai circoli ristretti nei quali è relegata.

Tagged under: , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Konstrukt & Keiji Haino - A Philosophy Warping, Little By…

L’ensemble free-impro turco Konstrukt, dopo aver condiviso dischi e performance con artisti importanti della scena improv internazionale, invita a collaborare…

01 Sep 2018 Reviews

Read more

Tindersticks - Waiting For The Moon (Beggars Banquet, 2003)

Dunque, c’è andato l’uomo sulla luna o no? Ora che si è perso anche il video originale dell’impresa del 1969,…

23 Aug 2006 Reviews

Read more

Il Pan Del Diavolo - S/T ( 800A/Malintenti, 2009)

Avevamo terribilmente bisogno di questo duo siciliano: al 50% amaro come una sbronza cattiva e al 50% dolce e…

18 Feb 2009 Reviews

Read more

Scarnella/Fluorescent Pigs - Phonometak Series #8 (Phonometak/Wallace, 2010)

Nuovo vinile per la label di Iriondo coadiuvata dalla Wallace di Mirko Spino e ancora una volta si tratta di…

01 Oct 2010 Reviews

Read more

Monno – Ghosts (Conspiracy, 2009)

Anche il doom cerca vie per evolversi, superare la lezione dei maestri senza tradirne lo spirito. I Monno, da Berlino…

14 Dec 2009 Reviews

Read more

Stearica - Oltre (Homeopathic, 2008)

Credo che Oltre possa essere considerato a tutti gli effetti il debutto degli Stearica, nonostante una loro prima apparizione, risalente…

27 Jul 2009 Reviews

Read more

Beats Me! - Out Of The Box (Autoprodotto, 2011)

Frizzantissimo trio romano dedito sia stilisticamente che propositivamente al punk rock settantasette americano con una strizzatina di Buzzcocks. Considerdando…

12 Dec 2011 Reviews

Read more

Steinebach - Derotation (Sincope, 2013)

Per quello che si capisce da una veloce ricerca in rete Martin Steinebach nella vita di tutti i giorni è…

27 Feb 2014 Reviews

Read more

Julia Kent - Asperities (Leaf, 2015)

Julia Kent arriva al quarto disco solista e riesce a sorprendermi con Asperities, che per me è la sua uscita…

05 Jan 2016 Reviews

Read more

Werner Durand/Victor Meertens - Hornbread (Solar Ipse, 2013)

Il duo formato da Werner Durand e Victor Meertens si esibisce in performance da venti anni e solo quest'anno arriva…

18 Mar 2014 Reviews

Read more

AA.VV. - 8 Heretical Views / Two Views (Aagoo, 2013)

Addirittura due uscite di remix per Anyway Your Children Will Deny It dei Father Murphy: un 12" con il disco…

21 Feb 2013 Reviews

Read more

Es - Tutti Contro Tutti Portiere Volante (Fosbury, 2011)

Italico rock che tanto potrebbe esser caro agli amanti dei Numero 6 quanto dei Virginiana Miller. Evocativi fin dal titolo…

01 Mar 2012 Reviews

Read more

Dejligt - Feed The Dog (Matteite, 2007)

Non credo alle combinazioni, però ho appena comperato Tower/Microphone (bello e interessante, tralaltro) di Teho Teardo e contemporaneamente ho scoperto…

11 Feb 2007 Reviews

Read more

Valina - A Tempo! A Tempo! (Trost, 2008)

Mi appoggerò nuovamente al mio tormentone preferito, il grande Pozzetto di Paolo Barca, Maestro Elementare Praticamente Nudista in cui…

08 May 2008 Reviews

Read more

Karma To Burn – Arch Stanton (FABA/deepdive Rec.)

Credo che il motivo per cui la rediviva band della West Virginia non stanchi mai nonostante il susseguirsi di album…

11 Sep 2014 Reviews

Read more

St.Ride - Onde (Niente, 2009)

E così in un batter d'occhio la Niente è arrivata al Volume 4, spirito punk con grafiche ultra spartane (a…

11 Feb 2010 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top