since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Black Rainbows – Holy Moon (Heavy Psych Sounds, 2013)

Ancora una volta musica circolare: tanti infiniti vortici che rimpiccioliscono progressivamente senza mai riuscire ad annullarsi. Con i Black Rainbows siamo sulle coordinate dei migliori Hawkwind (Silver Machine, Doremi Fasol Latido) irrobustite da poderose chitarre che spazzano senza sosta il vento siderale. Una band che non si vergogna di usare chitarre acustiche per accompagnare voci che dialogano con divinità sicuramente evocate da stati di allucinazione. Musicisti coraggiosi e collaudate jams che nella migliore tradizione psichedelica americana sbocciano in veri e propri fiori alieni dai riverberi iridescenti e ipnotici. Insomma Holy Moon è un lavoro stupendo, da scoprire e riqualificare attraverso numerosi ascolti. Avrete la percezione di non ascoltare mai lo stesso disco e di non ritrovarvi mai nello stesso luogo. Fuori dal tempo e fuori nello spazio. Semplicemente fuori.

Tagged under: ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Back to top