Amklon – Collision Of Absolutes (Boring Machines, 2016)

Sapere che nel progetto Amklon sono coinvolti Sergio Albano (Grizzly Imploded, Drowning In Wood, Monte Ossa) e il musicista elettronico Giuseppe Mascia è nella migliore delle ipotesi poco significativo, nella peggiore fuorviante. Questo perché Collision Of Absolutes, disco d’esordio del duo, è un punto di partenza che ha legami esilissimi con quanto prodotto in precedenza e guarda invece in là, nello spazio e nel tempo. Le parole del titolo sono estrapolata da L’Esegesi di Philip K. Dick, per la precisione da un brano dove si parla di come la bellezza assoluta nasca dal doloroso rimodellarsi di ciò che perfetto non è: un indizio importante, ma non risolutivo. Ascoltiamo. Collision Of Absolutes è musica in cortocircuito temporale che parla con poco ortodosse chitarre in alluminio e moderne apparecchiature elettroniche attraverso amplificatori degli anni ’70; già dalle prime note le atmosfere sono chiare: siamo teletrasportati (Transfer) in realtà lontane ma precise – gli anelli di Saturno (Rings), una lontana galassia (GNZ-11), una luna sconosciuta (Moon Omega) – da dove la storia inizia. Non è musica da viaggio quella degli Amklon, non ci si può lasciare andare, perdersi; bisogna stare ben attenti, presenti a sé stessi. Le voci sinistramente esoteriche, i battiti che si riverberano in spazi freddi e vuoti, gli stridori che rivelano l’anima metallica delle sei corde, gli sfrigolii elettronici, non si limitano a creare ambientazioni urbane futuribili ma struttura una narrazione noir dove l’ascoltatore stesso è immerso e partecipe della vicenda (Escape). Collision Of Absolutes è un Blade Runner girato da Polanski in 3D, generi noti in combinazioni e forme nuove, dove la forma è più che mai sostanza. È questo a cui alludeva Dick? Purtroppo il tempo concessoci è poco – appena 25 minuti – e non basta per dare una risposta definitiva. Rimaniamo con la voglia di ripartire, a nostro rischio e pericolo.

Tagged under: , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Black Moth - The Killing Jar (New Heavy Sounds, 2012)

Non partivo affatto prevenuto. Sebbene non ascolti molti gruppi con una donna alla voce, sono pronto a valutare con grande…

15 Jan 2013 Reviews

Read more

White Hex - Heat (Avant!, 2012)

I White Hex sono un duo australiano composto da Tara Green e Jimi Kritzler, per un po' di tempo di…

11 Jan 2013 Reviews

Read more

The Tapes - Teletyp (Luce Sia, 2021)

Sul versante più trasversale e certamente meno facile rispetto a Derma è questo nuovo sette pollici sempre a firma Giancarlo…

14 Nov 2021 Reviews

Read more

Adamennon & Luciano Lamanna – Iris (Souterraine, 2017)

Esordiscono insieme l’etichetta napoletana Souterraine e la collaborazione fra Adamennon e Luciano Lamanna che su questo 12” mettono in comune…

11 Oct 2017 Reviews

Read more

Walter Prati, Evan Parker/Lukas Ligeti, Joao Orecchia - Phonometak #9…

Il penultimo capitolo della Phonometak Series ospita le gesta di quattro bei nomi dell'improvvisazione, accoppiati due a due. Walter Prati…

03 Sep 2012 Reviews

Read more

?Alos - Matrice (Cheap Satanism, 2015)

Stefania Pedretti é l'unica figura femminile davvero interessante del panorama musicale indipendente nostrano. Su questo credo non ci siano dubbi.…

21 May 2015 Reviews

Read more

The Doggs - Red Sessions (Autoprodotto, 2012)

Ancora frastornati dal debutto di pochi mesi fa ecco ritornare questo giovane ed arrogante terzetto milanese per prenderci (di nuovo)…

16 May 2012 Reviews

Read more

Murmur Mori: fiabe e leggende di cui abbiamo bisogno

Difficile rendere con una recensione o il report di un concerto cosa sia Murmur Mori. È difficile capirlo anche se…

20 Nov 2017 Interviews

Read more

GNU - Experimental Open Session @ SPM Ivan Illich (Setola…

Non so se avete sentito parlare o visto qualche cosa del giro degli improvvisatori bolognesi, ma se ancora non vi…

07 Jan 2009 Reviews

Read more

Jane & The Magik Bananas - Inscrutable Intentions (Unrock, 2020)

Dopo un lungo periodo di silenzio ritornano i Jane & The Magik Bananas, impro trio dal nome rock’n’roll formato da Sam…

28 Apr 2020 Reviews

Read more

Dead Boomers + GNAUMGN + Undecisive God - 12/10/10 Bar…

Ogni martedì sera al Bar Open c'è la serata sperimentale/rumorista Mess+Noise curata da Sean Baxter, noto soprattutto come batterista free…

06 Sep 2010 Live

Read more

Cardosanto – Pneuma (Wallace/DreaminGorilla/Rude, 2014)

Torna, grazie alla ristampa ad opera di Wallace, DreaminGorilla e Rude Records, una delle pietre miliari, o più probabilmente la…

19 Jun 2014 Reviews

Read more

The Fresh & Onlys - S/T (Castle Face, 2008)

Ultimamente sono ossessionato dalla teoria dell'estinzione del rock entro e non oltre i prossimi trent'anni. E visti i prodromi…

17 May 2009 Reviews

Read more

Interiors - Liquid (Minus Habens, 2014)

Sempre su un range ipersofisticato e moderno si muovono le ultime produzioni della Minus Habens che con Interiors propone letteralmente…

14 Jul 2014 Reviews

Read more

The Connie Capri Organ Chamber Orchestra - S/T (Wallace, 2008)

Che Mirco Spino nonostante un malcelato passato hardcore (e non per i film con Rocco e John Holmes) sia diventato…

07 May 2008 Reviews

Read more

D.B.P.I.T. / Xxena – Alien Symbiosis (Deserted Factory, 2008)

Per chi non si ricordasse D.B.P.I.T. sta per Der Bekannte Post-Industrielle Trompeter che al secolo è Flavio Rivabella, quest'ultimo oltre…

29 Nov 2008 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top