Cupio Dissolvi – Tanatomimesi ( Looney-Tick, 2017)

Si sentiva la mancanza di una pubblicazione che facesse tornare in scena il nome dell’oscuro progetto Cupio Dissolvi le cui ultime testimonianze concrete risalgono a metà degli anni ’90 quando il nostro batteva i sentieri del post-industrial parallelamente a gente come Atrax Morgue o Teatro Satanico. Da allora il progetto ha continuato a brulicare sotto la superficie con la realizzazione di lavori che non hanno trovato pubblicazione ufficiale e costituiscono il corpus a cui questa raccolta attinge. Ecco allora venti brani estratti da cinque album-fantasma dai titoli inequivocabili, in puro stile Cupio Dissolvi: Kristallnichts! (2005), Baci Della Buona Notte Vol 1 (2007), Abracadavere! (2009), The Choc Must Go On (2010) e Vermissage/Wormissage (2012). Altrettanto inequivocabile è il suono che ci catapulta indietro di più di vent’anni senza farci troppo patire la cosa, un po’ perché da allora il genere di progressi ne ha fatti pochini, molto perché rispetto a tanti epigoni o sopravvissuti di quegli anni, mi sembra di trovare qui una maggior freschezza (o forse è il gelo della morte…), un legame più profondo e meno estetizzante con la materia, una motivazione più vera. D’altronde cosa ci si può aspettare da un disco che ci accoglie – dopo aver letto il titolo che porta – con le parole “Svegliami se la vita finisce / svegliami quando la vita finisce” (Esergo)? Appunto un salutare riconnettersi con la realtà più intima delle cose attraverso un suono non particolarmente violento – non sempre almeno – ma decisamente crudo, post-industriale più per spirito che per stile, che si manifesta con brani in genere dalla durata piuttosto breve. Certo, non tutti sono di pari livello e la lunghezza dell’insieme può risultare estenuante, ma l’occasione di avere a disposizione nuovi brani di Cupio Dissolvi era troppo ghiotta per non sfruttare tutto lo spazio a disposizione. Inoltre, cosa di importanza primaria, se terapia d’urto dev’essere che terapia d’urto sia! E allora fatevi travolgere dalle strutture ballardiane di Gino De Dominicis (tutti i brani tratti da Baci Della Buonanotte hanno titoli che sono nomi propri, ci sono anche Jerzy Grotowski, Ian Curtis e John Balance), assistete impotenti al rumore bestiale che divora le voci dei bambini in Faster Pussyrob! Kill! Kill!, danzate scompostamente al suono di Corpi Mobili Vitreali e fatevi prendere dal panico fra i ritmi meccanici di Slut Machine, surfate sugli svolazzi simil-kraut di Proxima Centauri (unico brano totalmente inedito della raccolta), soccombete al ruvido massimalismo di Artrite Reumatoide. Tanatomimesi è un disco capace, se usato nel modo corretto, di riportarci nel lato oscuro dell’esistenza e forse anche un po’ oltre.

Tagged under: , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Rospi In Libertà - 12-21/08/11 Rocca Dei Tempesta (Noale -…

Estate non densissima di concerti questa, almeno per noi. Un po' di vacanze, dai... Certo, qualcosa si è visto, ma…

04 Sep 2011 Live

Read more

Justin Marc Lloyd – Funeral (Sincope, 2012)

Uno dei tanti fuoriusciti dal giro HC dei '90 fulminati sulla via del rumore (sebbene militare in un gruppo powerviolence…

12 Feb 2013 Reviews

Read more

Paolo Cantù/Xabier Iriondo – Phonometak Series #10 (Phonometak/Wallace, 2012)

Decima uscita e capolinea per la serie in 10” di Wallace Records e Phonometak. Per il commiato le due anime…

21 Sep 2012 Reviews

Read more

Guided By Voices - The Bears For Lunch (Fire, 2012)

Parlare del nuovo disco dei Guided By Voices vuole dire percorrere una strada insidiosa, infatti quando sto per scrivere da…

06 Feb 2013 Reviews

Read more

Nufenen - Lamo La Stiabe (Eisfabrik, 2009)

Strani davvero questi svizzeri. Benchè strutturalmente semplici, il loro rifuggire esplicitamente da etichette formali prestabilite li rende intriganti e…

16 Dec 2009 Reviews

Read more

Klasse Kriminale – Vico dei Ragazzi (Randale Records, 2020)

Tenere botta per 35 anni, suonando musica senza futuro come il punk è già di per sé qualcosa di incredibile.…

18 May 2020 Reviews

Read more

Kaeba - Lanurek 5.0 x 100 (Farmacia 901/Bugdate/Kaeba, 2010)

Proprio l'altro giorno pensavo a quanto questo Paese di "vecchi" (sia chiaro: per forma mentis e non per età!) e…

27 Oct 2010 Reviews

Read more

Ensemble Uzi - S/T (Autoprodotto, 2009)

Fa uno strano effetto sapere che un terzetto del genere, musica improvvisata che evita accuratamente la struttura…

28 Jul 2009 Reviews

Read more

Tindersticks - Ypres (Lucky Dog/City Slang, 2014)

Non sorprende affatto vedere i Tindersticks, rinomata band inglese di "pop orchestrale da cameretta", alle prese con un lavoro musicale…

05 Dec 2014 Reviews

Read more

Deison & Mingle - Tiliaventum (Final Muzik/Loud!, 2017)

Se la memoria non mi inganna siamo alla quinta collaborazione tra Cristiano Deison e Mingle (Andrea Gastaldello), il duo fin…

06 Sep 2017 Reviews

Read more

CorLeone – Blaccahènze (Etnagigante, 2013)

È davvero un piacere ritrovare Roy Paci nelle vesti di musicista hard e sperimentatore con cui lo avevamo conosciuto ai…

19 Mar 2013 Reviews

Read more

Nudist - See The Light Beyond The Spiral (Santavalvola/Taxi Driver/Shove/Deathcrush/Oniric/DioDrone,…

Nella più contemporanea tradizione sludge, il viatico dei nostrani Nudist fuoriesce istantaneamente dall'atmosfera come attacca l'apripista Horror Vacui. Immediatamente veniamo…

01 Apr 2015 Reviews

Read more

Steven Blush - American Punk Hardcore (Shake, 2007)

In attesa di vedere finalmente il film, ecco American Hardcore traduzione di un libro di Steven Blush che rischia di…

24 Apr 2007 Reviews

Read more

Ronin + Steffen Basho-Junghans - 14/07/06 Ortosonico (Giussago - PV)

A volte nella vita si commettono errori di ripetizione. Se per andare da A a B si passa per…

26 Sep 2006 Live

Read more

Susanna Gartmayer – AOUIE, Solos For Bass Clarinet (Chmafu/God, 2015)

New York’s Alright If You Like Saxophones, dicevano i Fear; se invece amate il clarinetto, la città che fa per…

22 Jan 2016 Reviews

Read more

Tindersticks - Waiting For The Moon (Beggars Banquet, 2003)

Dunque, c’è andato l’uomo sulla luna o no? Ora che si è perso anche il video originale dell’impresa del 1969,…

23 Aug 2006 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top