Antonello Cresti – Lucifer Over London (Aereostella, 2010)

Sarebbe ahimè troppo sostenere che questo libro, dall’eloquente sottotitolo di “Industrial, folk apocalittico e controculture radicali in Inghilterra”, vada a colmare una lacuna per quel che riguarda l’editoria di genere in Italia. Più corretto è dire che si tratta di uno dei primi tasselli, dopo una manciata di titolo usciti per Shake e Stampa Alternativa, che si preoccupa di analizzare uno dei fenomeni più interessanti della musica di fine XX secolo e che purtroppo rimane confinato, almeno per quel che riguarda la percezione comune, negli angusti ambiti della dark music.
In realtà qui si parla di cultura a tutto tondo ed è certamente il maggior pregio del libro quello di inserire la storia di alcuni gruppi significativi (Throbbing Gristle, Psychic TV e Coil per l’industrial e Current 93, Death In June e Sol Invictus per il folk apocalittico) nel solco della “tradizione eccentrica inglese” che Antonello Cresti, da italiano innamorato della terra d’Albione, osserva da una posizione privilegiata. Nelle prime 100 pagine, le più illuminanti, si parla poco di musica, concentrando l’attenzione su scrittori, occultisti, cineasti e movimenti che hanno portato avanti questo spirito nel corso dei secoli, fornendoci così un appoggio prezioso per rileggere le carriere dei sei gruppi trattati. Infatti se la parte successiva, dedicata alle biografie, sarà utile soprattutto a neofiti e curiosi, questa è fondamentale per chiunque voglia addentrarsi in profondità nella materia, poiché fornisce una trattazione strutturata e molto erudita su di una serie di temi che per il profano, seppur appassionato, sarebbe altrimenti difficile raccogliere e organizzare. Più in linea con un libro che tratta di musica è, come dicevo, la parte successiva, che dà comunque un quadro completo della carriera delle band, collegandole quando è il caso agli argomenti trattati ai capitoli precedenti. In appendice e sono nuovamente pagine molto interessanti, troviamo tre interviste: una a Steve Sylvester sul rock occulto inglese, una a Vittore Baroni su COUM Transmission/Trobbing Gristle (la cui trattazione nella parte biografica è piuttosto sintetica, ma trattandosi di un gruppo ampiamente storicizzato è certo più istruttivo questo sguardo critico da parte della più importante firma in campo nazionale) e una a Luca Lionello Rimbotti, intelligente e ricca di spunti, sull’inestricabile questione della fascinazione per le tematiche e il simbolismo di estrema destra. Lucifer Over London è un libro adatto sia a chi si avvicini per la prima volta a questi ambiti, trovando una serie di informazioni complete e ben contestualizzate, sia all’iniziato, che potrà servirsene come punto di partenza nell’approfondire i discorsi extramusicali.

Tagged under: , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Dead Boomers – Family Money (Sabbatical, 2010)

Ultimo disco della partita australiana in mio possesso, quello dei Dead Boomers era fra i più attesi dopo aver letto…

28 Jan 2011 Reviews

Read more

Obsil - Vicino (Psychonavigation, 2011)

Esce per l'etichetta inglese Psychonavigation questo Vicino di Giulio Aldinucci, in arte Obsil, il terzo disco dopo un paio usciti…

09 Dec 2011 Reviews

Read more

Vs. Rome - The End Is Important In All Things…

Chissà che età hanno i Vs. Rome...farà ridere, ma è la prima cosa che mi sono chiesta mentre ascoltavo il…

05 May 2011 Reviews

Read more

Irata – S/T (Silber, 2010)

I comunicati stampa talvolta sono davvero fuorvianti; questo, che parlava di una commistione di drone, postrock e metal, mi aveva…

27 Jun 2010 Reviews

Read more

Deison - Quiet Rooms (Aagoo, 2012)

A questo giro ritorna Cristiano Deison, che vanta una carriera solista di tutto rispetto divisa fra dischi in proprio e…

27 Nov 2012 Reviews

Read more

Nostalgie Éternelle - Notre Début (Final Muzik, 2011)

Ammetto di non amare molto le ristampe: il più delle volte, almeno nel caso di gruppi poco noti, si spacciano…

31 Jan 2012 Reviews

Read more

The Death Of Anna Karina - Lacrima/Pantera (Unhip, 2011)

Ricordo che quando mi dissero che The Death Of Anna Karina avevano svoltato in favore del cantato in italiano, subito…

20 Feb 2011 Reviews

Read more

Porta d'Oro - Libero Pensatore (Sentiero Futuro, 2021)

Ho la certezza di conoscere solo in minima parte l’opera di questo autore. Ho però la sensazione che questo non mi…

30 Jan 2022 Reviews

Read more

The Ladybug Transistor - Can't Wait One Minute More (Mondo…

Se solo fossi un giornalista (cosa che per fortuna non sono) alzerei il culo per andare a vedere se si…

17 Dec 2007 Reviews

Read more

Cris X: l'eminenza grigia dei Lendormin prende il largo in…

Neanche troppi anni fa c'erano i Lendormin: a me era capitato di incontrarli nella serie P.O. Box della Wallace con…

24 Nov 2012 Interviews

Read more

Volcano! - Beautiful Seizure (Leaf / Wide, 2006)

 Giuro che non riesco ancora a capire come possano piacermi così tanto i Volcano! trio proveniente da Chicago (Aaron Smith…

03 Aug 2006 Reviews

Read more

Barnacles - The Evening News (Arell, 2017)

Esordio sulla breve distanza per la nuova creatura di Matteo Uggeri, che come Barnacles pubblica su Arell (nel bel formato…

03 May 2017 Reviews

Read more

Connect_icut - Small Town By The Sea (Aagoo, 2014)

Torna su Aagoo con un altro disco Connect_icut, dopo l'interessante Crows & Kittywakes & Come Again dell'anno scorso: e non…

23 May 2014 Reviews

Read more

Davide Cedolin - chiacchiere e fili d'erba

SODAPOP: Ciao Davide, Grazie mille per aver accettato di scambiare qualche chiacchiera con me! Innanzitutto devo ammettere di conoscerti appena musicalmente, sono…

09 May 2022 Interviews

Read more

Weltraum – Sy (Toxo, 2009)

A volte basta che uno recensisca due dischi o che suoni che dopo un viaggio ti ritrovi pieno di materiale…

29 Nov 2009 Reviews

Read more

Keiki - Popcorn From The Grave (Cheap Satanism, 2012)

Sedicente duo satanico con sede a Bruxelles, formato da un mezzo italiano alla chitarra e una mezza inglese alla voce.…

28 Nov 2012 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top