since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Hexn – YY (Zen Hex, 2018)

Onestamente le primo uscite di Hexn, al secolo Alberto Brunello, non avevano destato in me particolare interesse: si accodavano al carrozzone psychocculto italico, che allora andava per la maggiore, senza troppo distinguersi dalla massa. Non discuto la sincerità del musicista ma il progetto necessitava evidentemente di maturazione: già nel brano prestato alla compilation Éxotic  Ésoterique…

Read more

Kenta Kamiyama – Side Effects (Stochastic Resonance, 2018)

In genere non amo riportare stralci dei comunicati stampa, soprattutto quando pretendono di inquadrare, non di rado banalizzandolo, quanto ci si appresta ad ascoltare; per il giapponese Kenta Kamiyama farò un’eccezione perché, senza rivelare troppo del progetto, la press sheet approntata dall’italiana Stochastic Resonance coglie un aspetto fondamentale: la sua musica è un nuovo pop…

Read more

The Great Saunites – Brown (Neon Paralleli/Hypershape e altre, 2018)

The Great Saunites chiude la trilogia dei colori aggiungendo al nero e al verde il marrone e l’effetto è assolutamente dirompente. Brown fa suonare il duo lodigiano come mai aveva suonato prima d’ora, senza snaturarlo eppure cambiandolo completamente: sparisce la ricerca del groove e la linearità ipnotica della ritmica, mentre voci campionate compaiono in ogni…

Read more
Back to top