Arrington De Dionyso – Malaikat Dan Singa Tak Terbatas (Autoprodotto, 2010)

A cosa serve una recensione? Dal punto di vista del lettore, intendo. Può essere un consiglio (o uno… sconsiglio) per gli acquisti se non si ha il disco in questione, un momento di confronto se lo si ha già; addirittura, nei casi più felici, può offrire una chiave di lettura. Tutte possibilità che non riguardano questo disco, copia unica sorella di tante altre copie a loro volta uniche. La storia è questa: Arrington De Dionyso entra in possesso di un macchinario degli anni '40 che permette di incidere (nel vero senso della parola) flexy disc; invece di usarla per produzioni seriali la collega ad un microfono e per ogni disco incide una diversa improvvisazione. Poi ritaglia alla benemeglio il foglio di plastica rossa (nel caso della mia copia, ma ne ho visti di altri colori) e lo infila in una copertina da 7" illustrata a mano nel suo peculiare stile naif (lo stesso di tutte le copertine degli Old Time Relijun). Infine, nella confezione infila un CD-R (questa volta uguale per tutti) con la registrazione delle improvvisazioni migliori di tutta la session (alcuni temi appaiono in diverse versioni). Il materiale si presenta come un'estensione del recente album Malaikat Dan Singa in chiave più scarna, tanto che questa edizione ne riprende il titolo aggiungendo (se il traduttore di google non mi ha tradito) l'aggettivo "illimitato", non so se riferito alla produzione potenzialmente infinita e diversificata o al fatto che la canzone del flexy alla fine produca, per via di un solco ad anello, un suono senza fine. Passando alla musica, sia sul supporto analogico che su quello digitale troviamo basi di batteria senza cambi di tempo che arrington.d.d.7bsostengono a volte un clarone nervoso, altre la voce, qualche fruscio, in un caso anche un loop di chitarra. Il cantato, in indonesiano ad assecondare l'ultimo trip del nostro, opta per toni rauchi e urli spiritati; sarà la disabitudine all'ascolto di una lingua così insolita, ma in alcuni casi mi sembra di riascoltare Aldo Giovanni e Giacomo nei panni della famigliola sarda. Per la cronaca il pezzo sul flexy in mio possesso è una variazione delle tracce 1 e 14 de CD: all'inizio qualche rumore non meglio identificato, poi la batteria secca su cui si arrampica la voce che privilegia le intonazioni grottesche, clarone free che compare a metà e poi lascia nuovamente spazio alla voce, leggermente meno isterica. Finale, l'ho già detto, in loop. Com'è tipico di questa musica i momenti interessanti si alternano ad altri meno felici e visto la formula per forza di cose poco varia (De Dionyso suona tutto da solo, come nell'ultimo CD, ma qui registra anche in presa diretta), emergono i brani che si differenziano maggiormente: il quinto, solo sax e rumori di fondo e l'atmosfera notturna dell'ottavo, chitarra in loop, sax più rilassato, qualche fruscio. Inutile dire, infine, come l'interesse della cosa non risieda solo nel fatto musicale ma anche nella curiosità che l'oggetto suscita, in puro stile Arrington De Dionyso.

Tagged under: ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Luca Sciarratta + Tiziano Milani - Spatial Impulse Response Rendering…

Gran bella collaborazione questa in cui sono coinvolti il boss della rudimentale con Milani, di cui abbiamo recensito l’ultimo lavoro…

26 Mar 2009 Reviews

Read more

Rock And The City - L'Anno Che Venne E Se…

Siamo tutti qui - non è il Braccobaldo Show, ma poco ci manca - alle prese col consueto rito, sempre…

03 Jan 2007 Articles

Read more

Neptune/One Second Riot - S/T (Distile, 2007)

Entusiasmante debutto per questo manipolo di giovani degenerati. Aprono i Neptune con un "rock sincopato" e "disossato" quanto un pollo…

21 Aug 2007 Reviews

Read more

Black Rainbows - Holy Moon (Heavy Psych Sounds, 2013)

Ancora una volta musica circolare: tanti infiniti vortici che rimpiccioliscono progressivamente senza mai riuscire ad annullarsi. Con i Black Rainbows…

18 Jun 2014 Reviews

Read more

MDF - Horvs (Farmacia901/MidiD'unFaune, 2010)

Insieme alla splendida uscita di Kaeba, Farmacia901 insieme a MidiD'unFaune licenzia questo disco degli MDF che esce con grafica corredata di blocchetto…

16 Jan 2011 Reviews

Read more

Amusin' Projects - Mistery In The Making, Vol. 3 (Autoproduzione,…

Rimaniamo in ambito bizarre, ma stavolta su differenti coordinate. Amusin Projects, autentica dichiarazione di intenti, è il progetto dietro cui…

19 Sep 2021 Reviews

Read more

La Morte + Valerio Cosi – 27/04/2014 Santa Maria In…

Una notte di freddo e acqua a catinelle che più della fine di aprile pare annunciare l’inizio dell’autunno, l’Adige gonfio,…

16 May 2014 Live

Read more

Father Murphy – Calvary (Blue Tapes, 2015)

“Questo è un Calvario, non è mica una scampagnata!” diceva il Necchi al Melandri, impegnato ad interpretare Cristo in una…

28 Jan 2015 Reviews

Read more

FR Luzzi - Happiness Is An Overestimated Value (Arab Sheep,…

Elogio della lentezza. Elogio della velocità. Andare forte e consumare tanto. Non sgasare e guidare in sicurezza. Elogio della regolarità.…

16 Jul 2006 Reviews

Read more

Erigoamabile – S/T (Autoprodotto, 2010)

Direttamente dalla zona dei cinque laghi, l’eporediese Erigoamabile tira fuori dal cassetto una manciata di pezzi assemblati tra il 2006…

29 Jan 2011 Reviews

Read more

Buzz Aldrin - S/T (Unhip/Ghost, 2010)

Un gruppo di cui mi sembra che si sia parlato e che si parli parecchio, un po' perché avevano fatto…

17 Feb 2011 Reviews

Read more

Drowning In Wood – S/T (Scissor Tail, 2015)

Vincenzo De Luce (Zero Centigrade) e Sergio Albano (Grizzly Imploded, Monte Ossa) si incontrano in un territorio lontano da quelli…

12 Jan 2016 Reviews

Read more

Bill Dolan / JBe Split 7" (Sixgunlover, 2010)

Che se c'è un gruppo che non ho mai capito perchè non è capostipite di una filiazione di dei in…

20 May 2010 Reviews

Read more

Kleemar/Trus! - Banana Split (God Bless This Mess/Moonlee, 2013)

Era da un po' di tempo che non ascoltavamo musica proveniente dalla Slovenia: ci pensa lo split LP tra le…

03 Apr 2014 Reviews

Read more

Black Bananas + Vin Blanc/White Wine – 15/11/2014 Interzona (Verona)

In una sera dove, un po’ il maltempo, un po’ i tanti appuntamenti programmati in città (oh, i Subsonica al…

21 Nov 2014 Live

Read more

Persian Pelican - How To Prevent A Cold (Autoprodotto, 2012)

Placidamente pop. Indie pop. Elettroacusticamente indie pop. Questo giusto per tentare di riassumere in maniera funzionale il secondo lavoro, dopo…

23 Jan 2013 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top