since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Replace The Battery – Daily Birthday (In The Bottle, 2010)

Non male, l’esordio di questo quintetto padovano che risponde al nome di Repalce the Battery. Però. Citano Explosion In The Sky e Mogwai tra le influenze, e questo è immediatamente avvertibile, ma anche Hood e vari grandi stranoti gruppi shoegaze, e questo mi conduce ahinoi e ahivoi ad una breve riflessione ugualmente indirizzabile a parecchi altri gruppi italiani, sempre derivativi (niente di male!) ma raramente incisivi (male, perbacco!). In particolare, proprio il paragone col gruppo di Leeds, tanto “povero” quanto unico, dovrebbe ricordarci come questa sia musica che necessita di una precisa scelta (o attitudine) estetica nei suoni, prima ancora che nella costruzione dei pezzi o negli arrangiamenti. …

Read more

Newdress – Newdress (Kandinsky, 2010)

Quando si infila nel lettore un cd che si presenta così ben confezionato (illustrazioni di Mirko Pellizzoli, packaging e grafica elegantissimi in linea con l’etichetta), lo si fa con la più o meno inconfessata (nessuno è troppo orgoglioso della propria superficialità, no?) speranza che il contenuto sia all’altezza del contenitore, per potersi quindi poi abbandonare serenamente ad un (a quel punto) giustificato feticismo… ecco: non è questo il caso, decisamente. Mannaggia. …

Read more

Brain In Vain – Inner Crowd (Monster, 2010)

Ancora bella musica dalla Monster, ancora, da ex-Caboto, musica che trova il coraggio d’esser coraggiosa: la tentazione di copia-incollare qui la recensione fatta per i Morsecode (The Night An Artificial Light) è forte, data la similarità e la qualità altissima delle due proposte, ma il disco dei Brain In Vain è ancora meglio, più a fuoco nella composizione così come nei suoni. …

Read more
Back to top