since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

VV. AA. – Éxotic Ésoterique Vol. 2 (Arte Tetra, 2017)

Mi allineo totalmente ai Bloody Riot (e ai Colonna Infame Skinhead, Pinta Facile, Tear Me Down): odio i freakkettoni e ammetto che il solo vedere  le foto dei musicisti coinvolti in questa compilation, con qualche notabile eccezione, mi fa venir voglia di mettere mano alla fondina; non c’è niente da fare, pur conoscendo il valore…

Read more

Gli Altri – Prati Ombre Monoliti (Taxi Driver/Smartz, 2017)

Ritornano Gli Altri ancora carichi di punk emozionale, nervoso, strutturato e nevrotico. Armonia e graffi che non smettono un attimo di superarsi in un’eterna e drammatica rincorsa. Gli arrangiamenti dei brani sono ponderati e arricchiti da chitarre pulite che inevitabilmente li avvicinano ai recenti lavori di Malkomforto e Affranti e, nonostante sia una deriva dalle lontane…

Read more

23RedAnts & Pablo Orza – Nothing Here Is What It Seems (Creative Sources, 2017)

Il sodalizio fra i 23RedAnts (Macarena Montesinos al violoncello e Niet F-n all’elettronica) e il chitarrista Pablo Orza ha funzionato talmente bene che i tre si ritrovano insieme anche per questo nuovo lavoro licenziato dalla prestigiosa Creative Sources (che per l’occasione sfodera una copertina davvero splendida). Probabilmente è proprio il voler saggiare questa coesione che…

Read more

Nora Prentiss – They Made Mistakes Too (Lizard, 2017)

Magmatico esordio per questi fiorentini ammaliati tanto dai King Crimson quanto dall’evoluzione della specie. I Nora Prentiss hanno talmente tante cose da dire che nell’urgenza di farlo si smarriscono dentro i propri vortici come giovani tossici alle prese con i primi acidi. L’album spazia all’interno di un progressive moderno e raffinato, dove la parola “progressivo” rimanda direttamente…

Read more
Back to top