since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Modotti – Come Ti Senti (Upupa/Fooltribe, 2016)

I Modotti sono un trio bolognese. Si chiamano così in onore di quella gran donna che è stata Tina Modotti. Hanno l’ultimo ep, seguito di due album, che è fuori da pochi giorni e si dicono “ritornati senza punti interrogativi” che trovo una frase positivamente inusuale quanto interessante. Certo, dopo aver ascoltato anche poco di Come Ti Senti – titolo definito come affermazione, non domanda -, mi pare molto chiaro il significato netto della frase sopra. …

Read more

La Teiera Di Russell – NMR (DreaminGorilla/Scatti Vorticosi/Vollmer/Tanto di Cappello, 2015)

Un fitto tessuto di parole mutuate da situazioni non musicali, questo l’intro – e l’outro – di NMR, primo lavoro de La Teiera di Russell.
Già. Proprio Russell, il buon vecchio Bertrand, il filosofo neopositivista. Quello, appunto, della teiera nell’universo messa lì per spiegare il concetto dell’esistenza (o meglio, non esistenza) di Dio. Ebbè. Mica un nome a caso, penso. Toccherà far roba all’altezza di cotanto personaggio tirato in ballo, penso. E infatti, sì.

Read more

Quai Du Noise – Echo Sounder (Edison Box, 2015)

Il lavoro del duo bolognese di recentissima formazione – nella più che succinta biografia si dicono nati nel 2014 – si apre con il suono di quello che sembra proprio vento. Forte, come il titolo della track, Bora. E si evince immediatamente che i binari su cui corre questo treno che si avventura in un viaggio definito all’insegna dell’elettronica, sono il noise e l’ambient. Che poi, più che di treno, si potrebbe parlare di viaggio in nave, visto che 1. abbiamo una Polena a chiudere il disco con carillion e suoni sporchi che sembrano parlare di un racconto lontano nello spazio e nel tempo e 2. il ‘Quai’ che dà per metà il nome al progetto è traducibile dal francese con ‘molo’, una banchina da cui far partire le onde sonore che lambiscono le orecchie di chi ascolta. …

Read more
Back to top