since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Khem – Magma 4 (Luce Sia, 2019)

Seppure in eterno ritardo temporale rispetto all’ uscita, è doveroso segnalare questo lavoro altamente concettuale: la band, o forse per la proposta è meglio definirla “ensemble”, diretta da Zos e Davis Granziera (Teatro Satanico),  propugna un mantra che ondivago si può movimentare dalla trance psichedelica di Black Angels e Ozric Tentacles fino al dub all’arma…

Read more

Roberto Fega – Echoes From The Planet (Setola di Maiale, 2019)

Il difficile e nobile percorso creativo di Roberto Fega sboccia questa volta in un concept incentrato sul drammatico (e spesso tragico) percorso dei migranti e delle implicazioni politiche che la cronaca ci puntualizza. Dell’ artista laziale vogliamo ricordare almeno l’emozionante collaborazione con Pasquale Innarella (Monktronic) anche se questa volta siamo su tutt’altre coordinate. Il musicista…

Read more

Treehorn – Golden Lapse (Escape From Today, Taxi Driver, 2019)

Furioso post hardcore piemontese. Implacabile vecchia scuola Savoia che senza menare il can per l’aia sciorina tutto il repertorio che ormai maciniamo nelle casse da oltre trent’anni. La materie classiche ci sono tutte (hardcore e rock n roll), ma anche quelle scientifiche come la matematica e la fisica: una fortunata miscela di Chrome Cranks meets…

Read more

Cleisure – Hidrogen Box (Overdub, 2019)

Sempre dal calderone Overdub sbucano anche questi Cleisure, giovane trio innamorato delle chitarrine di Jay Reatard seppure senza essere di Memphis. Pezzi zuccherosi, brevi, taglienti e che sfilano via in un buon inglese che però non lascia il segno. Forse il limite più evidente della band è proprio la voce querola e lamentosa che benchè…

Read more
Back to top