since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Plunkett – 14 Days (Autoprodotto, 2006)

Lascia perdere le tue “10 ragazze per me”. Piuttosto, 14 giorni ti posson bastare? Ne mancano proprio 14 alla fine di questo 2006, eppure ascoltando i Plunkett sembra d’essere nel 1970 perché loro ti ricorderanno Jethro Tull, e non intendo certo l’agronomo inglese del XVIII. Anche se lui, Ian, il componente maschile di questa band a due, inglese lo è. Poi non lo so se fa anche l’agronomo, ma certo è un uomo fortunato (uau! come sono melensa sotto natale), perché ha trovato un’anima gemella che con lui compone, scrive, suona, canta, produce e fa l'editing.

Read more

Animal Farm Project – S/T (Autoprodotto, 2006)

Indubbiamente originale questo gruppo bolognese che prendendo come muse ispiratrici i Radiohead e i Rage Against The Machine, sa regalarci un lp che non sembra italiano. Ehm! sarebbe un complimento dal momento che non sono affatto nazionalista. Il loro può definirsi un Chemical Rock. Il loro nome si ispira al romanzo di George Orwell, in cui gli animali si rivoltano contro l’uomo. Qui, in questa "fattoria degli animali" i migliori tortellini e la mortadella dei suini emiliani hanno soppiantato le steak dei migliori bovini americani.

Read more

Il Cielo Di Bagdad – Manca Solo La Neve (Autoprodotto, 2005)

Mi sa che c’ho una buona stella lassù che fa sì mi arrivino per posta dei demo che non mi spaccano la minchia e le orecchie e che demo non dovrebbero restare perchè meriterebbero di entrare nelle classifiche. Se ci fosse giustizia in questo mondo. Il Cielo Di Bagdad è il nome di questo gruppo che suona una musica strumentale tra i Sigur Ròs e i Mogwai, tranquillamente. Certo con un nome così la giustizia non paiono tirarsela addosso, se dovesse spettare a loro lo stesso destino che spetta alla capitale irachena. Ma nel loro nome v’è insita una sfida. Chissà, almeno loro ce la fanno… Manca Solo La Neve è il titolo dell’album. Eh, già, dagli pure la neve a Bagdad e c’avranno tutto, magari poi gli si toglie un po’ di bombe, però.

Read more

Fragil Vida – …E Così Noi (Live Recording, 2006)

Bisognerebbe girare un film per metterci come colonna sonora questo album. Quel contrabbasso in E così noi è fatto per accompagnare i passi delle donne dentro ballerine basse sui pavè delle province francesi. Quelle del sud. Atmosfere di Camargue. Ma non siamo in Francia, qui la provincia è quella emiliana. Musa riconosciuta dei meglio musicisti. Io personalmente ho un tuffo al cuore ogni volta che sento un accento modenese, ma qui non c’entra. Qui le parole servono a svelare palesemente il lirismo poetico dei Fragil Vida.
Qui si mischiano teatro e ballo, di quello bello. Quello a due. Album complesso, accenna al jazz e lo fa con i primi brani solo strumentali.  …

Read more
Back to top