Claudio Parodi – The Mother Of All Feedback (Extreme, 2009)

Terzo giro di boa per il ligure Claudio Parodi e terzo disco che mette in luce quanto si tratti del classico "best kept secret" di un panorama infame e ingrato come quello italiano e ancora più nello specifico ligure. Avevamo scoperto Parodi con un lavoro/installazione che riprendeva gli studi di Alvin Lucier, l’abbiamo rincontrato con una composizione per elettronica e doppio clarinetto turco che prendeva le mosse da Pauline Oliveiros e questa volta lo vediamo alle prese con la sua famigerata feedback-machine. Di cosa si tratterebbe? Senza andare troppo nel tecnico Parodi suona (e la suona per davvero anche se sfido chiunque a dire che non si tratti di un disco ostico) una sorta di equalizzatore mandato in feedback, collegato ad un mixer, un multi effetto e dei pedali del volume…l’effetto dello strumento? Diciamo che si tratta di un aggeggio che produce una serie di frequenze acute fra il morbido ed il fastidioso e che nonostante tutto non ricordano nessun artista o musicista in particolare. Vista la sua natura l’effetto globale del disco porta The Mother Of All Feedback vicino a certe cose fra le più sperimentali dei Pan Sonic, o allo splendido quanto ostico Aesthetics Of The Machine di Elio Martusciello oppure dalle parti di certi Ikeda o là dove solitamente osano i giapponesi più intellettualizzati, eppure il suono non è per nulla digitale e forse anche per merito della registrazione molto acustica di Paolo Valenti (dietro al banco anche per gli altri lavori di Parodi): il suono pur essendo molto "elettronico" è lontanissimo dall’effetto digitale che sarebbe lecito aspettarsi. Immagino che avrete capito che non si tratta di un lavoro per nulla iper-compresso, tutto molto fluido e le tre sezioni in cui è diviso il disco si aggirano attorno ad una durata media di venti minuti, a differenza delle tracce che spesso vanno dagli uno ai quattro minuti. Le sezioni del disco del disco pur avendo una matrice molto simile dovuta al tipo di strumento utilizzato risultano piuttosto diversi, infatti se la parte introduttiva A Room risulta tutto sommato più rarefatta e più tenue, nella seconda sezione Outside A Locked Door Parodi diventa più crudo oppure per contrasto gioca su parti ancora più dilatate. Parodi affida la chiusura del lavoro ad uno studio intitolato L’Assedio in cui sovrappone quattro improvvisazioni alla feedback-machine seguendo l’idea di un assedio medioevale, il risultato oltre che spettrale ed angusto crea un’atmosfera incredibile. Un lavoro per pochi, pochissimi, come al solito Parodi non và molto per il sottile: oltranzista, ostico, cupo e difficile, sprofonda sempre più dentro ad un territorio calcato da pochi; amato e odiato resta uno dei musicisti più interessanti tutt’ora in circolazione.

Tagged under: , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 34 (18/06/15)

Puntata numero trentaquattro della terza stagione di The Sodapop Fizz, Emiliano e Massimo in un episodio con le ultime novità…

21 Jun 2015 Podcasts

Read more

Cursive + Green Like July - 19/05/12 Twiggy Club…

'I sogni son desideri di felicitààà...' e con un maggio che pare - oggettivamente dal punto di vista meteo e…

08 Jun 2012 Live

Read more

RPWL - World Through My Eyes (SPV/InsideOut, 2005)

Pur continuando a turbinare nel girone progressivo scatologico, stavolta, ammetto di esser incappato in qualcosa di interessante ed anche prezioso.…

13 Sep 2006 Reviews

Read more

Empty Chalice – Emerging Is Submerging-The Evil (Industrial Ölocaust, 2017)

Empty Chalice, metà del duo italo-russo Gopota (la metà nostrana, per essere precisi), così si presenta sulla propria pagina Facebook:…

22 Sep 2017 Reviews

Read more

Fabio Orsi/My Cat Is An Alien - For Alan Lomax…

Alan Lomax, ovunque ora si trovi, sarà felice di questo disco tributo dato che raggruppa una vera spremuta di buon…

02 Apr 2007 Reviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 30 (21/05/15)

Puntata numero trenta della terza stagione di The Sodapop Fizz, ospite di Emiliano Giulio Aldinucci con le ultime novità sulla musica…

25 May 2015 Podcasts

Read more

The Death Of Anna Karina - Lacrima/Pantera (Unhip, 2011)

Ricordo che quando mi dissero che The Death Of Anna Karina avevano svoltato in favore del cantato in italiano, subito…

20 Feb 2011 Reviews

Read more

Drink To Me – Brazil (Unhip, 2010)

Brazil, secondo album del trio eporediese, segna un’evoluzione netta rispetto al precedente Don’t Panic Go Organic. Abbandonate quasi completamente le…

10 Mar 2010 Reviews

Read more

Corrado Altieri – Less (Azoth, 2019)

Con Less Corrado Altieri dismette i panni brutali del terrorista sonoro celato sotto il nome di Uncodified per esplorare territori…

01 Oct 2019 Reviews

Read more

Papier Tigre - Recreation (Africantape/Murailles Music, 2012)

Un amico entra in casa mentre ascolto Recreation ed esclama:"Ah. Sei nel periodo Shellac?". Ok. Magari non è proprio l'amico,…

03 Apr 2012 Reviews

Read more

Dream Weapon Ritual - Another View (Ticonzero, 2011)

Giusto per diversificare ulteriormente la discografia di Simon Balestrazzi, il musicista parmigiano ritorna con un progetto che avevamo già recensito…

08 Nov 2011 Reviews

Read more

37500 Yens - Astero (Distile, 2007)

Mi scuso per la banalità e per la noia che provoco nel continuare a ripeterlo, se rock dev'essere e proprio "post rock"…

16 Sep 2007 Reviews

Read more

16 Barre / Watch The Dog - Li Ho Visti…

Il problema principale di un certo di tipo di hip hop è la più completa e totale autoreferenzialità, benché…

11 Dec 2009 Reviews

Read more

Satan Is My Brother - S/T (Boring Machines, 2007)

Gruppo che annovera qualche membro degli Yellow Capra, ma differente dal progetto madre la musica si trova in tutt'altro emisfero.…

09 Jan 2008 Reviews

Read more

Erdem Helvacioglu - Wounded Breath (Ancourant, 2009)

Altro gradito ritorno, infatti come qualcuno di voi si ricorderà avevamo recensito questo compositore turco in occasione del suo lavoro…

06 Sep 2009 Reviews

Read more

Get The People - S/T (Ruminance, 2006)

C’è gente che vive un drammi indicibili quando in fase post-adolescenziale vede crollare miserabilmente il proprio eroe e purtroppo è…

26 Feb 2007 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top