AVSA – Parallels (Manyfeetsunder/Concrete, 2017)

Sarà che mi riduco sempre ad ascoltare e recensire i dischi a tarda ora, ma ammetto di essere rimasto disorientato dalla spiegazione del concept di questo lavoro che “si fonda sull’esistenza di differenti piani temporali (quindi sonori) cui appartengo singoli soggetti, in grado di percepire gli stessi in modo ora singolo (piano di appartenenza), ora parziale e, in taluni frangenti, nella loro totalità. Il risultato si configura come un ascolto complessivo (soggettivo, inevitabilmente) della contemporaneità di differenti piani temporali/sonori rispetto ad un sistema di riferimento singolo”. Onestamente mi sa un po’ di supercazzola con la differenza, non da poco, che qui dietro le parole c’è la sostanza: Parallels è infatti un disco che parla in modo diretto e se come me avete trovato un po’ fumosa l’introduzione l’ascolto di questo 12” vi chiarirà decisamente le idee. Cominciamo col dire che il nome AVSA altro non è che l’acronimo dei due titolari del progetto, Anacleto Vitolo (AV-K, K.lust, X(i)NEON, Internos) e Sergio Albano (Grizzly Imploded, Monte Ossa, Drowning In Wood, Amklon) col primo impegnato a manipolare e arrangiare i materiali sonori (chitarre, synth, suoni concreti) forniti dal secondo. Tempi e spazi diversi trovano dunque unità all’interno di tracce dove il suono e i gesti del musicista si astraggono fino quasi a dissolversi (raramente troverete una chitarra riconoscibile o dei battiti regolari) ma non perdono mai quel che di materico che ne qualifica la natura analogica. Il fatto che, come dicevo, il disco parli in modo diretto non basta a qualificarlo come facile ma è sicuramente un pregio il fatto che mostri senza paura la sua natura fluttuante, dove è difficile stabilire un punto di vista e finanche definire un genere d’appartenenza al di fuori del troppo generico “avanguardia”. Ben venga quindi la soggettività dell’ascoltatore, il che non esclude che Parallels abbia una sua propria personalità, diversa dalla semplice somma di quelle degli artefici : Identically Zero parrebbe evocare lo spettro dei Grizzly Imploded ma è appunto un’ombra che fluttua in un’aria metallica e vibrante, Intesection conserva il suo spirito ambient pur facendosi attraversare da ritmi sconnessi e rumori, Plasma, il brano migliore del lotto, fa convivere magnificamente scorie techno, ambient industriale e un certo spirito rock in un brano tesissimo ed espressivo. È questo un disco che dona all’ascoltatore un salutare spaesamento e che nel proporre un presente in continuo divenire promette di mantenere la freschezza della prima volta anche dopo molteplici ascolti.

Tagged under: , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Costantino Della Gherardesca, da GG Allin al conte Ugolino, quattro…

Perchè intervistare Costantino Della Gherardesca? Per mille ragioni, ma fondamentalmente per due. La prima è che è un intelligente uomo…

05 Sep 2011 Interviews

Read more

The Swans + Xiu Xiu – 23/03/13 Interzona (Verona)

E venne il giorno, anzi, la notte degli Swans, inevitabilmente fredda e piovosa nonostante la primavera già ufficialmente iniziata da…

29 Mar 2013 Live

Read more

Sparkle In Grey - Two sing too swing (Grey Sparkle…

Un album lungo vent’anni. Questo è per me il sunto dell’ultima fatica degli Sparkle In Grey che sono tornati con questo…

04 Nov 2021 Reviews

Read more

The Cepi Nomads + Hic - Cepi meets Hic (Torto,…

Questo lavoro nasce dall'improvvisazione tra due nutriti ensemble di professionisti. I Cep Nomads sono francesi e nascono dalla volontà di…

13 Jul 2020 Reviews

Read more

Kleemar/Trus! - Banana Split (God Bless This Mess/Moonlee, 2013)

Era da un po' di tempo che non ascoltavamo musica proveniente dalla Slovenia: ci pensa lo split LP tra le…

03 Apr 2014 Reviews

Read more

Caligine - I 3” (Monstre Par Exces, 2008)

Meglio tardi che mai, ed effettivamente ci ho impiegato un po’ di tempo a recensire questo 3” dei Caligine, sia…

30 Apr 2009 Reviews

Read more

Joy As A Toy – Dead As A Dodo (Cheap…

"Freely inspired by Dario Argento's movies" è quanto si apprende sfogliando il booklet del cd dei belgi Joy As A…

16 Jul 2012 Reviews

Read more

Artifact Shore/Linedotstar - Landscape Removal (Interferenceshift, 2006)

Split abbastanza interessante e che da una parte presenta Artifact Shore di cui abbiamo recensito altro materiale da pochissimo e…

21 Apr 2008 Reviews

Read more

Anatrofobia - Brevi Momenti Di Presenza (Wallace, 2007)

"Eppur si muove" diceva quello e a quanto pare gli Anatrofobia di questa frase hanno fatto una ragione di vita,…

14 Aug 2007 Reviews

Read more

Hanam Quintet Featuring Tristan Honsinger - S/T (Aut, 2013)

In quel confine tra jazz e contemporanea c'è un altro mondo musicale e in questa settima pubblicazione della Aut rec,…

15 Jan 2014 Reviews

Read more

Brian Peterson - Burning Fight (Revelation, 2009)

E' un periodo in cui mi rendo sempre più conto di quanto il tempo scorra veloce, il peggio è che…

25 Feb 2010 Reviews

Read more

Sodapop Fizz – Anno 3 Puntata 7 (20/11/14)

Settima puntata della terza stagione di The Sodapop Fizz: Emiliano e Stefano in diretta questa volta si dedicano a due…

24 Nov 2014 Podcasts

Read more

Child Abuse - S/T (Lovepump United, 2007)

Una copertina da togliere il sonno al vostro nipotino, nonostante il blasonato autore, e un disco da ascoltare a testa…

30 May 2007 Reviews

Read more

Climat - Iccopoc Papillon (Autoprodotto, 2016)

Suonare post - math - rock nel 2016? Completamente fuori tempo massimo mi direte! Ma i Climat, con due axeman…

05 Oct 2016 Reviews

Read more

Battles - Mirrored (Warp, 2007)

Il concept del gioco di specchi che campeggiano dalla copertina alle foto promozionali, dal video di Atlas al poster interno,…

21 May 2007 Reviews

Read more

The Go Find - Brand New Love (Morr Music, 2014)

Il belga Dieter Sermeus porta avanti i suoi The Go Find con un disco ogni tre/quattro anni, siamo arrivati al…

27 Mar 2014 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top