Daniele Brusaschetto – Cielo Inchiostro (Bosco, 2012)

Daniele Brusaschetto è purtroppo uno dei segreti meglio custoditi della musica italiana. Non solo della musica underground, indie, indipendente o come diavolo volete chiamarla: della musica italiana tutta. Artista poliedrico, che passa senza problemi dal folk al metal, dalla sperimentazione all’attività di remixaggio (il suo lavoro per gli Ovo resta uno dei punti più alti della carriera del duo Dorella/Pedretti), ha dato prova delle proprie qualità in ogni ambito, ottenendo, nel corso di una carriera ormai più che ventennale, solo una limitata fama.
Probabilmente, il primo a non preoccuparsi di una cosa del genere è lui, personaggio schivo e dedito unicamente alla propria opera, ma che un album come Cielo Inchiostro non possa avere la ribalta che merita, è davvero un peccato. Nelle dodici composizioni il lato cantautorale si combina mirabilmente con quello più rumoroso: ne esce un lavoro equilibrato e poetico, in cui il rumore è orchestrato in forme fruibili, mentre la sua peculiare voce svagata è alle prese con testi ormai maturi. Alla base di ogni composizione ci sono costruzioni ritmiche intricate e ripetitive che sostengono uno strato di rumore o tenui giri di synth e basso: su tutto la voce, un morbido sussurro, riesce ad ammansire anche i momenti più rumorosi. I testi, partendo dall’infinitamente piccolo, finanche del banale, descrivono un realtà ricca di dati sensoriali, e contemplandola da una certa distanza, riescono a coglierne il senso d’assurdo e di tragedia, ma anche i frammenti di bellezza e i brevi momenti di serenità. L’unico paragone che può reggere, è con l’ultimo, sottovalutato Battiato (ma un po’ anche quello di Pollution); certo, un Battiato che invece che alla Bla Bla si è fatto le ossa alla Industrial Records, ma le canzoni hanno la stessa compostezza, la stessa linearità, che sacrifica la dinamica alla profondità. Credo di non averlo mai fatto, ma per un disco così è necessario usare, senza timore, la parola capolavoro.

Tagged under: , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Bob Corn - Songs From The Spiders House (Fooltribe, 2006)

Tiziano Sgarbi (Tizio per chi gli è amico, l'uomo dietro la label Fooltribe) è un nome che da anni…

17 Jul 2006 Reviews

Read more

Cannibal Movie – Avorio (Sound Of Cobra, 2011)

Continua a far proseliti, dalle nostre parti, un certo suono psichedelico e dilatato e forse mai come in…

20 Sep 2011 Reviews

Read more

Loren Connors & Sergio Sorrentino - Shadow (CD Suoni Possibili,…

Ogni oggetto produce un'ombra se colpito dalla luce. Anche una coppia di Stratocaster può proiettare sagome che si incontrino. Questo è…

25 May 2022 Reviews

Read more

Levator - The Biggest Waves Come At Night (Levator Music,…

Recentemente qualcuno lo ha definito dreamcore: un fumoso intruglio di loops, onirico shoegaze ed eteree santità di sapore Cocteau…

24 Feb 2009 Reviews

Read more

Sodapop Fizz – Anno 3 Puntata 8 (27/11/14)

Ottava puntata della terza stagione di The Sodapop Fizz: Emiliano e Stefano in diretta da soli per la defezione dell'ospite,…

01 Dec 2014 Podcasts

Read more

Stefano De Ponti – Fin d’Ersástz/20xx–2016 (Grotta, 2017)

Con meno di vent’anni di musica e un’età anagrafica che non tocca i quaranta è ancora lontano il tempo dei…

10 May 2017 Reviews

Read more

Setting Sun - Be Here When You Get There (Young…

Setting Sun è un progetto che nasce dalla mente di Gary Levitt, con una lineup che ruota a seconda…

29 Apr 2014 Reviews

Read more

Globoscuro - Integer (Farfromshowbiz, 2008)

Tornano i livornesi Globoscuro, usciti dal 2007 con un bel po' di dischi sparsi qua e là, ma in realtà…

08 Nov 2009 Reviews

Read more

Vetro - Rapido Sguardo Dialettico (Sincope, 2013)

Sincope non è solo una etichetta di musica noise industriale e Massimo Onza ce lo ricorda pubblicando qua e là…

10 Dec 2013 Reviews

Read more

Musica Da Cucina - S/T (CityLiving/Mondopop, 2007)

Musica Da Cucina è il progetto di Fabio Bonelli (Milaus), ideato in un appartamento dai soffitti alti e da un…

17 Jun 2007 Reviews

Read more

Terrapin - Killing HF Harlow (Fratto9 Under The Sky, 2012)

Devo ammettere che all'inizio avevo sottovalutato questo disco, infatti si tratta di un lavoro molto calibrato e subito mi ero perso…

21 Nov 2012 Reviews

Read more

STROMBOLI - Exiles (digital ep, Depths, 2021)

Facendo qualche calcolo sono più di 10 anni che in qualche modo ascolto le opere di Nico Pasquini, prima coi…

30 Dec 2021 Reviews

Read more

Neurosis - Honor Found In Decay (Neurot, 2012)

Pur portando sempre un compito rispetto verso la band, avevo ormai smesso di seguire i Neurosis da un po' di…

22 Nov 2012 Reviews

Read more

The Shivas - Without (K, 2013)

Partendo dal presupposto che la K è un'etichetta che ha positivamente segnato la mia tarda adolescenza (Bikini Kill, Built To…

08 Aug 2013 Reviews

Read more

FLTY BRGR GRL - Love You Forever (autoprodotto/Diger Distro, 2021)

Abbiamo una certa età, sappiamo riconoscere i sintomi di un’infatuazione, di un colpo di fulmine, di un innamoramento. Eccoci, in…

01 Feb 2022 Reviews

Read more

Bugo + Il Genio - 25/10/08 Mojotic @ MEP (Sestri…

Per la prima volta mi muovo verso i lidi rivieraschi alla ricerca del MEP, che mi dicono essere un capannone,…

26 Oct 2008 Live

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top