since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

AA.VV. – Le Triomphe Dans L’Endroit De La Duperie (Eicool Sat, 2010)

Terzo episodio della saga Eicoolsat e cioè una serie di installazioni che hanno per tema la fantascienza e il cui deus ex machina è quel Massimo Indellicati che firma i booklet di tutte e tre i CD stampati. In un caso si tratta di uno split tripartito condiviso da Andrea Marutti, Maurizio Bianchi e Davide Tozzoli. Apre le danze (si fa per dire) MB, il "grande vecchio" del noise industriale (ma non solo) italico dimostra come alcuni dei suoi lavori più interessanti non siano solo quelli storici (o o doveri dire storicizzati?) ma anche roba più o meno recente.
In questo caso Bianchi presenta un suo abituale lavoro di loop, molto più prodotto di molte altre cose sullo stesso taglio ma che potrebbe piacere a chi ha apprezzato lo split (splendido) con Atrax Morgue, anzi rispetto a quest'ultimo MB riesce persino ad essere più morbido. Segue un altro monumento nostrano del circuito dark ambient e chi non lo ricorda per i lavori come Amon, Nimh o con il suo nome di battesimo, ricorderà Andrea Marutti per essere il patron di un'etichetta parecchio conosciuta come la Afe (Aidan Baker, Brendon Labelle, Andrew Duke, Mathieu Rahulman, etc). Marutti come Bianchi si lancia in una traccia a suo modo molto riconoscibile per il suo stile quando non lavora su cose smaccatamente dark ambientali,tagli sulle frequenze acute, elettronica fredda post ambientale che gioca su tempi lunghi finendo in dissoluzione con un piglio quasi ipnotico. Ultimo ma sempre in linea con le lunghezze ed il trip ipnotico anche Davide Tozzoli che sembra usare quelli che credo siano dei suoni di chitarra, molto lo-fi tenuti sul fondo ma comunque efficaci, resta che vanno aprendosi in una traccia ambientale morbida, malinconica ed efficace. Bel lavoro.

Tagged under: , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Back to top