Animal Farm Project – S/T (Autoprodotto, 2006)

Indubbiamente originale questo gruppo bolognese che prendendo come muse ispiratrici i Radiohead e i Rage Against The Machine, sa regalarci un lp che non sembra italiano. Ehm! sarebbe un complimento dal momento che non sono affatto nazionalista. Il loro può definirsi un Chemical Rock. Il loro nome si ispira al romanzo di George Orwell, in cui gli animali si rivoltano contro l’uomo. Qui, in questa "fattoria degli animali" i migliori tortellini e la mortadella dei suini emiliani hanno soppiantato le steak dei migliori bovini americani.
La voce di Stefy, la cantante del gruppo, è davvero strepitosa. Ricorda Siouxsie nella capacità d'estensione vocale, anche se questa cavalla di razza della "nostra" fattoria abbandona i nitriti dark per quelli molto più rock e duri dei tempi nostri. Sentire per credere. Ogni brano si differenzia assai dall'altro. Gomma potrebbe essere di P.J.Harvey. Fuck è noise-punk, e non lo dico tanto per dire. Zapping è strumentale e psicadelica e diviente sorprendentemente reggae. Club 48 è un brano prog da brivido che spazia negli anni '70. E poi, a parte i paragoni che vengono sempre spontanei quando si sente un nuovo gruppo, gli Animal Farm Project riescono a inventare un genere e a dare un impronta personale e interessante al loro disco. Certo questo gruppo denota anche una certa schizzofrenia. Ma non chiamate il veterinario, stanno bene così, anche con la sindrome della mucca pazza. Nel loro sito potete assaggiare qualche traccia supervelocizzata in www.animalfarmproject.it. Poi però sarebbe proprio necessario sentire i brani a velocità originale prima che vi schizzi il cervelletto. Questo disco è una terapia. Mi ha fatto tornare voglia di andare a spaccar la notte. Meglio se bolognese. Mamma domani prendo il treno, butta i tortelli nel brodo, che arrivo! Poi telefono a Ivan, che voglio proprio vedere questo gruppo dal vivo.

Tagged under: , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Ranter's Groove - Musica Per Camaleonti (Kaczynski, 2018)

Nel recensire la compilation-manifesto della Kaczynski Records avevamo segnalato Ranter's Groove come l'episodio migliore della raccolta, è quindi un piacere…

24 Jun 2018 Reviews

Read more

St.Ride - Fuori (Niente, 2014)

Disco numero tredici, se non erro, nella copiosa discografia del duo genovese e primo nel formato doppio album: Fuori infatti…

13 May 2014 Reviews

Read more

Bachi Da Pietra - Festivalbug (Corpoc, 2013)

Non sono passate dodici lune dall’uscita di Quintale che già il baco torna a farsi sentire: il suo lavoro è…

20 Dec 2013 Reviews

Read more

Disco Doom – Trux Reverb (Defer/Static Cult, 2011)

Gli svizzeri Disco Doom li ricordavo di spalla ai Built To Spill nella loro data veronese del 2008: indie rock…

01 Apr 2011 Reviews

Read more

Sdang! - La Malinconia Delle Fate (La Fornace/DreaminGorilla/Taxi Driver, 2016)

No, questa volta ogogliosamente possiamo urlarlo ai quattro venti: "non è meglio il demo! E' meglio il disco!" Per chi…

07 Aug 2016 Reviews

Read more

Fine Before You Came + Vulturum – 25/09/09 Arci Kroen…

Lontani nello stile musicale ma vicini nello spirito, essendo nati, in tempi diversi, dal substrato della scena punk hardcore degli…

13 Oct 2009 Live

Read more

New Monuments - New Earth (Pleasure Of The Text, 2018)

Dopo una lunga militanza con un considerevole numero di uscite sull’Amercan Tapes di John Olson, e dopo essere passati con…

11 Dec 2018 Reviews

Read more

Bulldozer - Unexpected Fate (Scarlet, 2009)

Era una vita che aspettavo il ritorno di Ac Wild ed Andy Panigada (Dove è finito Rob K Cabrini?!).…

13 Jul 2009 Reviews

Read more

Pietro Riparbelli & Emanuele Becheri – Metamorfismo (Taâlem, 2017)

Sembrano orientate a una maggior musicalità le recenti uscite di Pietro Riparbelli, sia come Zone Demérsale sia a suo nome…

01 Mar 2017 Reviews

Read more

AA.VV. - The Fall Will Probably Kill You (Bearsuit, 2010)

Ennesima raccolta della Bearsuit, etichetta inglese della quale ci siamo già occupati sia nel caso di altre raccolte che in…

07 Jan 2011 Reviews

Read more

Sara Lunden & Andrey Kiritchenko - There Was No End…

Non so quanto spazio venga dato sulle riviste italiane ad Andrey Kiritchenko, ma per quel poco che posso fare vi consiglio…

11 Jan 2008 Reviews

Read more

Guided By Voices - The Bears For Lunch (Fire, 2012)

Parlare del nuovo disco dei Guided By Voices vuole dire percorrere una strada insidiosa, infatti quando sto per scrivere da…

06 Feb 2013 Reviews

Read more

Ur - Triadic Memories (Afe, 2005)

Edizione limitatissima per questo nuovo progetto di Federico Esposito (già Den LXV e Heartside) che, come suo costume, ancora una…

28 Sep 2006 Reviews

Read more

Enomisossab - O (CD EdisonBox, 2022)

Ascoltando una voce slegata dal corpo l’immaginazione vola. Spesso si tende a pensare chi sperimenta vocalmente come un gigioneggiatore, dati…

19 May 2022 Reviews

Read more

Thembi Soddell - Love Song (Room40, 2018)

Già dal breve trailer di presentazione si può percepire tutta l’inquietudine delle nuove composizioni di Thembi Soddell. Richiamandosi ad un…

12 May 2018 Reviews

Read more

Rainbow Lorikeet - Fractures (Debacle, 2012)

Rainbow Lorikeet, monicker di Nicolò Tescari, esordisce pubblicando sull'americana Debacle di Seattle il disco Fractures. Anche se in un'epoca di…

26 Jul 2012 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top