Chapter – Two (The Biographer) (Saiko, 2007)

Copertina extralusso stile piccolo libro "di una volta" con tanto di booklet strafigo per questo duo svizzero, in fin dei conti che puntino molto in alto si vede e si sente. Ho detto qualcosa di brutto? No, anche perché tutto sommato parliamo di un gruppo cantautorale, pop a tutto tondo e indipendentemente dal successo che avranno questo disco è un prodotto studiato e congeniato per un pubblico piuttosto ampio. I Chapter sono quello che succede mettendo insieme un cantautore ed un produttore e nulla di male perché il risultato è una serie di canzoni melanconiche "guitar driven" con tanto di arrangiamenti di voci, archi e tutto ciò che serve perché si differenzino da molte produzioni inde lo-fi (visto che questa lo-fi non lo è in nulla). A tratti sono così melodici che non credo spiacerebbero neppure a chi piacciono le ballate acustiche degli ultimi Incubus e dei Red Hot Chillie Peppers, con ciò è lecito aspettarsi un gruppo da Mtv? Sì, perché no, se poi aggiungete alla lista dei paralleli che ricordano anche Simon And Gardfunkel, Soul Asylum, Crash Test Dummies e Lemoneheads i quando Evan Dando ha perso il distorsore per diventare un sex symbol (altro che Cazzo Di Ferro ed Hate Your Friends… per non dimenticare!). Con tutta questa melodia e con i l’etichettazione Mtv-oriented forse mi sono alienato lo zoccolo duro dei folk-cruster che ci seguono, ma visto che pop è pop e a scrivere ballate o canzoni da fischiettare sotto la doccia non sono capaci tutti, in tempi in cui "everybody can be a Sax Pist… hem a cantautore" lode a chi queste cose è capace a farle per davvero. Laccato e ben prodotto oltremisura ma ineccepibile tanto che mi vien da dire che formalmente si tratti di un esercizio di stile portato a termine in modo proficuo e non fine a sé stesso, pur non essendo un fan del genere non ho problemi ad ascoltarlo e non provo particolare fastidio, anzi… anche questo sarà sintomatico di qualcosa no? Non tutti sono capaci a dare corpo a delle canzoni con due voci e una chitarra e basta con 'ste smandrappate che vengono pompate in base al fatto che hanno fanno folk dei poveri pur non essendo Suzanne Vega, Michelle Shoked e compagnia bella, volente o nolente qui si gioca in major league. "Che bello due amici una chitarra e uno spinello".

Tagged under: , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Makhno – The Third Season (Neon Paralleli/Wallace/Brigadisco/HYSM? e altri, 2015)

Dove eravamo rimasti? A Federico Ciappini che, su una base di chitarre distortissime, chiedeva due pistole, per “morire come il…

30 Jun 2015 Reviews

Read more

Larsen Lombriki - Free From Deceit Or Cunnings (Snowdonia, 2005)

Vivere nelle grotte, negli anfratti del terreno, in buie spelonche dove anche il più esile dei suoni viene amplificato. Il…

16 Jul 2006 Reviews

Read more

Matteo Uggeri/Luca Mauri/Francesco Giannico – Pagetos (Boring Machines/Grey Sparkle, 2012)

A concludere la quadrilogia iniziata nel 2007 da Maurizio Bianchi e Matteo Uggeri e dedicata ad alcuni aspetti della natura…

20 Jul 2012 Reviews

Read more

Action Beat + Nurse! Nurse! Nurse! – 06/11/09 Locanda di…

Un paese di campagna  che si chiama Campagna con una locanda che si chiama Locanda: stasera il suono dei tamburi…

19 Nov 2009 Live

Read more

Camillocromo - Rocambolesca (Autoprodotto, 2011)

Non credereste mai alla roba che ci viene mandata da recensire per questo sito: dalla musica italiana al punk rock…

28 Jul 2011 Reviews

Read more

David Grubbs & Taku Unami - Failed Celestial Creatures (Empty…

Prima collaborazione tra i due chitarristi David Grubbs e Taku Unami, entrambi dediti alla sperimentazione sulla sei corde e anche…

15 May 2018 Reviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 22 (19/03/15)

Puntata numero ventidue della terza stagione di The Sodapop Fizz: Simon Balestrazzi è ospite di Emiliano: c'è tempo per parlare della…

23 Mar 2015 Podcasts

Read more

Uochi Toki + B-Unit - 07/03/09 RDA May Day (La…

Annata particolarmente gustosa questa del May Day di Spezia. Gli organizzatori hanno pensato bene di affiancare alcuni nomi piuttosto importanti…

12 Apr 2009 Live

Read more

Oracle – Going Up The River (Cynic Lab, 2009)

La carta dell'ironizzare sull'assetto strumentale basso-tastiere-batteria che fa tanto pèncfènc l'ho giocata nella recensione del party di compleanno del Megawolf, sono…

03 Mar 2010 Reviews

Read more

Sebadoh - Secret EP (Autoprodotto, 2012)

Anche se sono stati tra le mie band favorite in assoluto, consideravo i Sebadoh dopo 13 anni di ibernazione un…

04 Sep 2012 Reviews

Read more

Roberto Dani - Lontano (Stella Nera, 2010)

Di recente un amico ha commentato che Stella Nera in un certo senso è un'etichetta musicale anarchica di estrazione ma…

01 Sep 2011 Reviews

Read more

Child Bite - Vision Crimes (Joyful Noise, 2013)

I Child Bite sono considerati la miglior band live di Detroit. In otto anni di carriera hanno cambiato diverse formazioni…

13 May 2013 Reviews

Read more

Erdem Helvacioglu - Altered Realities (New Albion, 2006)

Anche se temo che molti su questa webzine non conoscano la New Albion, non è per nulla sconosciuta anzi, trattasi…

08 Jun 2007 Reviews

Read more

Rara Avis – Mutations/Multicellulars Mutations (dEN, 2013)

Prendete Stefano Ferrian al sax tenore e soprano, Simone Quatrana al piano, Luca Pissavini al contrabbasso e SEC_ ai nastri…

30 Apr 2013 Reviews

Read more

Darkthrone - Underground Resistance (Peaceville, 2013)

E' un bel traguardo per un artista non aver più nulla da dimostrare e, nel caso specifico del terribile duo,…

08 Mar 2013 Reviews

Read more

Il buio ai margini di Drive-In: il ritorno degli '80s…

"Siamo arrivati così ai tanto vituperati Eighties, per l'inevitabile "revival" dei quali bisognerà forse attendere il giro di boa del…

07 Aug 2006 Articles

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top