since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Runes Order – Re: Murders (Luce Sia, 2018)

Per la serie “recuperi e ricorsi storici” la Luce Sia si tuffa nelle tenebre del passato per riesumare un altro lavoro del ligure Claudio Dondo. I Runes Order risultavano avanti di decenni già nel 1992 proponendo una dark ambient vibrante e completamente aritmica. Non possiamo che toglierci il cappello dinnanzi a tanta devozione e attenzione…

Read more

Svart1 – Frozen Chants (Luce Sia, 2018)

Frozen Chants è un viatico ultraterreno diviso in dodici tracce, benché formalmente si abbia la percezione che sia sempre lo stesso vettore che si sposti attraverso distanze enormi (o minuscole) per esplorare orizzonti insiti dentro noi stessi. La piacevole sensazione è che Svart1 non abbia mai avuto inizio e mai avrà un traguardo: flusso e…

Read more

Petrolio / Mademoiselle Bistouri – Playing With Aliens / Ass Is Worth (Luce Sia, 2018)

L’instancabie etichetta svizzera continua a produrre e a contaminare il mercato indipendente con elettronica alquanto trasversale e alcuni tra gli artisti più pericolosi in circolazione. Molto interessante infatti è la collezione di cassette split come quella in questione. Petrolio, che su queste pagine ben conosciamo (vi rimandiamo al poderoso esordio su Taxi Driver), apre le…

Read more

En-Dome – Urpunkt (Luce Sia, 2018)

Proseguiamo ulteriormente il progetto Luce Sia con gli En-Dome, un duo formato da Andrea Bellucci e Gianluca Favaron, dedito ad ambientalismi che riecheggiano flussi sanguigni e cicli di vita primordiali. Sempre raffinato e su alti livelli, il lavoro si dipana in due macro tracce di sedici minuti per lato che, senza mai tirare il fiato,…

Read more
Back to top