A Flower Kollapsed – Orsago (Shove/Gaffer/Holidays, 2007)

Il “conte” Piacenza a qualche tempo mese da ora, nel mezzo di “cammin di nostra vita” verso il Leonkawallo mi avevo fatto sentire il master di questo cd ed ero rimasto favorevolmente impressionato “immantinente”, passano le settimane e dopo qualche mese il disco si materializza con tanto di ottima grafica che piace “ai ragazzi di oggi noi”.
Le impressioni che mi aveva lasciato quel primo ascolto non sono state per nulla smentite, anzi tanto per mettere subito le carte in tavola, per il sottoscritto questo è uno dei migliori dischi partoriti dal circuito punk/emo/etc. da un po’ di tempo a questa parte. Gli A Flower Kollapsed tradiscono ancora delle forti venature With Love-esche (With Love “mid-term” quelli in cui Vascellari non era ancora “the artist formely known as Nico Vascellari” e del mandato in cui i veneti sperimentavano un po’ meno), però si sentono già delle sensibili differenze e una personalità mica da ridere. Se i Botch erano “evil-math-core”, gli A Flower Kollapsed potrebbero essere “evil-math-emo” (bella definizione del cazzo, lo so). Innanzitutto in Orsago sono stati epurati arpeggi melensi e soluzioni filo-depresse, l’emo masticato su questo pezzo di plastica è “scremo” molto più figlio di gente tipo Reversal Of Man, Orchid e Mohinder o della “San Diego che fu” più che di Still Life e affini (cosa che invece nei With Love prima maniera era ancora molto marcata). Il disco è suonato e suona in modo perfetto, il che è dovuto sia alla perizia tecnica dei nostri “pestonissimi” ragazzuoli sia ad un Giulio Favero (per i più One Dimensional Man, ma per qualcuno anche ex-Geyser) che a sto punto dopo l’ultimo With Love si candida tranquillamente come il miglior fonico per registrare cose del genere (quanto meno qui in I-taglia). Pezzi a chiodo con voce urlata modello crisi isterica, gusto notevole che li salva da suonare nella media ed un “rifforama” (questo l’ho copiata da The Wire) decisamente stiloso e dei pezzi montati con tutte le curve al posto giusto. Il disco purtroppo (o per fortuna) dura molto poco, il tempo sufficiente per far venir voglia di essere riascoltato ed anche la scaletta sfodera due o tre perle notevoli: cambi di tempo, velocità e calci nel culo ma anche il pezzo: “famolo strano” in cui gli A Flower Kollapsed si dilatano e eliminano la batteria (ottima) e si concedono un sassofono che naviga su un loop di basso. Si butteranno (e buttatevi!) tanto come è già successo ai With Love? Riusciranno a “macinare strada” dopo una partenza con uno sprint così deciso? Si limiteranno a bissare le tappe di un percorso che già conoscono?. Al di là delle domande stile fine puntata di Batman e Robin (quello storico con Adam West, ovvio!), resta che stavo quasi per fare “stage-diving” su mia madre, poi mi sono ricordato che sono in fase senile e quindi sono ritornato alle feci incontrollate.

Tagged under: , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Horchata Vs. Sil Muir - S/T (Taâlem, 2008)

Con colpevole ritardo recensisco questo cd 3", che da tanto tempo staziona tra le pile di dischi in "heavy rotation",…

01 Sep 2009 Reviews

Read more

Il Torquemada - The Killer EP (Jestrai, 2008)

Trovo bizzarro che una band, o chi per essa, per presentare la propria musica senta la necessità, come prima cosa, …

07 Jun 2008 Reviews

Read more

Ovo - Miasma (Artoffact, 2020)

Gli Ovo sono una delle realtà più seminali della scena europea degli ultimi vent’anni. Partiti da una visione punk sperimentale…

25 Mar 2020 Reviews

Read more

Marcus Fischer & Simon Scott - Shape Memory (12K, 2018)

Compagni di etichetta, l'americano Marcus Fischer e l'inglese Simon Scott si sono incontrati a Portland per registrare questo disco avendo…

17 Jun 2018 Reviews

Read more

Kajkyt – II (God, 2013)

Se non sbaglio è la prima volta che, su queste pagine, incontriamo Slobodan Kajkut in carne e ossa, dopo aver…

16 Jan 2014 Reviews

Read more

Hobocombo - Now That It’s The Opposite, It’s Twice Upon…

Hobocombo su disco, finalmente. Dopo averli apprezzati al No Fest di Torino la scorsa estate, per il gruppo di Andrea…

18 Feb 2011 Reviews

Read more

AA.VV. - Squashing Charms (Kosmik Elk Mind, 2007)

E' interessante, ascoltando questa raccolta assemblata per la sesta uscita marchiata Kosmik Elk Mind, come alcune delle caratteristiche che…

17 Jan 2008 Reviews

Read more

Marraffa/Giust/Vasi/Tabellini - Old Red City (Setola Di Maiale, 2010)

Ennesimo live che coinvolge Giust ed altri improvvisatori che negli ultimi anni sono comparsi parecchie volte in quello che Stefano…

10 Mar 2011 Reviews

Read more

Kinetix/Pylone - Sonology (Sound On Probation, 2010)

L'etichetta francese Sound On Probation è il mezzo che il musicista elettronico Laurent Perrier usa per pubblicare in completa autonomia…

04 Nov 2010 Reviews

Read more

Adriano Zanni – Disappearing (Boring Machines, 2017)

Arriva l’annunciato e atteso album di Adriano Zanni e – sorpresa! – non è come ce lo aspettavamo. Della recente…

05 Jan 2018 Reviews

Read more

Tiziano Milani, Luca Rota - The City Of Simulation (Setola…

Un progetto molto interessante quello che mi trovo fra le mani, infatti a dispetto delle molte baggianate che cercano di…

30 Apr 2010 Reviews

Read more

Ada-Nuki - S/T (Whosbrain, 2008)

Ada-Nuki propone una formula che potrebbe ormai dirsi classica e consolidata, il duo basso e batteria, arricchendola di voce, effetti…

17 Dec 2008 Reviews

Read more

Marta De Pascalis – Anzar (Tapeworm, 2016)

Il secondo lavoro della musicista italo-berlinese, stavolta pubblicato su nastro dall’inglese Tapeworm, è racchiuso in una copertina in bianco e…

30 Nov 2016 Reviews

Read more

Schonwald - Amplified Nature (Panoplie, 2009)

A quanto pare la 5 Roses oltre ad ingrandirsi sta diventando un’agenzia di promozione sia per la roba estera che…

17 Mar 2009 Reviews

Read more

Neal Morse - One (InsideOut, 2004)

Vi interessa un parere sul Prog da profana? Dio esiste. Non me ne ricorderò più solo quando bestemmio. Per chi…

25 Sep 2006 Reviews

Read more

Sic Alps + Movie Star Junkies – 28/04/12 – Interzona…

Ci volevano proprio i Sic Alps per decidermi ad uscire di casa, stasera. Il fatto che fossero spalleggiati dai Movie…

18 May 2012 Live

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top